Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
  1. Home
  2. Azioni
  3. Giappone
  4. Japan Exchange
  5. Nippon Steel Corporation
  6. Notizie
  7. Riassunto
    5401   JP3381000003

NIPPON STEEL CORPORATION

(5401)
  Rapporto
Tempo differito Japan Exchange  -  07:00 09/12/2022
2276.00 JPY   +0.29%
07/12Il rialzo dei tassi repo trascina le azioni indiane a perdere guadagni mercoledì; NTPC è in cima ai ritardatari
MT
07/12Il ramo costruzioni di Larsen & Toubro ottiene ordini per un valore di oltre 70 miliardi di sterline inglesi.
MT
28/11La pandemia cinese, lo yen più forte, i problemi del settore tecnologico infastidiscono il mercato azionario di Tokyo.
MT
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingCalendarioSocietàFinanzaConsensusRevisioniDerivatiFondi 
RiassuntoTutte le notizieRaccomandazione analistiAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settore

La crisi del gas fa sì che il mercato dei carichi di GNL sia nelle mani dei giganti dell'energia

27-09-2022 | 02:05
FILE PHOTO: An LNG tanker is tugged towards a thermal power station in Futtsu

L'impennata dei prezzi dei carichi di GNL ha eliminato decine di piccoli commercianti, concentrando l'attività nelle mani di una manciata di major internazionali dell'energia e delle principali società di trading globali.

Si prevede che questa morsa non si allenterà fino al 2026, quando inizierà a concretizzarsi una maggiore quantità di gas naturale liquefatto (LNG) e a diminuire i prezzi, aumentando le preoccupazioni di approvvigionamento per gli Stati più poveri che fanno affidamento su di esso per generare energia e facendo salire i costi per le grandi economie asiatiche.

Il mercato globale del GNL è più che raddoppiato dal 2011, con l'ingresso di decine di nuovi operatori e l'espansione di operatori più piccoli in Asia. Negli ultimi anni, i piccoli commercianti hanno rappresentato il 20% delle importazioni di GNL nella sola Cina.

Ma l'impennata dei prezzi dei carichi spot di GNL a 175-200 milioni di dollari, rispetto ai 15-20 milioni di dollari di due anni fa, ha avuto un impatto sismico sull'attività di trading fisico per molti operatori più piccoli.

Il capitale necessario per negoziare il mercato è aumentato dopo che i prezzi di riferimento del GNL sono saliti dai minimi storici sotto i 2 dollari per milione di unità termiche britanniche (mmBtu) nel 2020 ai massimi di 57 dollari in agosto.

A luglio, la giapponese Nippon Steel Corp, il secondo produttore di acciaio al mondo, ha acquistato un carico di GNL a 41 dollari/mmBtu. Il prezzo spot del GNL si è attestato a 40,50 dollari/mmBtu.

Di recente i prezzi sono diminuiti, toccando i 38 dollari/mmBtu lunedì, ma gli analisti affermano che rimangono a livelli che possono essere collegati a una crisi energetica in corso.

GRAFICO - Prezzi spot del GNL nell'Asia nord-orientale - Confronto annuale



"La sfida più grande che ogni partecipante al mercato deve affrontare in questo momento è il credito", ha dichiarato Ben Sutton, CEO di Six One Commodities, un commerciante di GNL con sede negli Stati Uniti che ha dovuto ridurre le operazioni dopo l'impennata dei prezzi nel terzo trimestre del 2021.

La volatilità del mercato a breve termine ha aumentato il rischio per gli operatori, con la geopolitica piuttosto che i fondamentali che guidano i movimenti dei prezzi.

"L'aumento dei valori dei carichi di GNL, insieme all'impennata della volatilità, ha... messo a dura prova gli operatori che operano con bilanci più piccoli", ha detto Tamir Druz, amministratore delegato di Capra Energy, una società di consulenza sul GNL.

In Asia, un dirigente del settore commerciale ha dichiarato a Reuters che alcuni operatori più piccoli hanno lasciato gli uffici "inattivi" nell'hub commerciale di Singapore, mentre i commercianti cinesi di secondo livello e alcune aziende coreane hanno ridotto l'attività a causa della difficoltà di ottenere finanziamenti.

"L'LNG è tornato ad essere la merce dei ricchi", ha dichiarato Pablo Galante Escobar, responsabile globale dell'LNG presso il trader energetico Vitol, alla conferenza internazionale Gastech di questo mese a Milano.

