PARIGI (awp/ats/ans) - Con il sostegno dei suoi tre azionisti (Stellantis, Mercedes-Benz e Saft, filiale di TotalEnergies), Automotive Cells Company (Acc) ha raccolto 4,4 miliardi di euro, aumentando il finanziamento totale per la costruzione di tre gigafactory per la produzione, la ricerca e lo sviluppo di celle per batterie agli ioni di litio in Francia, Germania e Italia. Questa operazione accelererà lo sviluppo di Acc e rafforzerà il suo ruolo di protagonista nel settore delle batterie per equipaggiare veicoli elettrici con celle e moduli ad alte prestazioni e a basse emissioni di anidride carbonica.

Nel dicembre 2023 Acc ha avviato la produzione di Stellantis presso la sua Gigafactory di Billy-Berclau Douvrin (Francia) rispettando i tempi previsti. Con queste risorse s'inizierà a costruire il secondo blocco nel sito francese, prima di avviare la costruzione del primo blocco in Germania e del doppio blocco in Italia. L'operazione è stata interamente sottoscritta da un pool di banche, Bnp Paribas, Deutsche Bank, Ing Bank e Intesa Sanpaolo, e sostenuto da Bpifrance, Euler Hermes e Sace.

"La transizione verso l'elettrificazione dei veicoli è ancora in corso. Con il sostegno di partner finanziari di rilevanza mondiale, vediamo una chiara prova della fiducia riposta nel progetto Acc. Al di là di questa operazione, determineremo le nostre esigenze di sviluppo man mano che sigleremo altri contratti. Guardiamo con determinazione al futuro, per raggiungere l'obiettivo di aumentare le nostra capacità produttiva", spiega Yann Vincent, amministratore delegato di Acc.

Stellantis e Mercedes-Benz hanno accettato di sostenere la partecipazione al capitale di Acc e prevedono di aumentare progressivamente le loro quote azionarie in Acc. Saft, una società interamente controllata da TotalEnergies, si impegna a continuare a lavorare con Acc come azionista a lungo termine e apportando il proprio know-how tecnologico.