(Alliance News) - Redelfi Spa ha comunicato martedì di aver avviato, con il supporto tecnico di AFRY, primario fornitore di servizi di ingegneria quotato al Nasdaq di Stoccolma, il processo autorizzativo per otto progetti di Battery Energy Storage System stand alone in Italia, per una capacità di circa 1,43 GW, pari a circa un terzo dell'intera pipeline italiana di 4,3 GW presentata nel Piano Industriale 2023-2026 e successivamente aggiornata.

L'inizio del procedimento amministrativo di autorizzazione dei progetti rappresenta uno step di avanzamento rilevante per lo sviluppo della pipeline italiana, che attualmente è composta dalla cosiddetta "Pipeline Redelfi" per una capacità di 950 MW e dalla cosiddetta "Pipeline Bright Storage" recentemente ampliata fino a una capacità di 3,3 GW.

"La collaborazione con AFRY rappresenta una scelta strategica sia per il raggiungimento degli obiettivi prefissati nel Piano Industriale 2023-2026 sia per sviluppi futuri, nonché per l'importante valore aggiunto apportato a Redelfi nelle attività di basic design e nel processo autorizzativo, al fine di raggiungere con efficienza lo stadio "Ready-To-Build" dei progetti BESS", si legge nel comunicato della società.

AFRY, società quotata al Nasdaq di Stoccolma, fornisce servizi di ingegneria, progettazione e consulenza nell'ambito delle attività relative alla decarbonizzazione e alla transizione energetica. La società opera principalmente nei settori dell'industria, dell'energia e delle infrastrutture dei trasporti.

Redelfi cede l'1,1% a EUR5,61 per azione.

Di Chiara Bruschi, Alliance News reporter

Commenti e domande a redazione@alliancenews.com

Copyright 2024 Alliance News IS Italian Service Ltd. Tutti i diritti riservati.