Le compagnie aeree stanno mostrando maggiore interesse per la tecnologia di previsione delle turbolenze dopo due incidenti che hanno fatto notizia nelle ultime settimane, ma si stanno trattenendo dall'obbligare i passeggeri a rimanere sempre allacciati alle cinture di sicurezza, secondo l'organismo mondiale delle compagnie aeree IATA.

Il mese scorso, una drammatica perdita di quota su un volo Singapore Airlines ha provocato decine di feriti e il primo decesso legato alle turbolenze dell'aereo in 25 anni. Giorni dopo, altri 12 sono rimasti feriti a causa di una turbolenza su un volo Qatar Airways.

"Non esiste una pallottola d'argento quando si tratta di turbolenze. Ma più informazioni e più dati miglioreranno sicuramente la situazione", ha detto Nick Careen, vicepresidente senior, operazioni, sicurezza e protezione, presso l'Associazione Internazionale del Trasporto Aereo (IATA).

L'aviazione sta assistendo ad un aumento delle segnalazioni di turbolenze e di incidenti, ma le turbolenze negative rimangono rare e la loro gravità non è aumentata, ha detto Careen in occasione del raduno annuale della IATA a Dubai.

I passeggeri a bordo del volo SQ321 di Singapore hanno detto che l'equipaggio e le persone non allacciate hanno lasciato il pavimento e hanno sbattuto contro il soffitto della cabina, rompendolo in alcuni punti.

L'incidente ha messo sotto i riflettori le pratiche delle cinture di sicurezza, con le compagnie aeree che di solito permettono ai passeggeri di slacciare le cinture durante le normali condizioni di crociera, mentre raccomandano di tenerle allacciate.

"Non credo che ci sia un conflitto", ha detto a Reuters il Direttore Generale della IATA Willie Walsh.

Walsh e l'amministratore delegato di Lufthansa Carsten Spohr - entrambi ex piloti - hanno dichiarato di tenere sempre le cinture allacciate quando volano.

La turbolenza, o sacche di aria disturbata, può far tremare un aereo o farlo cadere improvvisamente. È la principale causa di lesioni in volo, ma di solito non provoca altro che il disagio dei passeggeri.

L'anno scorso è stato il più sicuro dell'aviazione secondo molti parametri e i moderni jet commerciali sono costruiti per far fronte a forze molte volte superiori a quelle sperimentate in volo.

Ciononostante, la IATA identifica la turbolenza come una "grande preoccupazione per la sicurezza" e un onere economico quando i piloti cambiano rotta.

Il capo di Emirates ha detto di aspettarsi che le politiche del settore relative alle turbolenze e alle cinture di sicurezza diventino più conservative dopo l'incidente di Singapore Airlines.

La Greater Bay Airlines, con sede a Hong Kong, ha dichiarato la scorsa settimana che stava aggiornando la politica per ricordare ai passeggeri di allacciare le cinture di sicurezza in ogni momento, come misura "precauzionale" ma non "obbligatoria".

Singapore Airlines ha dichiarato che adotterà un approccio più cauto, tra cui non servirà bevande calde o pasti quando il segnale delle cinture di sicurezza è acceso.

"Penso che ora sia chiaro quanto sia importante, soprattutto per i passeggeri, seguire le direttive che vengono loro impartite", ha detto l'amministratore delegato di RwandAir Yvonne Makolo.

CONDIVISIONE DEI DATI

La turbolenza ha molte cause, la più evidente è l'instabilità dei modelli meteorologici che scatenano le tempeste. Questo può essere rilevato dai radar meteorologici.

Un altro tipo, la turbolenza dell'aria chiara, è un vortice improvviso e grave anche in assenza di nuvole. Queste sacche d'aria invisibili sono difficili da prevedere.

Le tecnologie di previsione delle turbolenze si stanno evolvendo.

Nel 2020 la IATA ha lanciato la piattaforma di scambio dati Turbulence Aware per condividere informazioni in tempo reale tra gli aeromobili partecipanti.

Finora, tuttavia, solo 21 delle oltre 300 compagnie aeree della IATA la utilizzano. Emirates ha aderito la scorsa settimana, aggiungendo circa 140 aeromobili alla rete.

Alcune ricerche suggeriscono che le turbolenze potrebbero peggiorare con il cambiamento climatico.

Singapore Airlines ha dichiarato che il volo SQ321 ha riscontrato una "turbolenza estrema e improvvisa", ma senza specificare quale tipo di turbolenza fosse coinvolta.

Un rapporto preliminare del Ministero dei Trasporti di Singapore ha detto che un rapido cambiamento della forza gravitazionale e una caduta di 54 metri di altitudine hanno probabilmente causato il volo dei passeggeri e dell'equipaggio.

Guliz Ozturk, CEO della compagnia low-cost turca Pegasus Airlines, ha dichiarato di aver rivisto le politiche di annuncio della cabina e del pilota e che prenderà in considerazione l'investimento in tecnologie predittive. (Relazioni di Lisa Barrington; Alexander Cornwell, Aditi Shah e Tim Hepher a Dubai; Redazione di Mark Potter)