Login
E-mail
Password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON

TAS TECNOLOGIA AVANZATA DEI SISTEMI S.P.A.

(TAS)
Prezzo in differita. Tempo differito Borsa Italiana - 27/07 17:35:07
1.75 EUR   -0.57%
09/07TAS: intesa preliminare per partecipazione di maggioranza in Elidata
DJ
22/06FLYWALLET: chiuso con successo il secondo round di seed financing
PU
22/06TAS: investe in Flywallet (MF)
DJ
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieAgendaSocietÓFinanzaDerivati 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settore

Tecnologia Avanzata dei Sistemi S p A : H1 financial report at 30 June 2020 and audit report (Italian version) -

06-10-2020 | 16:10

TAS S.p.A.

Relazione Semestrale Consolidata abbreviata al 30 giugno 2020

SOCIETA' SOTTOPOSTA A DIREZIONE E COORDINAMENTO DA PARTE DI OWL S.p.A.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

1 | P a g i n a

TAS TECNOLOGIA AVANZATA DEI SISTEMI S.P.A.

INDICE

ORGANI SOCIALI

3

SCHEMA DI GRUPPO

4

PREMESSA

5

RISULTATI IN SINTESI

7

RELAZIONE INTERMEDIA SULLA GESTIONE

12

1.

Covid 19 - Richiamo di attenzione sull'informativa finanziaria

12

2.

Informazioni su TAS S.p.A.

13

3.

Attività del Gruppo

14

4.

Area di consolidamento

17

5.

Analisi dei principali dati economici e patrimoniali

19

6.

Scenario di riferimento e andamento della gestione

25

7.

Fatti di rilievo

27

8.

Rapporti con parti correlate

29

9.

Prospetto di raccordo con il bilancio della Capogruppo

30

10.

Gerarchia del fair value

31

11.

Attività e passività finanziarie per categoria

32

12.

Corporate Governance e Sistema di Controllo Interno

32

13.

Gestione dei rischi

33

14.

Eventi successivi e prospettive per l'anno in corso

33

PROSPETTI CONTABILI

36

Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata

36

Conto economico consolidato

37

Conto economico complessivo consolidato

38

Rendiconto finanziario consolidato

39

Prospetto delle variazioni del patrimonio netto consolidato

40

NOTE DI COMMENTO

41

1.

Principi contabili e schemi di bilancio

41

2.

Informazioni sullo Stato Patrimoniale

46

3.

Informazioni sul Conto Economico

64

4.

Informativa di segmenti operativi

66

Allegati

1. Dichiarazione ai sensi dell'art. 154 bis, comma 2, D.lgs. n. 58/1998

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

2 | P a g i n a

ORGANI SOCIALI

Consiglio di Amministrazione

scadenza: approvazione bilancio al 31 dicembre 2022

Dario Pardi

1

Presidente

Valentino Bravi

1

Amministratore Delegato

Fabio Bravi

1

Amministratore

Umberto Pardi

1

Amministratore

Giancarlo Maria Albini

1,2,3

Amministratore indip. non esecutivo

Carlotta de Franceschi

1,3

Amministratore indip. non esecutivo

Ambrosella Ilaria Landonio

1,2

Amministratore indip. non esecutivo

Roberta Viglione

1,2

Amministratore indip. non esecutivo

Annunziata Magnotti

1,3

Amministratore indip. non esecutivo

Collegio Sindacale

scadenza: approvazione bilancio al 31 dicembre 2022

Sindaci Effettivi

Antonio Mele

1

Presidente

Luca Maria Tesio

1

Diana Rizzo

1

Sindaci Supplenti

Sonia Ferrero

1

Gian Luca Succi

1

Società di Revisione

Deloitte & Touche S.p.A.

Capitale sociale

€ 24.330.645,501

Interamente sottoscritto e versato

n. azioni

83.536.898

  1. Nominati dall'Assemblea del 28 aprile 2020
  2. Membro del Comitato Controllo, Rischi e Parti correlate
  3. Membro del Comitato Remunerazione e Nomine

1 L'Assemblea, in data 28 aprile 2020, ha approvato un piano di stock option ai sensi dell'articolo 114-bis TUF e dell'articolo 84-bis, comma 1 del Regolamento Emittenti, a favore dei dipendenti (ivi inclusi i dirigenti con responsabilità strategiche) di TAS e delle società dalla stessa controllate, per il periodo 2020-2022 fino ad un massimo di nominali euro 482.299,58, per l'emissione, anche a più riprese, di massime n.

1.663.102 Azioni, corrispondenti al 1,99% del capitale sociale.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

3 | P a g i n a

SCHEMA DI GRUPPO

Percentuali di possesso al 30 giugno 2020

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

4 | P a g i n a

PREMESSA

La presente Relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2020 (di seguito "relazione") è stata redatta ai sensi del D. Lgs. 58/1998 e successive modifiche e in conformità ai provvedimenti emanati in attuazione dell'art. 9 del D.lgs. n. 38/2005, nonché in osservanza del regolamento emittenti emanato dalla Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni.

La presente relazione è predisposta nel rispetto dei principi contabili internazionali applicabili riconosciuti nella Comunità Europea - ai sensi del regolamento (CE) n. 1606 del 19 luglio 2002, e in particolare dello IAS 34 - Bilanci intermedi. La relazione è stata predisposta applicando gli stessi principi contabili adottati nella redazione del Bilancio consolidato al 31 dicembre 2019 ad eccezione di quanto descritto nel paragrafo "Principi contabili e schemi di bilancio" (nota di commento 1 del presente documento).

I dati economici sono confrontati con i dati relativi all'analogo periodo dell'esercizio precedente. I dati patrimoniali e della posizione finanziaria netta sono confrontati con i dati dell'ultimo esercizio.

I dati contabili, espressi in migliaia di Euro, sono riferiti al Gruppo in quanto TAS Tecnologia Avanzata dei Sistemi S.p.A. (di seguito "TAS", la "Società" o la "Capogruppo") è tenuta alla redazione dei conti consolidati.

Salvo diversa indicazione, le quantità monetarie dei prospetti contabili e quelle indicate nelle note sono esposte arrotondate alle migliaia di Euro. I totali e subtotali dei prospetti presentati sono determinati arrotondando la sommatoria dei dati puntuali.

La presente relazione al 30 giugno 2020 è stata approvata dal Consiglio di Amministrazione di TAS in data 15 settembre 2020.

Nel rimandare per maggiori dettagli a quanto esposto nel seguito della presente relazione e nelle note di commento, facciamo presente che il bilancio qui presentato include gli effetti, in esecuzione del contratto firmato il 30 giugno 2020, dell'acquisto del 100%, da parte di TAS International SA, società controllata di diritto svizzero da TAS, del capitale sociale della società di diritto svizzero Infraxis AG, che detiene a sua volta l'intero capitale sociale della società di diritto inglese Infraxis Ltd (UK) (di seguito "Gruppo Infraxis"). Il bilancio consolidato del Gruppo al 30 giugno 2020 include pertanto i saldi patrimoniali del Gruppo Infraxis, mentre il conto economico del primo semestre 2020 del sub-gruppo non è stato consolidato essendo la data di acquisizione del controllo e conseguentemente di primo consolidamento il 30 giugno 2020.

TAS Group espande così la propria presenza in Svizzera e Germania, ma soprattutto in Gran Bretagna dove attualmente non è presente, rafforzando le basi per un'ulteriore crescita nel mercato Europeo. Grazie alle sinergie che si andranno a creare sulle piattaforme software con le soluzioni di Infraxis, TAS prevede infatti di lanciare presto sul mercato una nuova proposizione cloud based e full microservices per tutte le tipologie di pagamenti, basata su di una piattaforma unificata, per essere ancora una volta fra i promotori in termini di innovazione e tra i primi a guidare questa fase di transizione dalla monetica ai pagamenti digitali non solo in Italia, ma anche negli altri mercati in cui opera, con l'ambizione di proporsi come azienda leader anche a livello internazionale.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

5 | P a g i n a

Con la conclusione di questa operazione e l'integrazione di due realtà assolutamente competitive e complementari, si profila all'orizzonte del gruppo TAS, oltre ad un significativo aumento dei volumi, un arricchimento del capitale umano, grazie alle figure professionali che andranno a rafforzare il settore della ricerca e sviluppo, fondamentale per garantire ai propri clienti soluzioni innovative e "best of breed".

Di seguito si espone la sintesi delle principali informazioni riguardante tale operazione.

Data

Costo

Denominazione

dell'operazione (1)

dell'operazione (2)

Interessenza

Gruppo Infraxis

30/06/2020

18.000.000

100%

  1. Data di acquisizione del controllo.
  2. Il costo dell'operazione si riferisce al prezzo stabilito per l'acquisto della partecipazione pari al cento per cento di Infraxis AG che detiene a sua volta l'intero capitale sociale della società di diritto inglese Infraxis Ltd (UK).

Il corrispettivo dell'acquisizione, di complessivi Euro 18 milioni, è stato corrisposto per Euro 14,65 milioni mediante aumento di capitale riservato ai precedenti soci della Infraxis AG in TAS International - capitale sociale Euro 36 mila pari ad una partecipazione del 28% del capitale sociale di TAS International e sovrapprezzo azioni per Euro 14.614 mila - e per i restanti Euro 3,35 milioni in denaro. La variazione riportata nel rendiconto finanziario, negativa per Euro 427 mila è rappresentata dall'esborso di cassa correlato all'operazione (Euro 3,35 milioni al netto della quota ancora da versare ai precedenti soci del Gruppo Infraxis pari a 0,6 milioni) meno le disponibilità liquide del Gruppo Infraxis alla data di primo consolidamento, pari ad Euro 2,3 milioni.

