Quarantatre persone che erano a bordo di un volo Singapore Airlines che ha subito una forte turbolenza rimangono ricoverate a Bangkok quattro giorni dopo l'emergenza, ha dichiarato sabato un ospedale della capitale thailandese.

I 43 pazienti sono ricoverati in tre diversi ospedali di Bangkok, ha dichiarato l'ospedale Samitivej Srinakarin in un comunicato.

All'ospedale Samitivej Srinakarin, dove si trovano 34 dei pazienti, sette sono in terapia intensiva - tre australiani, due malesi, un britannico e un neozelandese, ha detto la dichiarazione.

Gli altri 27 pazienti del volo che si trovano in ospedale comprendono otto britannici, sei australiani, cinque malesi e due cittadini filippini, secondo la dichiarazione.

Due persone sono state dimesse dal Samitivej Srinakarin, mentre due dall'ospedale Samitivej Sukhumvit sono state trasferite al Samitivej Srinakarin per raggiungere i parenti ricoverati, ha detto la dichiarazione.

Giovedì, il direttore dell'ospedale Samitivej Srinakarin ha dichiarato ai giornalisti che 22 pazienti avevano lesioni al midollo spinale e sei lesioni al cervello e al cranio, ma nessuno era in pericolo di vita.

Un passeggero è morto per un sospetto attacco cardiaco e decine di persone sono rimaste ferite martedì, dopo che il volo SQ321 della Singapore Airline, in volo da Londra a Singapore, ha incontrato quelle che la compagnia aerea ha descritto come turbolenze improvvise ed estreme mentre sorvolava il Myanmar.

Il volo, che trasportava 211 passeggeri e 18 membri dell'equipaggio, è stato deviato a Bangkok per un atterraggio di emergenza.