Gli sviluppatori di chip AI sudcoreani Rebellions Inc e Sapeon Korea Inc stanno perseguendo una fusione, ha detto mercoledì la società madre di Sapeon, SK Telecom Co, nell'ultimo tentativo della Corea del Sud di sfidare il leader mondiale dei chip AI Nvidia, mentre continua il boom dell'intelligenza artificiale.

Il consolidamento mira a conquistare il mercato globale dei semiconduttori AI entro i prossimi due o tre anni, una finestra temporale che la Corea del Sud non deve lasciarsi sfuggire, dato che la concorrenza dell'AI si intensifica in tutto il mondo, ha dichiarato SK Telecom in un comunicato.

La società risultante dalla fusione cercherà di conquistare una posizione forte nelle unità di elaborazione neurale (NPU) utilizzate nell'AI, con Rebellions responsabile della gestione dell'entità risultante dalla fusione.

Il chip ATOM della startup Rebellions, lanciato l'anno scorso, è stato il primo NPU sviluppato in Corea del Sud ad essere utilizzato in un centro dati per un modello linguistico di grandi dimensioni (LLM) ed è entrato in produzione di massa quest'anno. Sapeon ha presentato il suo chip AI di nuova generazione X330 nel novembre dello scorso anno.

Data la velocità di penetrazione dell'AI in varie applicazioni, si prevede che la fusione venga firmata nel terzo trimestre di quest'anno e che l'azienda combinata venga lanciata entro la fine dell'anno, ha detto SK Telecom.