Si precisa come siano previsti meccanismi di aggiustamento del prezzo in linea con gli standard di mercato per operazioni di questo tipo.

Come descritto nel proseguo, l'operazione di aggregazione aziendale realizzata è stata contabilizzata applicando i principi dell'IFRS 3 adottato con Regolamento (CE) n. 495/2009 della Commissione Europea del 3/6/2009, come descritto nella nota 2 della presente Relazione. A tal proposito secondo quanto consentito dall'IFRS 3 al paragrafo 62, in attesa di una puntuale determinazione dei fair value di tutte le attività e passività acquisite, la differenza tra prezzo pagato e valore contabile storico delle attività e passività acquisite è stata, in via provvisoria, interamente allocata a goodwill. Gli aggiustamenti prezzo saranno valutati puntualmente in sede di "purchase price allocation" definitiva.

La Società e i venditori hanno inoltre stipulato un patto parasociale, che prevede, inter alia, un'opzione di put&call relativa alla partecipazione pari al 28% nella TAS International di cui sopra esercitabile fino al 2024 in caso di cambio di controllo di TAS. Sulla base dello IAS 32.23, nel caso delle put option su own equity non si valuta l'opzione ma l'esistenza dei presupposti di iscrizione di una passività. Nel caso di specie, in considerazione del fatto che il change of control dipende dalle decisioni della controllante OWL S.p.A. e non della Società, è stata iscritta una passività valutata al fair value. Conseguentemente al 30 giugno 2020 nel presente bilancio consolidato TAS International è stata consolidata come se la stessa fosse controllata al 100% con l'emersione di un debito pari ad Euro 14,65 milioni e la neutralizzazione dell'aumento di capitale di TAS International effettuato in natura da parte di terzi descritto in precedenza.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

6 | P a g i n a

RISULTATI IN SINTESI2

Il seguente prospetto riassume invece i principali risultati economico-finanziari del Gruppo al 30 giugno 2020 comparati con il corrispondente periodo dell'esercizio precedente.

GRUPPO TAS (migliaia di Euro)

30.06.2020*

30.06.2019**

Var.

Var %

Ricavi totali

26.296

25.151

1.145

4,6%

- di cui caratteristici

25.879

24.797

1.082

4,4%

- di cui non caratteristici

417

355

62

17,5%

Margine operativo lordo (Ebitda3)

4.195

3.684

511

13,9%

% sui ricavi totali

16,0%

14,6%

1,3%

8,9%

Risultato operativo (Ebit)

1.207

533

674

>100%

% sui ricavi totali

4,6%

2,1%

2,5%

>100%

Risultato ante imposte

841

220

621

>100%

% sui ricavi totali

3,2%

0,9%

2,3%

>100%

Utile/(Perdita) netta del periodo

505

(181)

686

>100%

% sui ricavi totali

1,9%

(0,7%)

2,6%

>100%

GRUPPO TAS (migliaia di Euro)

30.06.2020*

31.12.2019

Var.

Var %

Totale Attivo

102.490

75.367

27.123

36,0%

Totale Patrimonio Netto

30.109

29.727

382

1,3%

Patrimonio Netto attribuibile ai soci della controllante

29.649

29.328

321

1,1%

Posizione Finanziaria Netta

(4.722)

(9.544)

4.822

50,5%

- di cui liquidità

16.045

7.247

8.798

>100%

- di cui debiti verso banche ed altri finanziatori

(7.466)

(2.743)

(4.723)

>(100)%

- di cui debiti per leasing (IFRS 16)

(8.362)

(9.168)

806

8,8%

- di cui verso soci

(4.939)

(4.879)

(59)

(1,2%)

Dipendenti a fine periodo (numero)

535

477

58

12,2%

Dipendenti (media nel periodo)

503

486

17

3,5%

  • I dati al 30 giugno 2020 includono i saldi patrimoniali del Gruppo Infraxis, mentre il conto economico del primo semestre 2020 del sub-gruppo non è stato consolidato essendo la data di acquisizione del controllo e conseguentemente di primo consolidamento il 30 giugno 2020.
  • I dati al 30.06.2019 sono stati rideterminati, rispetto a quelli approvati dal consiglio di amministrazione in data 10 settembre 2019, in quanto evidenziano gli effetti della contabilizzazione in via definitiva dell'operazione di aggregazione della controllata TAS EE posta in essere a fine 2018.
  1. La European Securities and Markets Authority (ESMA) ha pubblicato le linee guida sugli Indicatori Alternativi di Performance ("IAP") per gli emittenti quotati. Gli IAP si riferiscono a misure utilizzate dal management e dagli investitori per analizzare i trend e le performance del Gruppo, che non derivano direttamente dal bilancio. Queste misure sono rilevanti per assistere la direzione e gli investitori per analizzare l'andamento del Gruppo. Gli investitori non devono considerare questi IAP come sostituti, ma piuttosto come informazioni aggiuntive dei dati inclusi nel bilancio. Si precisa che gli IAP come definiti, potrebbero non essere paragonabili a misure con denominazione analoga utilizzate da altre società.
  2. IAP: L'EBITDA (Earrning Before Interest Taxes Depreciations and Amortizations - Margine Operativo Lordo) rappresenta un indicatore alternativo di performance non definito dagli IFRS ma utilizzato dal management della Società per monitorare e valutare l'andamento operativo della stessa, in quanto non influenzato dalla volatilità dovuta agli effetti dei diversi criteri di determinazione degli imponibili fiscali, dall'ammontare e caratteristiche del capitale impiegato nonché dalle relative politiche di ammortamento. Tale indicatore è definito per il Gruppo come Utile/(Perdita) del periodo al lordo degli ammortamenti e svalutazioni di immobilizzazioni materiali e immateriali, degli oneri e proventi finanziari e delle imposte sul reddito.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

7 | P a g i n a

I Ricavi totali del Gruppo nel primo semestre del 2020 si attestano 26,3 milioni di Euro rispetto ai 25,2 milioni di Euro dell'esercizio precedente e sono in aumento del 4,6%. I ricavi core, costituiti principalmente da licenze software e relative manutenzioni (33,9%), royalties, canoni di utilizzo e servizi SAAS (Software As A Service, 13,9%), canoni di assistenza e servizi professionali (52,2%). Crescono i ricavi in Italia (+10,4%), mentre all'estero si segnala principalmente una crescita dei ricavi dell'area Eastern Europe (+36,1%).

L'Ebitda del periodo è in aumento del 13,9% a 4,2 milioni di Euro rispetto ai 3,7 milioni del primo semestre 2019, con un'incidenza sui ricavi totali del 16,0% rispetto al 14,6% del 2019.

Più che raddoppiato il Risultato operativo del periodo a 1,2 milioni di Euro rispetto al valore di 0,5 milioni di Euro del corrispondente periodo dell'esercizio precedente.

Il Risultato netto del periodo, dopo imposte correnti e differite per 0,3 milioni di Euro, è in netto miglioramento con un utile per 0,5 milioni di Euro, rispetto ad un valore negativo di 0,2 milioni di Euro del primo semestre del 2019, principalmente dovuto all'impatto negativo derivante dalla cessione della società Bassilichi CEE d.o.o. sommato al risultato negativo di periodo della ex-controllata pari ad un totale di 0,4 milioni di Euro.

La Posizione Finanziaria Netta, escludendo l'impatto derivante dall'IFRS 16, è positiva per 3,6 milioni di Euro rispetto ad un valore negativo di 0,4 milioni di Euro del 31 dicembre 2019, in miglioramento di 4 milioni di Euro. Includendo l'impatto dell'IFRS 16 la posizione finanziaria netta è negativa per 4,7 milioni di Euro rispetto a 9,5 milioni di Euro del 31 dicembre 2019. Le disponibilità liquide si attestano a 16 milioni di Euro, in netto miglioramento rispetto ai 7,3 milioni di Euro al 31 dicembre 2019. Tale miglioramento è dovuto sia alla stagionalità degli incassi storicamente per la maggior parte concentrata nei primi mesi dell'anno per effetto della fatturazione annuale delle manutenzioni e canoni di utilizzo sui prodotti software installati, sia per il costante incremento della marginalità consuntivata. Le disponibilità liquide, inoltre, includono 2,3 milioni di Euro relativi al neo acquisito Gruppo Infraxis.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

8 | P a g i n a

Migliaia di Euro

Andamento dei principali indicatori economici 13.044

5.980

5.363

3.684

4.195

1.207

533

505

(181)

EBITDA

EBIT

RISULTATO NETTO

30.06.2019

30.06.2020

31.12.2019

Valore della produzione

70.000

61.407 fy

57.368 fy

60.000

50,526 fy

50.000

20.291

15.433

20.211

40.000

12.035

12.006

26.296 h1

30.000

13.369

11.456

20.000

12.470

12.968

12.029

10.000

15.712

11.608

12.681

13.328

-

2017

2018

2019

2020

Trim 1

Trim 2

Trim 3 Trim 4

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

9 | P a g i n a

Ricavi caratteristici

60.000

56.367 fy

50.000

43.913 fy

45.453 fy

20.106

40.000

13.037

14.614

25.879 h1

30.000

11.464

10.102

9.598

20.000

11.013

12.199

12.629

10.774

10.000

12.598

13.250

9.999

10.228

-

2017

2018

2019

2020

Trim 1

Trim 2

Trim 3

Trim 4

Posizione / (Esposizione) finanziaria netta

4.000

esclusi i debiti per Ifrs 16

3.640

3.000

2.260

1.700

2.000

1.000

-

(1.000)

(314)

(376)

(2.000)

(3.000)

(4.000)

30/06/2019

30/09/2019

31/12/2019

31/03/2020

30/06/2020

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

10 | P a g i n a

DATI PRO-FORMA

Per una maggior comprensione degli effetti dell'operazione di aggregazione del Gruppo Infraxis sui dati economici del Gruppo vengono di seguito riportati a confronto i principali dati pro-forma inclusivi dei risultati dei primi 6 mesi del Gruppo Infraxis che, come precedentemente richiamato, nella presente relazione semestrale sono stati riflessi nel Patrimonio Netto, essendo la data di primo consolidamento coincidente con la chiusura del periodo, ai fini della determinazione della differenza di consolidamento. Si tiene a precisare che i dati pro-forma sotto riportati non includono gli impatti legati al fair value di tutte le attività e passività acquisite la cui puntuale determinazione sarà oggetto di analisi entro 12 mesi così come consentito dall'IFRS 3 al paragrafo 62 nell'ambito della "purchase price allocation". I dati proforma non sono stati oggetto di audit della società di revisione.

