General Motors ha dichiarato giovedì che prevede una riduzione significativa dei costi di produzione dei veicoli elettrici nel 2024, grazie all'aumento della produzione di modelli a più alto profitto.

Il Chief Financial Officer di GM, Paul Jacobson, ha dichiarato in occasione di un evento Barclays che la casa automobilistica vedrà dei miglioramenti l'anno prossimo nei margini dei veicoli elettrici, mentre prevede di raggiungere obiettivi di margine di guadagno prima degli interessi e delle imposte a una cifra media entro il 2025.

"Non vogliamo essere la prossima Tesla. Vogliamo essere la migliore GM possibile", ha detto Jacobson.

I suoi commenti sono arrivati un giorno dopo che GM ha intrapreso una serie di passi per rassicurare gli investitori, tra cui l'annuncio di 10 miliardi di dollari in nuovi riacquisti di azioni, un aumento del dividendo del 33% e una spesa "sostanzialmente inferiore" per la sua unità di robotaxi Cruise.

GM, che ha promesso di non vendere più veicoli a gas entro il 2035, il mese scorso ha dichiarato che avrebbe abbandonato l'obiettivo di costruire 400.000 veicoli elettrici dal 2022 alla metà del 2024.

Jacobson ha detto giovedì che GM vedrà un aumento "significativo" della produzione di veicoli elettrici l'anno prossimo. "Prevediamo ancora di avere 1 milione di unità di capacità (EV) entro il 2025", ha detto.

Jacobson ha detto che GM ridurrà i costi fissi nel 2024 sugli EV di circa 20.000 dollari per veicolo rispetto al 2023.

I calcoli di GM sui profitti degli EV includono i crediti d'imposta per la produzione di batterie e i benefici per la riduzione dei gas serra.

GM prevede inoltre di produrre più veicoli EV ad alto profitto nel 2024, come l'Hummer e il Blazer EV, e "un numero significativamente inferiore di Bolt nel 2024, in quanto chiuderemo quella linea per poi reintrodurre il Bolt di prossima generazione".

Quasi tutti i 56.000 EV statunitensi che GM ha venduto quest'anno sono Chevrolet Bolt.

GM prevede anche una riduzione significativa dei costi delle batterie, comprese le materie prime delle batterie e le mosse per diminuire in modo significativo la dipendenza dalle celle delle batterie importate, più costose.

GM e il partner di joint venture LG Energy Solution stanno costruendo tre impianti di celle per batterie negli Stati Uniti, tra cui uno inaugurato in Ohio lo scorso anno.

Ad aprile, GM ha dichiarato che sta costruendo un nuovo impianto di batterie in joint venture con Samsung SDI. Jacobson ha detto che la JV Samsung "porterà online batterie a costi ancora più bassi nel 2026 e oltre". (Servizio di David Shepardson, a cura di Chris Reese)