Le catene di approvvigionamento globali di terre rare si stanno riallineando per diversificarsi dal produttore principale, la Cina, per produrre magneti permanenti utilizzati in prodotti come veicoli elettrici, turbine eoliche e droni.

Di seguito sono elencate le aziende che hanno o stanno costruendo impianti di produzione di composti di terre rare, metalli e magneti per ridurre l'attuale dipendenza quasi totale dell'Occidente dalle importazioni dalla Cina.

La lavorazione delle terre rare avviene in due fasi principali. La prima prevede l'estrazione delle terre rare da minerali contenenti altri minerali e la loro concentrazione in un concentrato misto di terre rare o carbonato. La seconda è una fase più complessa che separa le terre rare in singoli composti di ossido. Da lì i prodotti vengono trasformati in metalli utilizzati per produrre magneti.

TERRE RARE LYNAS

Lynas Rare Earths è il maggior fornitore mondiale di composti di terre rare al di fuori della Cina, dalla sua miniera di Mount Weld in Australia. Ha operazioni di lavorazione in Australia e in Malesia e sta costruendo un impianto di lavorazione di terre rare pesanti in Texas, con l'aiuto di 288 milioni di dollari di finanziamenti della Difesa statunitense, che dovrebbe entrare in funzione nell'anno fiscale 2026. Sarà in grado di processare materiale di terzi.

SOLVAY

Il produttore belga di prodotti chimici Solvay sta espandendo la lavorazione delle terre rare presso le sue attività di La Rochelle in Francia, con l'obiettivo di lanciare la separazione e la produzione di ossidi di terre rare necessari per la produzione di magneti permanenti nel 2025. Attualmente Solvay lavora le terre rare per altri usi, come i catalizzatori per auto. A marzo, Solvay ha firmato un memorandum d'intesa con il partner francese di terre rare Carester per esaminare le opportunità di produzione per la catena di fornitura di magneti permanenti in Europa. Ha anche un accordo per acquistare ossidi di terre rare da materiale riciclato dalla start-up canadese di tecnologia pulita Cyclic Materials.

Carester, con sede in Francia, mira a riciclare 2.000 tonnellate metriche di magneti e a separare 5.000 tonnellate di concentrati di terre rare pesanti dall'estrazione mineraria all'anno a partire dal 2026.

VACUUMSCHMELZE

La tedesca Vacuumschmelze, uno dei maggiori produttori di magneti permanenti al di fuori della Cina, ha attività produttive in Germania, Slovacchia, Finlandia, Cina e Malesia. In ottobre è stata acquistata dalla società di private equity statunitense Ara Partners.

Ha ottenuto un finanziamento governativo statunitense di 111,6 milioni di dollari per costruire un impianto di magneti al neodimio-ferro-boro in South Carolina. L'impianto dovrebbe essere completato entro la fine del 2025.

L'azienda ha un accordo di fornitura di magneti con General Motors e rifornisce il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

METALLI MENO COMUNI

Less Common Metals, con sede nel Regno Unito, produce metalli/leghe di terre rare dalla sua base nel nord dell'Inghilterra e fa parte del progetto europeo Supreemo per stabilire una catena di valore europea delle terre rare.

REETEC

REEtec, in Norvegia, sostenuta dal minatore svedese LKAB, sta costruendo un impianto commerciale di separazione delle terre rare che dovrebbe entrare in produzione nel 2025. Sta discutendo con le aziende per fornire il concentrato per l'impianto.

ILUKA

Il produttore australiano di sabbie minerali Iluka Resources sta costruendo la sua raffineria di terre rare di Eneabba, nel nord-ovest del Paese, che tratterà terre rare pesanti provenienti dalle sue miniere e da terzi come Northern Minerals. La messa in funzione è prevista per la fine del 2026. Iluka ha ottenuto un prestito di 1 miliardo di dollari australiani (660 milioni di dollari) dal Governo australiano per quella che sarà la prima raffineria di terre rare completamente integrata in Australia.