GRUPPO TAS (migliaia di Euro)

30.06.2020

30.06.2020

Var.

Var %

pro forma

Ricavi totali

26.296

28.627

2.331

8,1%

Margine operativo lordo (Ebitda)

4.195

5.046

851

16,9%

% sui ricavi totali

16,0%

17,6%

1,7%

9,5%

Risultato operativo (Ebit)

1.207

2.018

811

40,2%

% sui ricavi totali

4,6%

7,0%

2,5%

34,9%

Utile/(Perdita) netta del periodo

505

1.024

519

50,7%

% sui ricavi totali

1,9%

3,6%

1,7%

46,3%

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

11 | P a g i n a

RELAZIONE INTERMEDIA SULLA GESTIONE

La relazione intermedia sulla gestione accompagna il bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2020 del gruppo TAS e contiene riferimenti agli eventi importanti che si sono verificati nei primi sei mesi dell'esercizio e alla loro incidenza sul bilancio consolidato semestrale abbreviato, unitamente alle prospettive per i sei mesi restanti dell'esercizio. La relazione intermedia sulla gestione contiene, altresì, informazioni sulle operazioni con parti correlate verificatesi sino alla data di redazione della relazione intermedia.

1. COVID 19 - RICHIAMO DI ATTENZIONE SULL'INFORMATIVA FINANZIARIA

In ottemperanza agli obblighi previsti dal richiamo di attenzione n. 8/20 emanato da Consob il 16 luglio 2020, relativo all'informativa finanziaria che gli emittenti devono fornire in relazione ai possibili impatti da Covid-19 (in linea con le raccomandazioni pubblicate dall'ESMA nel public statement del 20 maggio 2020 "Implication of the COVID-19outbreak on the half-yearlyfinancial reports"), la Società comunica quanto segue:

    1. Valutazioni ai sensi dello IAS 36 "Riduzione di valore delle attività";
    2. Descrizione delle incertezze e dei rischi legati al COVID-19 che possono avere impatto, anche futuri, sulla pianificazione strategica e sui target di piano, sulla performance economica, sulla situazione finanziaria e flussi di cassa;
    3. Descrizione sulle eventuali misure adottate ovvero programmate per fronteggiare e mitigare gli impatti del COVID-19 sulle attività e sui risultati economici.
  1. Valutazioni ai sensi dello IAS 36 "Riduzione di valore delle attività"

Al 30 giugno 2020 gli Amministratori hanno ritenuto ancora valide le assunzioni sottostanti gli impairment test realizzati con riferimento alle CGU al 31 dicembre 2019 ed il piano pluriennale approvato dal consiglio in data 12 marzo 2020. Tuttavia, per tener conto degli effetti legati alla diffusione del COVID-19 e dell'attuale contesto di incertezza economica, la Direzione Aziendale ha operato alcuni aggiornamenti di stime sui risultati attesi per l'intero esercizio 2020. Pertanto, sulla base dello scenario macroeconomico venutosi a creare e valutando le possibili ripercussioni sul settore e sulle attività del Gruppo, nonché in considerazione dell'incertezza sui tempi e modalità di ripresa, si è ritenuto opportuno provvedere allo svolgimento di un impairment test sulla recuperabilità degli asset iscritti alla data del 30 giugno 2020 con orizzonte esplicito di due anni e mezzo. Il test è stato effettuato in un'ottica di multi-scenario; nel management case si è proceduto ad aggiornare i risultati attesi del secondo semestre 2020 mantenendo invariate le proiezioni per gli esercizi 2021 e 2022. Per quanto riguarda lo scenario alternativo le marginalità attese per gli anni 2021 e 2022 sono state riviste al fine di riflettere eventuali ritardi sul piano assimilabili a quelli attesi per l'esercizio 2020.

I criteri adottati nell'individuazione delle Cash Generating Unit (CGU) e nell'esecuzione della verifica di recuperabilità dei valori d'iscrizione delle attività fisse sono analoghi rispetto alla Relazione Finanziaria Annuale 2019 alla quale si rinvia.

Sulla base di quanto emerso dall'analisi di impairment test, per i cui dettagli si rimanda alla nota di commento 2 della presente relazione, non è emersa la necessità di apportare alcuna svalutazione.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

12 | P a g i n a

  1. Descrizione delle incertezze e dei rischi legati al COVID-19 che possono avere impatto, anche futuri, sulla pianificazione strategica e sui target di piano, sulla performance economica, sulla situazione finanziaria e flussi di cassa

L'intensificarsi della crisi economica e finanziaria determinata dall'emergenza Covid-19 ha causato una generalizzata situazione di incertezza sull'attività produttiva e sulla domanda aggregata di tutte le economie. Nonostante tale deteriorato contesto di mercato i risultati operativi del secondo trimestre sono in linea con quelli registrati nel primo trimestre ed in miglioramento rispetto allo stesso periodo precedente non impattato dalla pandemia. Come evidenziato in precedenza, tuttavia, la Direzione Aziendale ha operato alcuni aggiornamenti di stime sui risultati attesi per l'intero esercizio 2020 tali comunque da non influenzare le assunzioni connesse agli anni di piano 2021-2022 approvato in data 12 marzo 2020. Inoltre, al fine di incorporare eventuali effetti negativi connessi a nuove misure restrittive adottate dalle autorità dei paesi in cui il Gruppo opera, è stato predisposto uno scenario alternativo in cui viene riflesso un possibile ritardo nel raggiungimento degli obiettivi di piano anche per gli esercizi 2021 e 2022.

Con riferimento a potenziali rischi di liquidità, gli Amministratori in considerazione delle analisi svolte e tenendo conto di stime più conservative a livello di ricavi e marginalità, stante il livello di liquidità (in forte aumento) e gli affidamenti di cui dispone il Gruppo, non ritengono che gli impatti dei suddetti eventi possano essere tali da comportare il rischio che il Gruppo non sia in grado di rispettare gli impegni di pagamento a causa di difficoltà a reperire appropriati fondi.

(iii) Sulle eventuali misure intraprese o pianificate per mitigare detti rischi

Le misure di gestione e contenimento dello sviluppo pandemico tempestivamente adottate nel massimo rispetto della salute e sicurezza dei dipendenti e collaboratori, che rimangono l'assoluta priorità per la Società, hanno consentito di proseguire senza nessuna interruzione la gestione degli sviluppo e dei progetti in corso. Allo stato attuale tutte le società del Gruppo sono completamente operative facendo leva sullo smartworking, che da tempo è tra le modalità operative del Gruppo per l'erogazione dei servizi alla clientela, e stiamo supportando completamente i nostri clienti nelle loro esigenze legate a questo contesto e continuano ad erogare i servizi regolarmente.

2. INFORMAZIONI SUL GRUPPO TAS

TAS Group è un gruppo specializzato in soluzioni software per la monetica, i pagamenti, i mercati finanziari e i sistemi ERP, quotata sul Mercato Telematico Azionario dal maggio 2000 e leader in Italia nei sistemi di card management, accesso alle reti di pagamento e gestione degli ordini di borsa.

TAS Group è il nome commerciale che identifica il gruppo di società costituito da TAS S.p.A. - controllata da OWL S.p.A. - e dalle proprie partecipate Global Payments S.p.A., MANTICA ITALIA Srl e TAS International SA. Quest'ultima controlla a sua volta le società TAS

France SASU, TAS Iberia S.L.U., TAS Germany GmbH, TAS Eastern Europe d.o.o, TASamericas Ltda e TAS USA Inc ed il neo acquisito Gruppo Infraxis.

TAS Group serve le più importanti banche commerciali e centrali in Italia ed Europa, i maggiori centri di servizi finanziari e alcuni tra i principali global broker dealer presenti nella classifica Fortune Global 500.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

13 | P a g i n a

TAS Group serve le più importanti banche commerciali e centrali in Italia ed Europa, i maggiori centri di servizi finanziari e alcuni tra i principali global broker dealer presenti nella classifica Fortune Global 500.

Operando attraverso le società controllate, TAS Group si propone come partner di primo livello anche sul mercato internazionale.

Grazie al percorso di diversificazione avviato negli ultimi anni, le soluzioni TAS Group sono adottate dalla Pubblica Amministrazione (Ministeri, Regioni e altri Enti Locali) e da aziende non bancarie di diversi settori.