'PIÙ ALTO E PIÙ LUNGO'

Le condizioni sono ora fortemente sbilanciate a favore degli operatori con portafogli ampi e diversificati e con bilanci solidi, come le major petrolifere Shell, BP e TotalEnergies e le principali società di trading, tra cui Vitol, Trafigura, Gunvor e Glencore.

BP, Shell, Trafigura e Glencore hanno rifiutato di commentare. TotalEnergies, Vitol e Gunvor non hanno risposto immediatamente alla richiesta di commento di Reuters.

Si stima che Shell e TotalEnergies abbiano un portafoglio combinato di 110 milioni di tonnellate dell'attuale mercato del GNL di 400 milioni di tonnellate (MT), ha dichiarato Jason Feer, responsabile globale della business intelligence della società di consulenza energetica e marittima Poten & Partners.

Entrambe hanno costruito portafogli, con Shell che ha acquistato BG e TotalEnergies che ha acquisito il braccio LNG di Engie. Entrambe sono anche partner del North Field del Qatar, uno dei più grandi progetti di GNL.

Se aggiungiamo il portafoglio di Qatar Energy, che ammonta a 70 milioni di tonnellate, e quello di BP, che è stimato intorno ai 30 milioni, significa che quattro operatori rappresentano più della metà del mercato.

Sebbene l'aumento dei tassi di interesse stia aumentando i costi di negoziazione, questi non hanno ancora preoccupato i grandi operatori, per i quali l'aumento della pressione sui prezzi rappresenta un punto di forza, hanno detto le fonti del settore.

Shell e TotalEnergies hanno registrato profitti da record, mentre il profitto record del primo semestre 2022 di Vitol ha superato i risultati dell'intero 2021.

Guy Broggi, consulente indipendente in materia di GNL, ha affermato che Shell e TotalEnergies sono state le principali vincitrici in quanto partner e acquirenti degli impianti egiziani di Damietta e Idku, insieme a BP e all'italiana ENI, vendendo GNL ben al di sopra del prezzo target del Governo di 5 dollari/mmbtu.

In qualità di acquirenti di GNL statunitense tramite contratti a lungo termine, Shell e TotalEnergies hanno anche ottenuto enormi guadagni dalla rivendita di carichi statunitensi a basso prezzo ai mercati europei a prezzi più elevati.

"Stiamo entrando in un territorio inesplorato per quanto riguarda i mercati del GNL e le conseguenze dell'attuale crisi con la Russia sono difficili da comprendere, non solo per il GNL. Una cosa certa è che i prezzi sono destinati a rimanere più alti e più a lungo", ha detto Broggi.

'DIFFICILE COMPETERE'

I prezzi elevati dei carichi di GNL stanno anche aumentando la povertà energetica a livello globale, poiché alcuni carichi, inizialmente destinati ai Paesi più poveri, finiscono per essere dirottati verso gli acquirenti europei.

Le spedizioni di GNL degli Stati Uniti si spostano verso l'Europa:

"Il Pakistan e il Bangladesh emergono come grandi perdenti, in quanto entrambi avevano strategie di approvvigionamento con un'alta percentuale di acquisti spot e si sono trovati ad affrontare la crisi energetica di quest'anno", ha dichiarato Felix Booth, responsabile del settore GNL presso la società di analisi dei dati Vortexa.

A luglio, Pakistan LNG Limited (PLL) non ha ricevuto offerte in una gara d'appalto per importare 10 carichi di GNL.

Il Ministero del Petrolio indiano ha mostrato che l'India ha pagato il 20% in più su base annua per le sue importazioni di GNL di luglio, per un valore di 1,2 miliardi di dollari, mentre i volumi mensili delle importazioni sono ulteriormente diminuiti a causa degli alti prezzi spot.

"Finché non costruiremo più infrastrutture e non metteremo in acqua più navi... sarà difficile competere con i mercati ben consolidati", ha detto Charlie Riedl, direttore esecutivo del gruppo commerciale Center for Liquefied Natural Gas (CLNG).

Lo sviluppo lento dei progetti e il possibile ritorno della Cina dalle limitazioni legate al COVID manterranno i prezzi elevati, ha detto Feer di Poten & Partners.

