Polestar intende lanciarsi in sette mercati il prossimo anno, ha dichiarato lunedì il produttore svedese di veicoli elettrici, cercando di attirare nuovi clienti.

L'azienda entrerà in Francia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Polonia, Tailandia e Brasile nel 2025.

PERCHÉ È IMPORTANTE

Le consegne sono crollate del 40% nel primo trimestre e l'espansione in nuovi mercati potrebbe fornire a Polestar vendite forti per negoziare accordi migliori con i fornitori.

L'entusiasmo per gli EV si è raffreddato in tutto il mondo, portando a perdite crescenti in molte aziende. Polestar ha ritardato i suoi risultati del primo trimestre per la seconda volta il mese scorso e prevede di comunicare gli utili entro la fine di giugno.

CONTESTO

La domanda di veicoli elettrici è cresciuta a un ritmo più lento del previsto, influenzata dagli alti tassi di interesse, dall'ansia per l'autonomia di guida in una singola carica e dalla lenta espansione delle reti pubbliche di ricarica rapida.

IN NUMERI

L'azienda prevede che l'aumento delle consegne dei SUV Polestar 3 e Polestar 4 contribuirà alle entrate nel corso dell'anno. Polestar punta a consegnare 155.000-165.000 auto nel 2025, rispetto alle 54.600 del 2023.

REAZIONE DEL MERCATO

Le azioni del produttore svedese di veicoli elettrici quotate negli Stati Uniti sono salite di circa il 7% a 72 centesimi nelle contrattazioni prima della campana. Sono crollate di quasi il 70% quest'anno, fino all'ultima chiusura. (Servizio di Akash Sriram a Bengaluru; Redazione di Sriraj Kalluvila)