Più di 100 milioni di carte gestite a livello internazionale

Più di 100 istituzioni finanziarie in Italia gestiscono titoli con soluzioni TAS

Presente in 8 Paesi con più di 150 clienti nel mondo

Certificato di conformità ISO 9001:2015

Il più grande vettore di pagamenti in tutta Europa

Soluzioni ERP adottate da grandi aziende di servizi ed enti della PA

TAS è posseduta al 73,166% (valore alla data di approvazione del presente resoconto) da OWL S.p.A. società controllata indirettamente dal dott. Dario Pardi che riveste altresì la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di TAS S.p.A. e dal dott. Valentino Bravi, che riveste la carica di Amministratore Delegato della Società, dai rispettivi famigliari e dagli investitori Carisma S.p.A. e Sergio Loro Piana S.a.p.A. subentrati in data 20 febbraio negli assetti partecipativi di TAS attraverso la società veicolo CLP S.r.l.

3. ATTIVITÀ DEL GRUPPO

TAS Tecnologia Avanzata dei Sistemi S.p.A. con le sue controllate opera nel settore dell'informatica con particolare riferimento allo sviluppo e commercializzazione di applicazioni e soluzioni software, alla consulenza, assistenza e manutenzione degli stessi, potendo offrire soluzioni proprie o di terzi anche in modalità SaaS o in cloud grazie a proprie infrastrutture di Data Center specializzate.

La Società è da oltre trentacinque anni uno dei principali operatori sul mercato italiano e nell'ultimo decennio sta incrementando con determinazione il proprio posizionamento internazionale nel settore della monetica (con oltre 100 milioni di carte gestite dalle soluzioni di Card Lifecycle Management, Acquiring channels and Terminal management, Authorization Systems, Fraud Management, EMV Solutions), dei sistemi di pagamento e dell'accesso alle reti interbancarie (con installazioni al cuore delle infrastrutture T2 e T2S dell'Eurosistema), oltre che della negoziazione e regolamento titoli sui mercati finanziari, ivi inclusi gli aspetti di compliance e di gestione della liquidità per le tesorerie bancarie.

In particolare, le soluzioni più recenti di TAS includono:

  • la piattaforma denominata cashless 3.0, tra le più innovative e complete a livello mondiale per l'emissione, l'autorizzazione e il controllo di tutte le tipologie di carte di

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

14 | P a g i n a

pagamento fisiche e virtuali; consente la gestione modulare di tutti i processi di issuing e acquiring e di monitoraggio frodi; a tale piattaforma si è aggiunta nel corso del 2019 la soluzione Card3.0. I.E. (International Edition), particolarmente adatta a localizzazioni e integrazioni per progetti con requisiti temporali ristretti;

  • le soluzioni della suite EasyBranch per guidare la trasformazione della filiale bancaria verso il futuro della relazione Cliente-Banca, gestendo l'intero canale ATM e creando una nuova generazione di customer journey self-service da parte dei clienti bancari;
  • la piattaforma denominata Network Gateway 3.0 che permette il disaccoppiamento tra le applicazioni di back-office e i protocolli di interfaccia alle infrastrutture di mercato per lo scambio ed il regolamento delle transazioni interbancarie, tra le quali anche gli Instant Payments; la piattaforma è stata di recente potenziata per offrire da un lato un framework di gestione delle API Open Banking in conformità alle novità introdotte dalla direttiva PSD2 (tale estensione ha dato vita alla soluzione TAS TPP enabler), e dall'altro una copertura funzionale e architetturale tale da poter operare come Payment Hub esteso presso Banche e PSP; considerati alcuni importanti adeguamenti regolamentari previsti dal 2022 (in particolare l'interfaccia unificata ESMIG ai nuovi Target services dell'Eurosistema e la migrazione della messaggistica FIN di SWIFT allo standard
    ISO20022) la piattaforma Network Gateway 3.0 punta a diventare la soluzione di riferimento offerta alle Banche Europee per mitigare gli impatti della compliance;
  • la gestione di e-marketplace B2C, B2B e B2G, estendibile a nuovi device intelligenti e progetti all'avanguardia:
    o portali Multicanale di FVC per Payment Institutions, o piattaforme di e-Payment/e-Collection,
    o soluzioni Collaborative Order to Cash;
  • la suite applicativa denominata PayTAS dedicata all'eGovernment che mette a disposizione di cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione un unico punto di accesso per la riscossione di tasse e tributi e il pagamento di beni e servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni; la piattaforma integra una pluralità di canali di pagamento, tradizionali e innovativi, ed offre agli enti pubblici gli strumenti tecnologici di interfacciamento al sistema pagoPA;
  • la piattaforma Aquarius per il Liquidity Management delle tesorerie Bancarie, leader di mercato nella gestione integrata e real-time di Titoli, Cash e Collateral;
  • ulteriori soluzioni per i Capital Markets volte a garantire soprattutto:
    1. Straight Through Processing dalla negoziazione al regolamento titoli;
    1. Regulatory Reporting e Trading Compliance;
  • le soluzioni TAS ExtendERP per i Clienti Corporate, costituite da soluzioni proprietarie o di Partner per i settori:
    1. Public Governance: una suite per la gestione di processi di performance management nella pubblica amministrazione, ad oggi in uso a importanti realtà della PA italiana;
  1. Aziende di servizi: una piattaforma che offre una piena copertura tanto dei temi

amministrativo-contabili che dei processi di core business (project management, billing, procurement), e che conta oggi su di un significativo parco clienti concentrato in Italia;

  1. Mercato nazionale ed internazionale: un'offerta basata su modelli evoluti di user

experience social e collaborative e realizzata su piattaforma Oracle Cloud Application, che fa leva sulla consolidata partnership con Oracle.

Si segnala inoltre l'arricchimento delle soluzioni TAS grazie all'apporto di Mantica Italia S.r.l., società entrata nel Gruppo nel corso del 2019, specializzata nell'elaborazione di modelli di

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

15 | P a g i n a

Intelligenza Artificiale e Machine Learning ad uso di applicazioni di banche, fintech e corporate. L'acquisizione di Mantica ha consentito in particolare di consolidare la soluzione di Prevenzione Frodi Fraud Protect di TAS qualificandola tra le soluzioni più appetibili per il mercato dei PSP europei. In aggiunta al tema frodi, più di recente la tecnologia Adaptive Intelligence di Mantica sta dando vita ad una suite di componenti in logica predittiva che rafforzano la proposizione del Gruppo soprattutto in ambito Open Banking-PSD2.

In generale, le soluzioni applicative sviluppate da TAS per il mercato sono installabili direttamente presso la clientela oppure possono essere erogate in modalità Cloud e SaaS (Software as a Service) dalle infrastrutture tecnologiche gestite da TAS medesima.

La Società opera all'estero tramite la controllata di diritto svizzero TAS International SA, a cui fanno capo le sussidiarie TAS France S.A.S.U., TAS Germany GmbH, TAS Iberia S.L.U., TAS USA Inc., TAS Americas Ltda, e TAS E.E. d.o.o., Infraxis AG e Infraxis Ltd.

TAS International, oltre a coprire il territorio svizzero, è l'interlocutore preferenziale per i Paesi di lingua tedesca (Germania, Austria, Svizzera) e per quelli dove non è presente una controllata; essa coordina inoltre tutto il go to market internazionale del Gruppo.

TAS France, società di diritto francese nata come data center ed internet service provider con grande esperienza nei servizi a valore aggiunto di Housing & Hosting, grazie ad un importante investimento rappresenta oggi uno dei Data Center più innovativi in Francia con grandi potenzialità di sviluppo soprattutto nell'erogazione di servizi in Cloud. Nel 2019 l'infrastruttura di TAS France ha ottenuto la certificazione HDS:2018 Hosting Health Dataper attività di hosting e outsourcing che comportino la gestione di dati sanitari. In linea con il framework ISO 27001, la certificazione HDS presta particolare attenzione alla protezione dei dati personali sensibili in ambito sanitario.

TAS Iberia, società di diritto spagnolo, opera come centro di competenza EMV del Gruppo per le carte di pagamento con chip e, in tal ambito, fornisce soluzioni software standardizzate, soluzioni software su commessa, servizi di manutenzione e outsourcing. Supporta e commercializza le soluzioni del Gruppo nella penisola iberica e nei paesi latinoamericani di lingua spagnola con particolare riferimento ai pagamenti Digitali e Mobile, ai servizi di connettività SWIFT e alle soluzioni per i Capital Markets.

TAS Americas, società di diritto brasiliano, risponde all'esigenza di sviluppare l'ampio mercato locale grazie alla maggiore prossimità ai clienti.

TAS USA, società di diritto statunitense, costituita a fine 2014, ha l'obiettivo di veicolare le soluzioni del Gruppo, in particolare l'offerta nel mondo delle carte prepagate e dell'interconnessione ai circuiti di pagamento, nel mercato Nord Americano.

TAS Germany, società di diritto tedesco costituita a fine 2015, ha l'obiettivo di supportare localmente le attività di consulenza e promozione delle soluzioni del Gruppo principalmente in ambito pagamenti e Capital Markets per la piattaforma centrale dell'Eurosistema.

TAS Eastern Europe, società di diritto serbo frutto del rebranding dell'acquisita Arsblue d.o.o., ha l'obiettivo di rafforzare la capacità di sviluppo e offerta in ambito monetica di TAS a livello world-wide, facendo leva sulla complementarità tecnologica e applicativa delle proprie

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

16 | P a g i n a

piattaforme di issuing e acquiring, nonché sul consolidato portafoglio clienti nella regione dell'Est Europeo.

