FRANKFURT (dpa-AFX) - Le azioni Puma continuano il loro recupero dopo i dati annuali. Martedì sono salite dello 0,6% a 42,67 euro. Hanno raggiunto un picco di 44 euro, il livello più alto da metà gennaio. All'inizio di febbraio avevano toccato il minimo dal 2018 a 35,60 euro, ma da allora il recupero è stato di circa un quinto. Nonostante il calo degli utili, Puma intende pagare un dividendo stabile.

I risultati finali del produttore di articoli sportivi sono stati in linea con le aspettative dopo i dati chiave presentati a gennaio, ha detto l'analista di Deutsche Bank Adam Cochrane in uno studio. Anche le prospettive non sono state sorprendenti. Sebbene l'umore degli investitori di Puma sia ancora sottotono, l'azienda sta tornando ad avere uno slancio positivo sugli utili. La valutazione delle azioni rimane ben al di sotto di quella dei concorrenti.

L'esperto Cochrane ritiene che questo contesto sia alla base dell'enorme potenziale di rialzo delle azioni: con un obiettivo di 63 euro, l'esperto vede quasi la metà del rialzo e quindi non è nemmeno il massimo dell'ottimismo. Gli esperti di Goldman Sachs e Warburg vedono un potenziale molto maggiore, fino a 88 euro./tih/jha/