POSCO, STAR GROUP

La sudcoreana Posco International fornirà magneti permanenti prodotti da Star Group alle case automobilistiche tedesche e statunitensi a partire dal 2025, provenienti da Stati Uniti, Australia e Vietnam. Star Group, società privata, è l'unico produttore di magneti permanenti di terre rare in Corea del Sud.

GIAPPONE

Il Giappone ha un mercato di magneti ben sviluppato che rifornisce le sue industrie automobilistiche e di alta tecnologia. Tra i maggiori produttori ci sono Shin-Etsu Chemical, TDK Corp e Proterial.

VTRE

Il trasformatore di terre rare del Vietnam VTRE, che aveva accordi di partnership con gli sviluppatori australiani di terre rare Blackstone Minerals e Australian Strategic Materials, ha sospeso la produzione alla fine dello scorso anno, dopo che il suo presidente è stato arrestato per aver violato i regolamenti minerari.

MATERIALI NEO PERFORMANCE

Neo Performance Materials, quotata a Toronto, produce ossidi di terre rare, polveri magnetiche e magneti permanenti. Ha strutture in tutto il mondo, tra cui Cina, Stati Uniti, Germania, Canada, Tailandia e Regno Unito. L'anno prossimo prevede di lanciare un nuovo impianto di magneti permanenti in Estonia.

CONSIGLIO DI RICERCA DI SASKATCHEWAN

Il Saskatchewan Research Council del Canada ha ricevuto un finanziamento governativo di 31 milioni di dollari (22,57 milioni di dollari) per costruire un impianto di lavorazione delle terre rare. Ha stipulato un accordo di fornitura con Hung Thinh Group (HTG) del Vietnam per importare fino a 3.000 tonnellate di carbonato di terre rare all'anno per cinque anni a partire da giugno 2025.

UCORE

La canadese Ucore Rare Metals sta costruendo un impianto di separazione di terre rare pesanti e leggere in Louisiana, che dovrebbe entrare in funzione alla fine del 2025.

TERRE RARE ARCOBALENO

Rainbow Rare Earths, sostenuta dalla società di investimenti privati TechMet con sede a Dublino, ha avviato un processo di separazione degli ossidi di terre rare presso un impianto di K-Technologies in Florida per il carbonato di terre rare che intende produrre dal suo progetto Phalaborwa in Sudafrica.

MATERIALI MP

MP Materials sta costruendo un impianto di produzione di magneti di terre rare in Texas, grazie a un finanziamento governativo di 58,5 milioni di dollari. Attualmente spedisce il concentrato di terre rare in Cina, anche se all'inizio di quest'anno ha iniziato a produrre alcuni ossidi di terre rare nel suo sito minerario in California. L'azienda prevede di produrre magneti finiti entro la fine del 2025, che fornirà a General Motors. Ha riportato una perdita più ampia del previsto nel primo trimestre, a causa della debolezza dei prezzi delle terre rare.

COMBUSTIBILI ENERGETICI

Energy Fuels, un produttore statunitense di uranio ed elementi di terre rare, ha dichiarato il 10 giugno di aver iniziato a produrre quantità commerciali di terre rare separate presso le sue attività nello Utah, dove prevede di produrre fino a 1.000 tonnellate di neodimio-praseodimio all'anno.

FIEMG

La Federazione delle Industrie dello Stato brasiliano di Minas Gerais (FIEMG) sta costruendo una fabbrica di magneti di prova che sarà inaugurata nella seconda metà di quest'anno e che avrà la capacità di produrre 100 tonnellate di magneti all'anno a pieno regime.

(1 dollaro = 1,3737 dollari canadesi, 1,5147 dollari australiani) (Servizio di Melanie Burton a Melbourne e Fabio Teixeira a Rio De Janeiro. Ulteriori informazioni da parte di Yuka Obayashi a Tokyo, Eric Onstad a Londra, Francesco Guarascio ad Hanoi ed Ernest Scheyder a Houston; editing di Sonali Paul)