Le azioni di TSMC quotate a Taipei sono crollate del 6,7% venerdì, in seguito alla relazione sugli utili del primo trimestre, in cui l'azienda ha ridimensionato le sue aspettative di crescita del settore dei chip e non ha rivisto i suoi piani di spesa di capitale, contrariamente alle aspettative.

Taiwan Semiconductor Manufacturing Co (TSMC), il più grande produttore di chip a contratto del mondo, ha previsto che le vendite del secondo trimestre potrebbero aumentare fino al 30%, poiché cavalca l'onda della domanda di chip utilizzati nelle applicazioni di intelligenza artificiale (AI). Anche l'utile del primo trimestre ha battuto le stime.

Ma ha lasciato invariati i suoi piani di spesa in conto capitale per quest'anno, che si aggirano tra i 28 e i 32 miliardi di dollari, e ha ribadito che per il 2024 prevede un aumento del fatturato compreso tra il 20 e il 20 percento in termini di dollari.

Ha abbassato le sue previsioni per il settore globale dei semiconduttori, esclusa la memoria, a un tasso di crescita di circa il 10%, rispetto a una precedente previsione di oltre il 10%.

TSMC, uno dei principali fornitori di Apple e Nvidia, ha anche abbassato la sua previsione di crescita per il settore globale delle fonderie a un guadagno percentuale medio-alto rispetto alla precedente previsione di circa il 20%.

Allen Huang, vicepresidente di Mega International Investment a Taipei, ha detto che il mercato stava reagendo alla revisione delle prospettive per l'industria dei semiconduttori, aggiungendo che ci si aspettava che TSMC aumentasse la spesa di capitale quest'anno per il packaging di fascia alta.

"Se la spesa in conto capitale è stata mantenuta solo al livello precedente, significa che i profitti non sono quelli previsti", ha detto.

Un altro gestore di fondi di Taiwan, che ha chiesto di non essere identificato, ha detto che, dato il recente rally delle azioni di TSMC, gli investitori avevano aspettative elevate in vista degli utili del primo trimestre.

"Il suo capex non è stato così aggressivo e la percentuale del fatturato delle tecnologie di processo avanzate rispetto al fatturato complessivo è ancora piuttosto bassa", ha detto il gestore.

La scarsa performance del prezzo delle azioni di TSMC ha trascinato il mercato più ampio di Taipei, che ha chiuso in ribasso del 3,8%, registrando il maggior calo in un solo giorno. Il sentimento è stato colpito anche dall'aumento delle tensioni tra Israele e Iran.

TSMC ha anche altre sfide.

Parlando venerdì dopo aver ricevuto un'onorificenza per i suoi servizi a Taiwan, Morris Chang, fondatore di TSMC in pensione e molto venerato, ha detto che l'attuale leadership dell'azienda ha bisogno di una "grande saggezza" per affrontare le sfide della globalizzazione "morente", dato che l'azienda ha beneficiato molto del libero scambio.

"TSMC deve anche affrontare le sfide delle risorse: terra, acqua, energia, talento, che necessitano di un sostegno continuo da parte del Governo e di tutti gli altri", ha detto presso l'ufficio presidenziale di Taipei, riferendosi alle limitazioni di cui l'industria tecnologica di Taiwan si preoccupa da tempo. (Relazioni di Ben Blanchard e Yimou Lee; Relazioni aggiuntive di Faith Hung, Roger Tung e Jeanny Kao; Editing di Shri Navaratnam e Edwina Gibbs)