Nvidia desidera stabilire una base in Vietnam per sviluppare l'industria dei semiconduttori del Paese, poiché considera il mercato vietnamita un mercato importante, ha dichiarato il governo vietnamita, citando l'amministratore delegato del chipmaker statunitense.

Durante la sua prima visita nel Paese del Sud-Est asiatico, l'amministratore delegato di Nvidia, Jensen Huang, ha detto che l'azienda considera il Vietnam come la sua casa e ha affermato i suoi piani per creare un centro nel Paese.

"La base servirà ad attrarre talenti da tutto il mondo per contribuire allo sviluppo dell'ecosistema dei semiconduttori e della digitalizzazione del Vietnam", ha dichiarato il governo vietnamita citando Huang dopo l'incontro con il Primo Ministro Pham Minh Chinh.

Nvidia, che ha già investito 250 milioni di dollari in Vietnam, discuterà di accordi di cooperazione sui semiconduttori con le aziende tecnologiche vietnamite e le autorità in un incontro che si terrà lunedì, come ha riferito Reuters venerdì.

Il Vietnam, che ospita grandi fabbriche di assemblaggio di chip, tra cui la più grande di Intel a livello globale, sta cercando di espandersi nella progettazione di chip e possibilmente nella produzione di chip, dato che le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina creano opportunità per il Vietnam nel settore.

Il produttore di chip ha già stretto una partnership con le principali aziende tecnologiche vietnamite per implementare l'AI nei settori del cloud, dell'automotive e dell'assistenza sanitaria, come dimostra un documento pubblicato dalla Casa Bianca a settembre, quando Washington ha aggiornato le relazioni diplomatiche con il Vietnam.