TAS International e le proprie società controllate hanno in corso con la Capogruppo specifici accordi finalizzati alla reciproca commercializzazione dei prodotti nel proprio territorio di riferimento.

Si segnala infine l'acquisizione perfezionata da TAS International a fine giugno della società di diritto svizzero Infraxis AG, a sua volta detentrice della inglese Infraxis Ltd. Tale acquisizione rafforza il posizionamento di mercato del Gruppo in ambito monetica e pagamenti nell'area DACH, introduce una presenza territoriale nel Regno Unito e arricchisce la capacità produttiva internazionale di TAS con un mix di soluzioni ed expertise di eccellenza.

4. AREA DI CONSOLIDAMENTO

Come ampiamente descritto nel Bilancio al 31 dicembre 2019, nell'ambito del progetto di riorganizzazione societaria (l'"Operazione"), dal 1 gennaio 2020 è divenuto efficace il conferimento relativo alla divisione pagamenti ("Ramo Pagamenti") alla Global Payments S.p.A., società di diritto italiano interamente partecipata da TAS. Rimangono in capo a TAS S.p.A. le attività di Extended ERP e di Capital Market e le funzioni centralizzate di staff e corporate.

A conclusione dell'Operazione in data 17 febbraio 2020 TAS ha infine eseguito il conferimento senza aumento di capitale in TAS International S.A. (già TAS Helvetia S.A.) - società di diritto svizzero interamente partecipata da TAS - di tutte le partecipazioni detenute da TAS nelle altre società controllate estere del Gruppo, ovvero TAS France S.A.S.U., TAS Germany GmbH, TAS Iberia S.L.U., TAS USA Inc., TAS Americas Ltda, TAS E.E. d.o.o. Si precisa che le operazioni sopradescritte non hanno avuto tuttavia alcun impatto sull'area di consolidamento e conseguentemente sul bilancio consolidato di Gruppo al 30 giugno 2020.

Come evidenziato in precedenza, in data 30 giugno 2020 è stato acquisito il controllo del Gruppo Infraxis che è pertanto stato consolidato integralmente a partire da tale data. Nell'ambito della medesima operazione la percentuale di possesso del Gruppo in TAS International si è ridotta al 72%. Purtuttavia, è utile evidenziare che, come descritto in precedenza, tale società controllata viene consolidata al 100% in quanto è stata quantificata la passività legata all'acquisizione del 28% in caso di esercizio della opzione put regolarizzata tra le parti.

Le società del Gruppo sono consolidate con il metodo dell'integrazione globale.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

17 | P a g i n a

Le società detenute dal Gruppo al 30 giugno 2020 ed i relativi patrimoni netti contabili sono seguenti riportati nella seguente tabella:

Capitale Sociale

%

%

Patrimonio Netto

(€/000) al

Possesso

Possesso

(€/000) al

Denominazione Sociale

Nazionalità

30.06.2020

30.06.2020

31.12.2019

30.06.2020

TAS SPA

Italia

24.330

27.864

TAS FRANCE SASU*

Francia

500

100

100

2.216

TAS INTERNATIONAL SA

Svizzera

101

72

100

20.524

TAS IBERIA SLU*

Spagna

20

100

100

20

TAS AMERICAS LTDA*

Brasile

792

99,65

99,65

146

TAS USA INC*

Usa

16

100

100

746

TAS GERMANY GMBH*

Germania

25

100

100

-

MANTICA ITALIA SRL

Italia

10

80

80

(84)

GLOBAL PAYMENTS SPA

Italia

50

100

100

29.103

TAS EASTERN EUROPE D.O.O.*

Serbia

1.016

70

70

1.276

INFRAXIS AG*

Svizzera

561

100

-

1.402

INFRAXIS LTD*

UK

22

100

-

50

* La percentuale di possesso si riferisce da parte di TAS International SA.

Denominazione

Sede

Unità Secondarie

% Poss.

TAS S.p.A. (Capogruppo)

Via Cristoforo Colombo n.149,

- Milano, Via Famagosta n. 75 - Italia

Roma - Italia

- Verona, Via Francia n. 21 - Italia

- Siena, Via Bruno Marzi, 4 - Italia

- Parma, Via Colorno n. 63/a - Italia

- Casalecchio di Reno (BO), Via del lavoro, 47 - Italia

- Genova, Via De Marini, 1 - Italia

- Prato, Via Traversa Pistoiese, 83 - Italia

TAS France Sasu

15 traverse des Brucs, 06560

Valbonne, Francia

100,00%

TAS International Sa

Via Serafino Balestra 22A

Lugano- Svizzera

72,00%

TAS Iberia Slu

Calle Julian Camarillo, 47

- Plaza Ramon y Cayal 1, Cordoba - Spagna

Madrid - Spagna

100,00%

TAS Americas Ltda

Rua Irma Gabriela nº 51,

Brooklin Novo - São Paulo -

SP - Brasil

99,65%

TAS Usa Inc

Empire State Building 350 Fifth

- 1180 N. Town Center Drive, Suite 100 Las Vegas,

Avenue, 41st Floor New York,

NV 89144

NY 10118-4100

100,00%

TAS Germany Gmbh

c/o A.L.B. Friedl GmbH

Wilhelm-Hale-Str. 50

80639 München - Germania

100,00%

TAS EE D.o.o.

Bulevar Mihajla Pupina, 115 z

Belgrado - Serbia

70,00%

Mantica Italia S.r.l

Via Cristoforo Colombo n.149,

Roma - Italia

80,00%

Global Payments S.p.A.

Via Famagosta n.75, Milano -

Italia

100,00%

Infraxis AG

Muri bei Bern, Thunstrasse 68 -

Svizzera

100,00%

Infraxis LTD

Leeds, 11B Platform New

100,00%

Station Street - UK

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

18 | P a g i n a

5. ANALISI DEI PRINCIPALI DATI ECONOMICI E PATRIMONIALI

Vengono di seguito analizzati i principali dati economici e patrimoniali del semestre di riferimento. Si evidenzia che i risultati economici relativi al Gruppo Infraxis al 30 giugno 2020 non hanno avuto impatto sul Conto Economico Consolidato del Gruppo al 30 giugno 2020.

SITUAZIONE ECONOMICA CONSOLIDATA

Ricavi totali

Ricavi

30/06/2020

30/06/2019

Var.

Var. %

Ricavi

23.954

21.501

2.453

11,4%

Variazione delle commesse in corso di esecuzione

1.925

3.295

(1.370)

(41,6%)

Totale Ricavi Caratteristici

25.879

24.796

1.083

4,4%

Altri ricavi

417

355

62

17,5%

TOTALE

26.296

25.151

1.145

4,6%

Al 30 giugno 2020 il Gruppo ha registrato Ricavi totali per Euro 26.296 mila, rispetto ad Euro

25.151 mila del corrispondente periodo dell'esercizio precedente, così dettagliati:

  • Euro 25.879 mila costituiti da ricavi della gestione caratteristica (Euro 24.796 mila nel 2019);
  • Euro 417 mila costituiti da altri ricavi non caratteristici (Euro 355 mila nel 2019).

Ricavi caratteristici per natura

30.06.2020

43,7%

13,9%

8,5%

19,3%14,6%

LicenzeManutenzioni

Servizi

Royalties e canoni di ut.

Canoni di assistenza

30.06.2019

44,3%

14,1%

19,2%6,4%

15,9%

LicenzeManutenzioni

Servizi

Royalties e canoni di ut.

Canoni di assistenza

Il dettaglio dei ricavi per natura è di seguito riportato:

Ricavi per natura

30/06/2020

Inc.%

30/06/2019

Inc.%

Var.

Var. %

- Licenze

3.785

14,6%

3.950

15,9%

(165)

(4,2%)

- Manutenzioni

4.985

19,3%

4.762

19,2%

223

4,7%

- Servizi

11.318

43,7%

10.993

44,3%

325

3,0%

- Royalties e canoni di utilizzo

3.597

13,9%

3.501

14,1%

96

2,7%

- Canoni di assistenza

2.194

8,5%

1.590

6,4%

604

38,0%

TOTALE RICAVI CARATTERISTICI

25.879

100,0%

24.796

100,0%

1.083

4,4%

Analizzando il totale dei ricavi core per natura di servizio prestato, si evidenzia una crescita complessiva del 4,4% rispetto al corrispondente periodo dell'esercizio precedente e riferita a

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

19 | P a g i n a

tutte le tipologie di servizio ad eccezione della voce licenze che evidenzia un leggero decremento del 4,2%.

Ricavi caratteristici per area geografica

30.06.2020

30.06.2019

82,6%

2,7%

6,2%

1,6%

1,3%

1,5%

1,4%

5,4%

78,1%

6,0%

5,3%

4,1%

0,8%

- Italia

- Svizzera

0,2%

- Italia

- Svizzera

1,0%

1,7%

- Spagna

- Sud America

- Spagna

- Sud America

- Francia

- Eastern Europe

- Francia

- Eastern Europe

- Usa

- Altri Paesi Estero

- Usa

- Altri Paesi Estero

La tabella sotto riportata evidenzia la distribuzione dei ricavi per area geografica:

Ricavi per area geografica

30/06/2020

Inc.%

30/06/2019

Inc.%

Var.

