Alcuni piloti di Spirit Airlines sono preoccupati e stanno cercando altre opportunità dopo che il mese scorso un giudice statunitense ha bloccato la proposta di fusione del vettore aereo low-cost con il concorrente JetBlue Airways, mettendo in dubbio il suo futuro.

I piloti di Spirit, i reclutatori e le fonti del settore hanno dichiarato a Reuters che la sentenza ha portato ad un aumento delle richieste di lavoro presso altri posti di lavoro. Il direttore finanziario di Spirit, Scott Haralson, la scorsa settimana ha dichiarato che l'azienda stava valutando un "giusto dimensionamento" dei costi del lavoro, aumentando il disagio.

Un portavoce di Spirit ha detto che i livelli di attrito non sono fuori dall'ordinario e che le dimissioni dei piloti quest'anno sono state inferiori alle previsioni per il 2024.

"Rimaniamo fiduciosi sul futuro di Spirit e ci impegniamo per il benessere dei membri del nostro team", ha detto il portavoce.

Il vettore ultra-low-cost ha lottato per tornare a una redditività sostenibile a causa di una domanda più debole nei mercati principali e della messa a terra di decine di suoi aerei a causa di un problema con i motori Pratt & Whitney Geared Turbofan di RTX.

Gli analisti non sono sicuri della capacità di Spirit di sopravvivere se l'accordo di fusione da 3,8 miliardi di dollari rimane bloccato. Alcuni analisti hanno suggerito che la compagnia potrebbe andare incontro alla bancarotta se non riuscirà a sostenere le sue finanze, e S&P Global, Moody's e Fitch hanno tutti declassato il rating della compagnia aerea dopo la sentenza, citando maggiori rischi di default e di rifinanziamento.

STRESS, PREOCCUPAZIONE

"È molto stressante", ha detto un pilota di Spirit con più di cinque anni di esperienza, che ha fatto domanda di lavoro presso Delta Air Lines, United e American Airlines. Un altro pilota Spirit ha detto di aver parlato con numerosi colleghi che stanno cercando altre opportunità. I piloti hanno parlato a condizione di anonimato.

Il sindacato dei piloti di Spirit ha rifiutato di commentare.

Le richieste di lavoro presso United da parte dei piloti di Spirit sono aumentate dopo la decisione del tribunale, hanno dichiarato a Reuters due fonti del settore. United, che prevede di assumere 2.000 piloti nel 2024, rispetto ai 2.350 del 2023, in una dichiarazione ha affermato di avere "un forte bacino di candidati".

Il mercato del lavoro per i piloti si è raffreddato dopo un boom di due anni. Le assunzioni sono rallentate per cinque mesi consecutivi, come dimostrano i dati di Future & Active Pilot Advisors, in quanto i principali vettori si sono messi in pari con le esigenze di personale. Le assunzioni a gennaio sono diminuite del 18% rispetto a un anno fa.

Volare per United, Delta o American Airlines è visto come un upgrade per i piloti di vettori regionali ed economici come Spirit, ma l'aumento dell'interesse riflette la crescente preoccupazione per il futuro di Spirit.

"Con un sistema basato sull'anzianità di servizio, normalmente non ci si sposta da una compagnia all'altra e solo in caso di fallimento o di reali difficoltà si potrebbe prendere in considerazione", ha detto Kit Darby, consulente di aviazione statunitense specializzato nello sviluppo della carriera dei piloti.

Darby ha detto di aver parlato di recente con una mezza dozzina di piloti di Spirit in cerca di un nuovo lavoro o di consigli sulla carriera.

Un esodo di piloti potrebbe danneggiare le operazioni di Spirit, ma anche ridurre i costi. La compagnia aerea aveva circa 3.500 piloti alla fine del 2023.

La settimana scorsa Spirit ha liquidato le speculazioni sul suo futuro come una "narrazione fuorviante", affermando di aver aumentato la liquidità per sopravvivere anche se la fusione non dovesse concludersi.

La compagnia aerea con sede in Florida ha ridotto i suoi piani di crescita della capacità. Alla fine dello scorso anno, Spirit ha rallentato le assunzioni di piloti e le promozioni al posto di capitano. Ha anche sospeso la formazione dei nuovi piloti e degli assistenti di volo e ha offerto ferie volontarie ai membri dell'equipaggio di cabina.

La scorsa settimana Spirit ha dichiarato di essere al lavoro per trovare delle soluzioni ai costi del lavoro, in quanto ha "molto personale" su tutta la linea. Un portavoce ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli.

Questi commenti hanno lasciato i piloti con altre domande. Uno di loro ha detto di non essere sicuro di come Spirit risolverà l'eccesso di personale, affermando di sperare che un numero sufficiente di piloti se ne vada volontariamente per evitare potenziali licenziamenti. (Relazioni di Allison Lampert a Montreal e di Rajesh Kumar Singh a Chicago; Redazione di Mark Porter)