Il fondo speculativo di Ackman, Pershing Square Capital Management, ha fatto una brusca inversione a U, vendendo i 3,1 milioni di azioni che aveva comprato solo tre mesi fa mentre le azioni di Netflix crollavano del 35% a 226,19 dollari.

A gennaio, l'investitore ha incanalato più di 1 miliardo di dollari nel servizio di streaming solo pochi giorni dopo che una previsione deludente per gli abbonamenti aveva fatto scendere il prezzo delle azioni. Ora una seconda serie di notizie negative sugli abbonati - l'azienda ha detto di averne persi 200.000 - ha spinto il gestore di fondi a voltare le spalle ad un'azienda che aveva riempito di elogi solo settimane prima.

In una breve dichiarazione che annunciava la mossa, Ackman ha detto che i cambiamenti del modello di business proposti, tra cui incorporare la pubblicità e perseguire i clienti non paganti, avevano senso ma avrebbero reso l'azienda troppo imprevedibile a breve termine.

"Mentre l'attività di Netflix è fondamentalmente semplice da capire, alla luce dei recenti eventi, abbiamo perso fiducia nella nostra capacità di prevedere le prospettive future dell'azienda con un sufficiente grado di certezza", ha scritto.

Pershing Square, che ora investe 21,5 miliardi di dollari, compra azioni solo in una dozzina di aziende alla volta e ha bisogno di un "alto grado di prevedibilità" nelle sue aziende in portafoglio, ha detto Ackman.

Piuttosto che aspettare che le cose migliorino a Netflix, Ackman ha bloccato le perdite che si calcola siano più di 400 milioni di dollari, hanno detto persone che hanno familiarità con il portafoglio. Dopo la vendita, i portafogli di Pershing Square sono fuori di circa il due per cento per l'anno, ha detto Ackman.

Netflix ha detto di aver perso 200.000 abbonati nel suo primo trimestre, rimanendo ben al di sotto delle sue modeste previsioni di aggiungere 2,5 milioni di abbonati. La sua decisione all'inizio di marzo di sospendere il servizio in Russia dopo l'invasione dell'Ucraina ha portato alla perdita di 700.000 iscritti.

Le coperture redditizie hanno aiutato Pershing Square a sopravvivere ai primi giorni della pandemia nel 2020 e poi di nuovo negli ultimi mesi quando i tassi d'interesse hanno cominciato a salire. Gli ultimi tre anni sono stati tra i migliori della vita dell'hedge fund, compreso un guadagno del 70,2% nel 2020.

Ma Ackman ha anche riconosciuto nella sua dichiarazione di mercoledì di aver imparato da tempi più magri, quando il suo fondo ha appoggiato Valeant Pharmaceuticals, una scommessa disastrosa che è costata miliardi di perdite all'hedge fund.

"Uno dei nostri insegnamenti dagli errori passati è quello di agire prontamente quando scopriamo nuove informazioni su un investimento che non sono coerenti con la nostra tesi originale. Ecco perché abbiamo fatto così in questo caso", ha scritto.