La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha accusato venerdì Newell Brands e l'ex amministratore delegato Michael Polk di aver ingannato gli investitori sulle vendite.

In un accordo, Newell e Polk, senza ammettere o negare le conclusioni della SEC, hanno accettato di pagare sanzioni civili rispettivamente di 12,5 milioni di dollari e 110.000 dollari, ha dichiarato la SEC in un comunicato.

La SEC ha detto che Newell, un'azienda di prodotti di consumo con sede in Georgia, e Polk, "hanno intrapreso azioni che hanno aumentato la crescita delle vendite di base dell'azienda, dichiarata pubblicamente, in modi che non corrispondevano alle tendenze di vendita effettive ma non dichiarate di Newell, consentendo all'azienda di annunciare risultati forti o solidi in trimestri che internamente aveva descritto come deludenti a causa di una diminuzione delle vendite".

Newell ha anticipato le vendite nei trimestri precedenti senza un'adeguata divulgazione e ha utilizzato pratiche contabili non coerenti con i Generally Accepted Accounting Principles, secondo l'ordine della SEC.

Queste azioni hanno fatto sembrare che la crescita delle vendite principali dell'azienda fosse in linea con i suoi obiettivi e hanno privato gli investitori di un'immagine accurata delle tendenze reali delle vendite di Newell, ha affermato.