Var. %

- Italia

21.384

82,6%

19.372

78,1%

2.012

10,4%

Svizzera

702

2,7%

1.529

6,2%

(827)

(54,1%)

Spagna

326

1,3%

407

1,6%

(81)

(19,9%)

Sud America

377

1,5%

346

1,4%

31

9,0%

Francia

1.410

5,4%

1.494

6,0%

(84)

(5,6%)

Eastern Europe

1.379

5,3%

1.013

4,1%

366

36,1%

Usa

47

0,2%

206

0,8%

(159)

(77,2%)

Altri Paesi Estero

254

1,0%

429

1,7%

(175)

(40,8%)

- Estero

4.495

17,4%

5.424

21,9%

(929)

(17,1%)

TOTALE RICAVI CARATTERISTICI

25.879

100,0%

24.796

100,0%

1.083

4,4%

La distribuzione dei ricavi per area geografica rispecchia l'ubicazione geografica delle società che compongono il Gruppo. Crescono i ricavi in Italia (+10,4%) mentre all'estero si segnala principalmente una crescita dei ricavi dell'area Eastern Europe (+36,1%).

I ricavi della voce Altri Paesi Estero includono principalmente Germania e Gran Bretagna.

Risultato operativo

Il Risultato Operativo del periodo, influenzato da ammortamenti per Euro 2.988 mila, è positivo e in crescita pari ad Euro 1.207 mila rispetto ad Euro 533 mila del corrispondente periodo dell'esercizio precedente.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

20 | P a g i n a

La tabella seguente mostra il confronto dei costi al 30 giugno 2020 rispetto all'esercizio precedente:

Costi

30/06/2020

30/06/2019

Var.

Var. %

Materie prime di consumo e merci

386

1.390

(1.004)

(72,2%)

Costi del personale

14.932

14.225

707

5,0%

Per servizi

6.081

5.412

669

12,4%

Altri costi:

701

441

260

59,0%

- Godimento beni di terzi

85

160

(75)

(46,9%)

- Oneri diversi di gestione

297

267

30

11,2%

- Accantonamenti per rischi

319

14

305

>100%

TOTALE

22.100

21.468

632

2,9%

Per avere un confronto più omogeneo dei costi core del Gruppo si è proceduto a depurare, da ogni singola voce di costo, i costi capitalizzati per sviluppo software, i costi non ricorrenti (riferiti principalmente a consulenze connesse all'acquisizione del Gruppo Infraxis) e l'impatto legato all'IFRS 16:

Costi

30/06/2020

30/06/2019

Var.

Var. %

Materie prime di consumo e merci

609

1.588

(979)

(61,6%)

Costi del personale

16.528

15.451

1.077

7,0%

Costi per servizi

6.589

5.840

749

12,8%

Altri costi:

1.527

1.104

423

38,3%

- Godimento beni di terzi

911

823

88

10,7%

- Oneri diversi di gestione

297

267

30

11,2%

- Accantonamenti per rischi

319

14

305

>100%

TOTALE COSTI CORE

25.253

23.983

1.270

5,3%

Impatto IFRS 16

(826)

(663)

(163)

(24,6%)

Costi capitalizzati per sviluppo software

(2.696)

(1.852)

(844)

(45,6%)

Costi non ricorrenti

369

-

369

-

TOTALE COSTI

22.100

21.468

632

2,9%

Il dettaglio dei costi del personale, la voce passiva più rilevante del conto economico, al 30 giugno 2020 pari ad Euro 16.528 mila, è di seguito esposto:

Costi del personale

30/06/2020

30/06/2019

Var.

Var. %

Salari e stipendi

12.183

11.383

800

7,0%

Oneri sociali

3.504

3.340

164

4,9%

Accantonamento TFR

648

628

20

3,2%

Altri costi

193

100

93

93,0%

TOTALE

16.528

15.451

1.077

7,0%

La tabella seguente mostra l'organico del Gruppo TAS al 30 giugno 2020:

Organico

30/06/2020

31/12/2019

30/06/2019

Var.

Var. annua

TAS

175

386

378

(211)

(203)

GLOBAL PAYMENTS

241

-

-

241

241

TAS INTERNATIONAL

12

12

10

-

2

TAS FRANCE

7

7

8

-

(1)

TAS AMERICAS

3

3

4

-

(1)

TAS IBERIA

11

12

13

(1)

(2)

MANTICA

6

6

6

-

-

TAS EE

54

51

50

3

4

TAS GERMANY

-

-

-

-

-

TAS USA

-

-

-

-

-

INFRAXIS AG

3

-

-

3

3

INFRAXIS LTD

23

-

-

23

23

Numero dipendenti

535

477

469

58

66

Numero medio dipendenti

503

486

523

17

(20)

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

21 | P a g i n a

Risultato del periodo consolidato

Al 30 giugno 2020 si registra un utile di Euro 505 mila contro una perdita del 2019 di Euro 181 mila. Non significativo il risultato attribuito a ciascuna azione.

Risultato per Azione

30/06/2020

30/06/2019

Capitale Sociale

24.330.646

24.330.646

Risultato d'esercizio

505.274

(181.327)

Azioni ordinarie

83.536.898

83.536.898

Numero medio ponderato di azioni in circolazione nell'esercizio

83.536.898

83.536.898

RISULTATO PER AZIONE

0,01

(0,00)

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

22 | P a g i n a

SITUAZIONE PATRIMONIALE CONSOLIDATA

GRUPPO TAS (migliaia di Euro)

30.06.2020

31.12.2019

Capitale Immobilizzato

52.740

35.664

- di cui Goodwill

34.925

18.355

- di cui Diritti di utilizzo IFRS 16

7.649

8.559

Capitale d'esercizio netto

1.935

8.795

Passività non correnti

(19.845)

(5.187)

Capitale Investito netto

34.831

39.272

Posizione finanziaria netta verso Istituti bancari

(8.579)

(4.503)

Debiti finanziari per IFRS 16

8.362

9.168

Finanziamento soci

4.939

4.879

Totale patrimonio netto

30.109

29.727

-di cui Risultato di periodo

505

5.363

Capitale immobilizzato (IAP)

Il Capitale Immobilizzato risulta così suddiviso:

  • Euro 34.925 mila relativi al goodwill di cui (Euro 18.355 al 31 dicembre 2019):
  1. Euro 15.976 mila relativi alla CGU Ramo dei Pagamenti conferito alla Global Payments S.p.A. insieme al ramo d'azienda "pagamenti";
    1. Euro 1.345 mila relativi alla CGU TAS Iberia; o Euro 91 mila relativi alla CGU TAS France; o Euro 943 mila relativi alla CGU TAS EE;
      o Euro 16.570 mila relativi alla CGU Infraxis acquisita a fine giugno 2020.
  • Euro 5.472 mila relativi alle altre immobilizzazioni immateriali principalmente riferibili ai software sviluppati internamente (Euro 4.642 mila al 31 dicembre 2019);
  • Euro 10.378 mila relativi alle immobilizzazioni materiali (Euro 11.313 mila al 31 dicembre 2019). Tale importo include l'effetto pari ad Euro 7.649 mila dell'IFRS 16 (Euro 8.559 mila al 31 dicembre 2019;
  • Euro 137 mila quasi esclusivamente riferiti alla partecipazione nella società SIA S.p.A. (stesso valore al 31 dicembre 2019);
  • Euro 1.830 mila relativi ad imposte differite attive e altri crediti (Euro 1.218 mila al 31 dicembre 2019).

Capitale d'esercizio netto (IAP)

Il Capitale d'esercizio netto comprende:

  • Euro 30.703 mila relativi a crediti commerciali e attività da contratti con i clienti (Euro 30.084 mila al 31 dicembre 2019);
  • Euro 2.490 mila relativi ad altri crediti inclusi ratei e risconti commerciali attivi (Euro 1.862 mila al 31 dicembre 2019);
  • Euro 7.248 mila relativi a debiti commerciali (Euro 5.662 mila al 31 dicembre 2019);
  • Euro 24.009 mila relativi ad altri debiti inclusi i ratei passivi e le passività da contratti con i clienti (Euro 17.490 mila al 31 dicembre 2019).

Passività non correnti (IAP)

Le Passività non correnti includono invece:

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

23 | P a g i n a

  • Euro 4.927 mila relativi al fondo trattamento di fine rapporto (Euro 4.801 mila al 31 dicembre 2019);
  • Euro 211 mila relativi ai fondi per rischi ed oneri (Euro 323 mila al 31 dicembre 2019);
  • Euro 14.650 relativa all'opzione put da esercitarsi in caso di cambio di controllo di TAS fino al 2024 prevista nel patto parasociale stipulato tra Società ed i venditori del Gruppo Infraxis relativo alla partecipazione del 28% del capitale sociale di TAS International.
  • Euro 57 mila relativi alle imposte differite passive (Euro 63 mila al 31 dicembre 2019).

Patrimonio netto

Al 30 giugno 2020, il patrimonio netto è pari ad Euro 30.109 mila rispetto ad Euro 29.727 mila del 31 dicembre 2019.

