BERLINO (dpa-AFX) - Il Governo tedesco vuole utilizzare gli sgravi fiscali per garantire che ci siano di nuovo più appartamenti in affitto a prezzi accessibili. Le aziende che offrono alloggi a prezzi accessibili in modo permanente devono ricevere sgravi fiscali. Tale regolamento è stato varato dal Consiglio dei Ministri mercoledì. Ora sarà discussa dal Bundestag.

La cosiddetta 'Wohngemeinnützigkeit' non è uno strumento nuovo, sebbene sia stata abolita in Germania nel 1990. SPD, Verdi e FDP avevano previsto di riattivarlo nell'accordo di coalizione.

Chi desidera beneficiare degli sgravi fiscali deve offrire la propria casa in modo permanente ad un affitto inferiore a quello di mercato. A differenza degli alloggi sociali, questi appartamenti non escono dal controllo dei prezzi dopo alcuni anni.

Il Governo federale ipotizza che circa 100 imprese sociali, associazioni e fondazioni di beneficenza abbiano potuto usufruire dello schema. Circa 105.000 inquilini a basso reddito potrebbero beneficiarne.

Tuttavia, l'associazione degli inquilini dubita fortemente che il concetto porterà effettivamente a un numero maggiore di alloggi a prezzi accessibili in modo permanente. Mancano le agevolazioni per gli investimenti, ha dichiarato il Presidente Lukas Siebenkotten. "Secondo gli esperti, questo aiuterà solo le aziende che sono già organizzazioni no-profit".

L'industria dell'edilizia residenziale vede gli sgravi fiscali come un'aggiunta sensata nella lotta contro la carenza di alloggi - ma ha fatto appello al Governo affinché istituisca un sistema di sovvenzioni più ampio. Secondo l'associazione di settore GdW, attualmente c'è una carenza di 800.000 appartamenti. Alla luce dei tassi d'interesse permanentemente più alti e dei costi simultaneamente in aumento, questo obiettivo può essere raggiunto solo attraverso un programma di tassi d'interesse a breve termine./tam/DP/stw