Giovedì Pernod Ricard ha riportato vendite del terzo trimestre peggiori del previsto, in quanto le sue grandi attività negli Stati Uniti e in Cina sono rimaste sotto forte pressione, lasciando le sue previsioni per l'intero anno basate su una ripresa della domanda nei prossimi mesi.

I consumatori hanno ridotto gli alcolici costosi nelle due principali economie mondiali e Pernod, che produce il cognac Martell e la vodka Absolut, sperava che le tendenze migliorassero dopo aver tagliato le previsioni per l'intero anno a febbraio.

Ma il produttore di alcolici di stile occidentale numero 2 al mondo, giovedì, ha sottolineato un Capodanno lunare "morbido" in Cina, quando le grandi celebrazioni di solito stimolano le vendite di alcolici.

Gli investitori in settori che vanno dalle bevande ai beni di lusso sono preoccupati per la domanda cinese, in quanto l'economia è in crisi.

Negli Stati Uniti, i grossisti e i dettaglianti hanno continuato a tagliare gli alcolici costosi dalle loro scorte, mentre le vendite si sono allontanate dai picchi straordinari registrati dopo il COVID-19, ha detto Pernod.

Ha lasciato invariata la sua guidance per l'intero anno, scommettendo che le vendite "dinamiche" del quarto trimestre possano aiutare a realizzare la sua guidance per una performance annuale ampiamente stabile.

Le vendite di Pernod si sono attestate a 2,35 miliardi di euro (2,51 miliardi di dollari) nei tre mesi conclusi il 31 marzo - piatte a parità di condizioni, rispetto alle aspettative degli analisti di una crescita del 2,9%.

In Cina, le vendite sono crollate del 12% nel terzo trimestre e negli Stati Uniti sono diminuite dell'11%. In India, invece, la forte domanda dei consumatori ha incrementato le vendite dell'8%.

Ma tutte le regioni sono state inferiori alle aspettative, in un "altro trimestre difficile" per l'azienda, ha dichiarato James Edwardes Jones, analista di RBC Capital Markets.

Pernod ha previsto che l'utile organico delle operazioni ricorrenti crescerà dell'1% nell'intero anno che si concluderà il 30 giugno, con un'espansione del margine organico.

Ha dichiarato di puntare ancora a una crescita delle vendite a medio termine, verso la parte alta del range 4-7%.

(1 dollaro = 0,9338 euro)