Posizione Finanziaria Netta

In base a quanto richiesto dalla Comunicazione Consob n. 15519 del 28 luglio 2006 di seguito riportiamo la posizione finanziaria relativa al Gruppo:

Posizione Finanziaria Netta Consolidata

NOTE

30.06.2020

31.12.2019

A. Denaro e valori in cassa

7

(5)

(6)

B. Depositi bancari e postali

7

(16.040)

(7.240)

C. Titoli detenuti per la negoziazione

-

-

D. Liquidita' (A) + (B) + (C)

(16.045)

(7.247)

E. Crediti finanziari correnti

(25)

(22)

F. Debiti bancari correnti

240

302

G. Parte corrente dei finanz. bancari a medio-lungo termine

1.538

163

H. Finanziamento corrente dei Soci

4.939

4.879

I. Altri debiti finanziari correnti

2.474

1.637

di cui debiti per leasing (IFRS 16)

1.335

1.116

J. Debiti ed altre pass. finanz. correnti (F) + (G) + (H) + (I)

15

9.191

6.982

K. Indebitamento finanziario corrente netto (D) + (E) + (J)

(6.879)

(287)

L. Debiti bancari non correnti

-

-

M. Parte non corrente dei finanz. bancari a medio-lungo termine

4.456

1.661

N. Finanziamento non corrente dei Soci

-

-

O. Altri debiti finanziari non correnti

7.634

8.659

di cui debiti per leasing (IFRS 16)

7.027

8.052

P. Debiti ed altre pass. finanz. non correnti (L) + (M) + (N) + (O)

12

12.089

10.321

Q. Indebitamento finanziario netto CESR (K) + (P) (*)

5.210

10.033

R. Crediti finanziari non correnti

(488)

(489)

S. Indebitamento finanziario netto (Q) + (R)

4.722

9.544

di cui escludendo i finanziamenti Soci

(217)

4.665

di cui escludendo i debiti per leasing (IFRS 16)

(3.639)

376

  1. Il criterio di determinazione dell'Indebitamento Finanziario Netto CESR è conforme a quello previsto dal Paragrafo 127 delle raccomandazioni del CESR 05/054b implementative del Regolamento CE 809/2004

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

24 | P a g i n a

La Posizione Finanziaria Netta, escludendo l'impatto derivante dall'IFRS 16, è positiva per 3,6 milioni di Euro rispetto ad un valore negativo di 0,4 milioni di Euro del 31 dicembre 2019, in miglioramento di 4 milioni di Euro. Includendo l'impatto dell'IFRS 16 la posizione finanziaria netta è negativa per 4,7 milioni di Euro rispetto a 9,5 milioni di Euro del 31 dicembre 2019. Le disponibilità liquide si attestano a 16 milioni di Euro, in netto miglioramento rispetto ai 7,3 milioni di Euro al 31 dicembre 2019. Tale miglioramento è dovuto sia alla stagionalità degli incassi storicamente per la maggior parte concentrata nei primi mesi dell'anno per effetto della fatturazione annuale delle manutenzioni e canoni di utilizzo sui prodotti software installati, sia per il costante incremento della marginalità consuntivata. Le disponibilità liquide, inoltre, includono 2,3 milioni di Euro relativi al neo acquisito Gruppo Infraxis. L'incremento dei debiti finanziari è legato principalmente all'accensione di un finanziamento bancario pari a 5 milioni di Euro per sostenere l'operazione di aggregazione del Gruppo Infraxis.

Come ampiamente descritto in precedenza al 30 giugno 2020 è stata valorizzata la passività, pari ad Euro 14,65 milioni, relativa all'opzione put da esercitarsi in caso di cambio di controllo di TAS fino al 2024 prevista nel patto parasociale stipulato tra Società ed i venditori del Gruppo Infraxis relativo alla partecipazione del 28% del capitale sociale di TAS International. Tale passività risulta iscritta nella voce "Altri debiti" del passivo non corrente.

6. SCENARIO DI RIFERIMENTO

L'economia globale sta vivendo la recessione più profonda dalla "Grande Depressione" negli anni '30, con forti riduzioni del PIL in molti paesi innescate dalle severe misure di contenimento del virus adottate dai governi delle economie più colpite; misure che hanno portato alla chiusura completa dell'attività produttiva in molti settori e alla forte riduzione di viaggi e mobilità, con pesanti ripercussioni sui sistemi economici e sui livelli occupazionali.

I confini sono stati chiusi e il commercio mondiale, già debole prima dello scoppio della pandemia, è precipitato. Allo stesso tempo, i governi hanno implementato rapidamente misure di sostegno ampie e innovative per attenuare il colpo, sovvenzionando lavoratori e imprese, ma appesantendo in tal modo i conti pubblici.

In tale contesto, le prospettive economiche sono eccezionalmente incerte. Tali previsioni risultano differenti a seconda che si assuma uno scenario caratterizzato da una seconda ondata della diffusione del virus oppure quello in cui tale seconda ondata riesca ad essere evitata: nel primo caso l'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico prevede una contrazione del Pil globale pari al 7,6% nel 2020 e un livello ampiamente al di sotto di quelli pre-COVID anche nel 2021; mentre il commercio mondiale, in questo primo scenario, è previsto in calo dell'11,4%. Le previsioni, nel caso del secondo e più favorevole scenario, sono di una contrazione del 6% del Pil mondiale nel 2020, con un recupero quasi totale dei livelli precedenti l'esplosione dell'emergenza sanitaria alla fine del 2021; quanto al commercio mondiale, è previsto in calo del 9,5% prima di riprendere a crescere nel 2021.

Più ottimistiche le previsioni del Fondo Monetario Internazionale che, senza distinguere tra due possibili scenari, stima nel 2020 una flessione del Pil mondiale pari al 4,9% (in peggioramento però di 1,9 punti percentuali rispetto alle previsioni di aprile) e una crescita del 5,4% nel 2021.

Nel breve termine, e comunque fino a quando non sarà disponibile un vaccino, la principale sfida per i governi nazionali sarà quella di favorire la ripresa economica, pur mantenendo in atto alcune misure di contenimento, e facendo i conti con le trasformazioni strutturali che hanno

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

25 | P a g i n a

caratterizzato interi settori. Ciò richiederà un mix di politiche fiscali, monetarie e finanziarie che aiutino a riallocare le risorse tra i settori, sostengano i redditi di lavoratori e imprese in condizioni di precarietà, supportino l'occupazione e agevolino il flusso di cassa delle imprese, tutto ciò per ridurre al minimo l'impatto economico della crisi pandemica.

Entrando nel dettaglio del settore di riferimento, la spesa mondiale nel settore Information Technology (IT) è attesa diminuire del 5,1% nel 2020, a 2.250 miliardi di dollari. Il calo della spesa in servizi Information and communication technologies (Ict) si ridurrà del 3,4% durante il 2020, raggiungendo i 4.000 miliardi di dollari circa.

L'unica voce in controtendenza è quella delle infrastrutture, che secondo lo studio dovrebbe crescere di almeno il +4% entro la fine del 2020 (comunque in declino rispetto al +8,8% del 2019) a 237 miliardi di dollari, trainata soprattutto dalla domanda di servizi cloud.

In negativo tutte le altre aree di spesa, come i device, che per l'anno in corso potrebbero registrare un crollo del -12,4% (dopo un timido +1% nel 2019), i software, che vedrebbero tagliare la spesa dell'1,9% (dal +10% del 2019), e i servizi IT, con un -2,6% (+4,7% nel 2019).

Il trend negativo generalizzato è strettamente legato alla crisi economico-finanziaria innescata dall'epidemia di Coronavirus. Molte economie, anche avanzate, sono entrate o presto entreranno in recessione, anche marcata, con inevitabili ripercussioni sulle decisioni e le intenzioni di spesa.

Le imprese al momento non sono propense ad investire, tant'è che molti progetti e attività sono state congelate o rimandate, ma è anche vero che proprio a causa del lockdown molte organizzazioni, pubbliche e private, hanno iniziato a pianificare una maggiore spesa in innovazione tecnologica.

Per questo lo studio si attende un ritorno agli investimenti in soluzioni IT/ICT e una ripresa complessiva del mercato mondiale delle tecnologie. Il 5G potrebbe essere uno dei driver principali di questa ripresa, seguito dalla domanda di servizi cloud.

In entrambi i casi le infrastrutture giocano un ruolo chiave, anche perché se è vero che le attività industriali ed economiche sono state a lungo ferme, il flusso dei dati (big data) non si è mai fermato e con esso lo storage e la gestione.

Per questo gli esperti si attendono a breve una ripresa della domanda di servizi dedicati da parte delle organizzazioni. Le stime per il 2021, infatti, sono tutte al rialzo, con la spesa IT che rimbalzerà a +5%, quella nelle telecomunicazioni del +0,7% (dopo il calo dello -0,8% del 2020), in soluzioni ICT del +3,1%4.

Per quanto attiene al mercato digitale italiano sino a qualche mese fa le prospettive erano in linea con le previsioni. In crescita del 2,1% per il 2019, e atteso crescere anche di un punto in più nel 2020, a conferma di un moderato progresso nella digitalizzazione di imprese, amministrazioni pubbliche e famiglie. Poi è arrivata l'emergenza sanitaria a stravolgere tutto, con la prospettiva di un Pil 2020 in calo di un pesantissimo 8-9%. Il mercato dell'ICT nel 2020 limiterà il calo al 3,1% per recuperare nel 2021, per la capacità del digitale di dare ossigeno all'economia nelle fasi più difficili, la sua anticiclicità e la sua vocazione a sostenere una ripartenza che sarà lunga. Sono

4 Fonte: Rapporto IDC.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

26 | P a g i n a

aspetti che invocano visioni e politiche adeguate per il digitale, e soprattutto concretezza, anche in vista del sostegno dell'Europa.

