Le azioni cinesi e di Hong Kong sono scese martedì a causa delle persistenti preoccupazioni economiche e delle tensioni geopolitiche che hanno pesato sul sentimento, con scambi ridotti in vista della festa nazionale cinese.

** L'indice cinese delle blue-chip CSI 300 ha chiuso la sessione in ribasso dello 0,6%, mentre l'indice Shanghai Composite è sceso dello 0,4%. L'indice Hang Seng di Hong Kong ha perso lo 0,9%, toccando un minimo di chiusura di 10 mesi.

** La maggior parte dei settori è scesa in Cina. Il settore bancario è scivolato dello 0,4% e l'Indice della Difesa ha perso l'1,1%.

** Il recente miglioramento di alcuni indici di attività economica ha convinto molti partecipanti al mercato che l'economia cinese ha già toccato il fondo, ma "rimaniamo cauti", ha dichiarato Nomura in una nota.

** Molti sviluppatori privati nelle città di livello inferiore sono ancora intrappolati, l'aumento dei prezzi delle materie prime importate e dell'energia non è stato trasmesso ai settori a valle, e "le tensioni geopolitiche non sono realmente migliorate, se non peggiorate", ha aggiunto Nomura.

** L'amministrazione del Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha imposto lunedì nuove restrizioni commerciali a 11 aziende cinesi e cinque russe, accusando alcune di fornire componenti per la costruzione di droni per lo sforzo bellico della Russia in Ucraina.

** Gli ultimi sviluppi di China Evergrande e China Oceanwide Holdings hanno invertito una breve tregua iniziale per il settore immobiliare, che rappresenta circa un quarto dell'economia cinese.

** Un indice che tiene traccia degli sviluppatori della Cina continentale quotati a Hong Kong è sceso del 2,2%, con Country Garden e Longfor Group che sono crollati rispettivamente del 4,2% e del 3,3%. (Redazione di Shanghai Newsroom; Redazione di Rashmi Aich e Varun H K)