L'autorità di vigilanza giapponese sui titoli ha raccomandato venerdì di sanzionare le unità bancarie e mobiliari di Mitsubishi UFJ Financial Group (MUFG) per quella che ha definito una condivisione non autorizzata di informazioni sui clienti.

La Commissione di Sorveglianza dei Titoli e degli Scambi (SESC) ha presentato la raccomandazione al regolatore bancario, l'Agenzia per i Servizi Finanziari (FSA), che emette tali punizioni in Giappone.

La raccomandazione, che era ampiamente attesa, ha fatto seguito all'indagine del SESC sul ramo bancario di MUFG, MUFG Bank, e sulle sue due società di brokeraggio con Morgan Stanley.

MUFG Bank ha anche offerto illegalmente tassi di prestito preferenziali ai clienti che facevano affari con le due società di brokeraggio del gruppo, ha affermato il SESC.

Le norme giapponesi sul 'firewall' vietano alle banche e alle società di intermediazione mobiliare dello stesso gruppo di condividere i dati dei clienti tra loro senza il loro consenso.

I due broker sono stati fondati nel 2010, due anni dopo che MUFG aveva investito in Morgan Stanley al culmine della crisi finanziaria globale del 2008. MUFG possedeva circa il 23% di Morgan Stanley al marzo 2024.

Nel 2022 il SESC ha incriminato l'unità di brokeraggio del rivale di MUFG, Sumitomo Mitsui Financial Group, con l'accusa di manipolazione del mercato, dopodiché la FSA ha ordinato all'unità di sospendere la linea di business incriminata e di migliorare i suoi protocolli di conformità. (Relazione di Anton Bridge; Redazione di David Goodman e Muralikumar Anantharaman)