"La situazione potrebbe peggiorare se la Cina tornasse sul mercato in modo massiccio. Quest'anno la Cina è stata fuori dal mercato a causa della minore domanda dovuta ai suoi blocchi e alla crescita economica più lenta. Questo ha permesso al volume di fluire verso l'Europa", ha aggiunto Feer.


© MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
BP PLC -0.43%461.95 Prezzo in differita.39.77%
BRENT OIL 0.24%76.63 Prezzo in differita.-1.85%
ENGIE 0.64%14.384 Prezzo in tempo reale.10.53%
ENI SPA 0.01%13.526 Prezzo in differita.10.67%
EQUINOR ASA -1.96%358.2 Prezzo in tempo reale.54.87%
FATHOM HOLDINGS INC. 0.17%5.81 Prezzo in differita.-71.60%
GLENCORE PLC -1.11%542.5 Prezzo in differita.44.69%
MSCI SINGAPORE (GDTR) 0.18%5637.87 Prezzo in tempo reale.-11.03%
NIPPON STEEL CORPORATION 0.29%2276 Prezzo in differita.20.81%
S&P GSCI NATURAL GAS INDEX 4.10%287.8172 Prezzo in tempo reale.55.05%
TOTALENERGIES SE -0.92%56.29 Prezzo in tempo reale.26.13%
US DOLLAR / RUSSIAN ROUBLE (USD/RUB) 0.00%62.5 Prezzo in differita.-16.73%
WTI -0.79%71.473 Prezzo in differita.-3.72%
Tutte le notizie su NIPPON STEEL CORPORATION
07/12Il rialzo dei tassi repo trascina le azioni indiane a perdere guadagni mercoledì; NTPC ..
MT
07/12Il ramo costruzioni di Larsen & Toubro ottiene ordini per un valore di oltre 70 miliard..
MT
28/11La pandemia cinese, lo yen più forte, i problemi del settore tecnologico infastidiscono..
MT
24/11Nippon Steel punta ad altre partecipazioni in miniere di carbone da coke per assicurars..
MR
21/11Il Gruppo indiano Essar è libero dal debito dopo aver rimborsato 25 miliardi di dollari
MR
15/11L'indiana Essar chiede 350 milioni di dollari a Nayara, sostenuta dalla Russia, per un ..
MR
02/11L'utile attribuibile di Nippon Steel è aumentato del 25% nel primo semestre fiscale.
MT
01/11Nippon Steel alza le previsioni di profitto grazie a margini più elevati
MR
01/11Nippon Steel Corporation annuncia un dividendo intermedio per l'anno fiscale 2023, che ..
CI
01/11Nippon Steel Corporation riporta la produzione di acciaio grezzo consolidata e non cons..
CI
Altre news
Raccomandazioni degli analisti su NIPPON STEEL CORPORATION
Altre raccomandazioni
Dati finanziari
Fatturato 2023 7 784 Mld 57 081 M 54 164 M
Risultato netto 2023 603 Mld 4 422 M 4 196 M
Indebitamento netto 2023 1 762 Mld 12 924 M 12 264 M
P/E ratio 2023 3,65x
Rendimento 2023 7,56%
Capitalizzazione 2 096 Mld 15 369 M 14 584 M
VS / Fatturato 2023 0,50x
VS / Fatturato 2024 0,50x
N. di dipendenti 106 528
Flottante 90,9%
Grafico NIPPON STEEL CORPORATION
Durata : Periodo :
Nippon Steel Corporation: grafico analisi tecnica Nippon Steel Corporation | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica NIPPON STEEL CORPORATION
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRialzistaNeutraleNeutrale
Evoluzione del Conto dei Risultati
Consensus
Vendita
Buy
Raccomandazione media ACCUMULATE
Numero di analisti 11
Ultimo prezzo di chiusura 2 276,00 JPY
Prezzo obiettivo medio 2 660,00 JPY
Differenza / Target Medio 16,9%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Eiji Hashimoto President & Representative Director
Kosei Shindo Chairman
Mutsutake Otsuka Independent Outside Director
Ichiro Fujisaki Independent Outside Director
Noriko Iki Independent Outside Director
Settore e Concorrenza
Var. 1genCapi. (M$)
NIPPON STEEL CORPORATION20.81%15 301
NUCOR CORPORATION31.23%38 700
ARCELORMITTAL-8.33%22 203
STEEL DYNAMICS, INC.73.35%19 320
TATA STEEL LIMITED-0.63%16 622
POSCO HOLDINGS INC.3.46%16 500