SALZGITTER (dpa-AFX) - Dopo il profit warning di settembre, il gruppo siderurgico Salzgitter ha tagliato anche le previsioni di vendita per l'anno in corso. In considerazione del debole sviluppo economico in Germania e del "contesto estremamente volatile", le vendite dovrebbero raggiungere solo circa 11 miliardi di euro invece di 11,5-12 miliardi, ha annunciato a sorpresa mercoledì a Salzgitter la società quotata in borsa SDax. Dopo che i dati del terzo trimestre hanno superato le aspettative del mercato, il management si è attenuto agli obiettivi di utile massimo per il 2023. Il titolo Salzgitter è inizialmente salito dopo la notizia nel pomeriggio, ma poco dopo è passato in rosso.

Secondo i dati preliminari, Salzgitter ha realizzato un fatturato di 8,4 miliardi di euro nei primi nove mesi, rispetto ai 9,8 miliardi dell'anno precedente. Prima delle imposte, il gruppo ha realizzato un utile di 254 milioni di euro, con un crollo del 78%. Secondo le informazioni, 20 milioni dell'utile al lordo delle imposte provengono dalla partecipazione nel gruppo del rame Aurubis, dopo i 116 milioni dell'anno precedente. Secondo le informazioni, Salzgitter ha comunque ottenuto risultati migliori di quanto previsto dagli analisti.

Per l'intero anno, la Direzione generale continua a prevedere un utile ante imposte tra i 200 e i 250 milioni di euro. Tuttavia, i costi delle materie prime, i prezzi dei metalli preziosi e le fluttuazioni dei tassi di cambio potrebbero ancora "influenzare significativamente" il risultato. A settembre, Aurubis e il suo principale azionista Salzgitter avevano inizialmente ritirato le loro previsioni di profitto, per poi abbassarle notevolmente. Il motivo era una presunta frode da parte di singoli fornitori di rottami di Aurubis. Salzgitter intende pubblicare i dati finali del terzo trimestre il 13 novembre, come previsto.