Nel 2020 le dinamiche del mercato digitale passeranno al segno meno (Servizi ICT -3,7%,Software e Soluzioni ICT -1,1%,Dispositivi e Sistemi -3,5%,Servizi di Rete -3,9%,Contenuti Digitali e Digital Advertising -1,5%)ma mostreranno una resilienza maggiore rispetto a quasi tutti gli altri mercati, mentre continueranno a crescere a tassi a due cifre le componenti più innovative, a partire dal Cloud, dalla Cybersecurity, dall'IoT e dalle piattaforme di lavoro collaborative e da remoto (smartworking incluso) 5.

7. FATTI DI RILIEVO

Tra le attività e i fatti degni di rilievo del semestre, si evidenzia quanto segue:

  • In data 17 febbraio 2020 TAS ha perfezionato il progetto di riorganizzazione del business internazionale del Gruppo già comunicato al mercato il 18 luglio 2019. In particolare in tale data è stato eseguito il conferimento senza aumento di capitale in TAS International S.A. (già TAS Helvetia S.A.) - società di diritto svizzero interamente partecipata da TAS - di tutte le partecipazioni detenute da TAS nelle altre società controllate estere del Gruppo, ovvero TAS France S.A.S.U., TAS Germany GmbH, TAS Iberia S.L.U., TAS USA Inc., TAS Americas Ltda, TAS E.E. d.o.o. Il valore di conferimento, pari al valore a cui le partecipazioni interessate risultavano iscritte nel bilancio individuale di TAS al 31 dicembre 2019, compreso le movimentazioni sino alla data del 18 marzo 2020, data di approvazione del bilancio di TAS S.p.A., è stato contabilizzato in TAS International S.A. a titolo di "riserve da apporto di capitale".
  • In data 20 febbraio 2020 è stata perfezionata un'operazione di modifica degli assetti proprietari di TAS Group, con l'ingresso del nuovo investitore CLP S.r.l. e l'incremento della partecipazione del socio di controllo GUM International S.r.l., controllante indiretta di TAS. Per maggiori dettagli si rimanda a quanto già comunicato al mercato.
  • In data 12 marzo 2020 TAS Group fa il suo ingresso nel MarketPlace di Temenos, società leader a livello mondiale nella fornitura di sistemi di core banking, con la propria piattaforma all'avanguardia per pagamenti digitali e mobile CARD 3.0 IE. L'aggiunta sul
    MarketPlace di Temenos di CARD 3.0 IE, potente piattaforma di gestione carte end-to- end, consente alle banche di offrire un'esperienza utente completa di pagamento digitale e mobile, sia che si tratti di una nuova challenger-bank alla ricerca di un approccio distributivo rapido e facile e di un time-to-market ristretto, o di un incumbent affermato che cerca di abbracciare la trasformazione digitale e tenere il passo con le aspettative dei clienti.
  • In data 28 aprile 2020, l'Assemblea dei Soci ha:
    • nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione composto di nove membri, che rimarrà in carica per la durata di tre esercizi con scadenza alla data dell'assemblea di approvazione del bilancio al 31/12/2022, designando il dott. Dario Pardi quale Presidente.

5 Fonte: Rapporto Anitec-Assinform: Il digitale in Italia 2020.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

27 | P a g i n a

    • nominato per tre esercizi, con scadenza alla data di approvazione del bilancio al 31/12/2022, il nuovo Collegio Sindacale formato da Antonio Mele, Presidente, Luca Maria Tesio e Diana Rizzo, sindaci effettivi, Sonia Ferrero e Gian Luca Succi, sindaci supplenti.
    • ha approvato un piano di stock option ai sensi dell'articolo 114-bis TUF e dell'articolo 84-bis, comma 1 del Regolamento Emittenti, a favore dei dipendenti (ivi inclusi i dirigenti con responsabilità strategiche) di TAS e delle società dalla stessa controllate, per il periodo 2020-2022 fino ad un massimo di nominali euro
      482.299,58, per l'emissione, anche a più riprese, di massime n. 1.663.102 Azioni, corrispondenti al 1,99% del capitale sociale.
    • ha altresì autorizzato il Consiglio di Amministrazione all'acquisto e alla disposizione di azioni ordinarie di TAS S.p.A. ai sensi degli articoli 2357 e 2357- ter del codice civile, in una o più volte, per un periodo di 18 (diciotto) mesi decorrenti dalla data della presente delibera e nei limiti del massimale rotativo consentito dalla legge pari al 20% del capitale sociale.
  • In data 4 maggio 2020, il neonominato Consiglio di Amministrazione, riunitosi sotto la presidenza del dott. Dario Pardi, ha rinnovato la nomina del dott. Valentino Bravi quale Amministratore Delegato, conferendo a quest'ultimo i poteri di amministrazione della Società. Il dott. Bravi è stato altresì designato Amministratore incaricato del sistema di controllo interno e di Gestione dei rischi. Ha inoltre conferito alcune deleghe di natura strategica e commerciale al Presidente del Consiglio Dario Pardi. Il presidente è stato altresì confermato nella funzione di investor relation. Nella medesima occasione, il Consiglio ha rinnovato anche i Comitati previsti dal Codice di Autodisciplina delle società quotate, che risultano essere così composti.
    • Il Comitato per le nomine e la remunerazione risulta formato da: Giancarlo Maria Albini - Presidente
      Carlotta De Franceschi Annunziata Magnotti
    • Il Comitato controllo, rischi e parti correlate risulta formato da: Ambrosella Ilaria Landonio - Presidente
      Giancarlo Maria Albini Roberta Viglione

Il Consiglio di Amministrazione ha quindi affidato il ruolo di lead independent director all'amministratore indipendente ing. Giancarlo Maria Albini ai sensi del Codice di Autodisciplina delle società quotate.

  • In data 8 maggio 2020 la Società ha reso noto che, in data 7 maggio 2020 la Consob, su istanza della stessa, ha revocato l'obbligo di diffusione di informazioni periodiche integrative con cadenza trimestrale ai sensi dell'art. 114 d.lgs n.58/98.
  • In data 30 giugno 2020 TAS International SA, come già evidenziato, in esecuzione del contratto firmato l'8 giugno 2020, ha perfezionato l'acquisto del 100% del capitale sociale della società di diritto svizzero Infraxis AG, che detiene a sua volta l'intero capitale sociale della società di diritto inglese Infraxis Ltd (UK) (di seguito "Gruppo Infraxis").

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

28 | P a g i n a

8. RAPPORTI CON PARTI CORRELATE

Per quanto concerne le operazioni effettuate con parti correlate, ivi comprese le operazioni infragruppo, si precisa che le stesse non sono qualificabili né come atipiche né come inusuali, rientrando nel normale corso di attività delle società del Gruppo. Per la definizione di "Parti correlate" si fa riferimento al principio contabile internazionale IAS 24 R, omologato dal Regolamento CE n. 632/2010.

Le operazioni con parti correlate, come definite nel principio IAS 24, sono poste in essere nel rispetto delle disposizioni di legge vigenti e sono regolate a prezzi in linea con quelli praticati sul mercato.

La seguente tabella riassume i rapporti economici, patrimoniali e finanziari, alla data del 30 giugno 2020, intrattenuti con parti correlate:

OWL SPA

GUM CONSULTING SRL

BRAVI CONSULTING SRL

Debiti Commerciali

-

(28)

-

Debiti Finanziari

(4.939)

-

-

Altri debiti

(832)

(13)

-

Costi

Costi per servizi

-

(149)

(11)

Oneri Finanziari

(97)

-

-

Ricavi

Altri ricavi

8

-

-

I rapporti del periodo con parti correlate, tutte concluse a condizioni di mercato, sono relativi:

  • ai rapporti interconnessi tra la Società e la controllante OWL S.p.A. e riguardano il finanziamento in essere per un valore nominale di 5 milioni di Euro. Gli altri debiti rappresentano il saldo netto da consolidato fiscale;
  • ai rapporti intercorsi con la società Gum Consulting S.r.l. in cui Dario Pardi risulta essere socio di maggioranza ed hanno riguardato il compenso comprensivo dei rimborsi spese quale Presidente del consiglio di amministrazione della Società;
  • ai rapporti intercorsi con la società Bravi Consulting S.r.l. in cui Valentino Bravi risulta essere socio ed hanno riguardato attività di consulenza fornite alla Società.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

29 | P a g i n a

Nella tabella che segue si riportano le informazioni dell'incidenza che le operazioni o posizioni con parti correlate hanno sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria del Gruppo:

Incidenza delle operazioni con parti correlate

Parti correlate

Totale

Valore assoluto

%

a) Incidenza delle operazioni o posizioni con

parti correlate sulle voci dello stato

patrimoniale

Debiti Commerciali

(19.334)

(28)

0,15%

Debiti Finanziari

(21.280)

(4.939)

23,21%

Altri debiti

(10.645)

(845)

7,94%

b) Incidenza delle operazioni o posizioni con

parti correlate sulle voci del conto

economico

Costi per servizi

(6.081)

(161)

2,64%

Altri ricavi

417

8

1,93%

c) Incidenza delle operazioni o posizioni con

parti correlate sui flussi finanziari

Oneri Finanziari

(522)

(97)

18,52%

9. PROSPETTO DI RACCORDO CON IL BILANCIO DELLA CAPOGRUPPO

La seguente tabella riporta i dati di riconciliazione del patrimonio netto e del risultato di periodo consolidati con quelli della controllante TAS S.p.A.6

30 giugno 2020

31 dicembre 2019

(in migliaia di euro)

Patr. Netto

Risultato

Patr. Netto

Risultato

Patrimonio netto e risultato dell'esercizio come riportati nel

bilancio d'esercizio della società controllante

29.649

505

29.296

5.402

Eliminazione del valore di carico delle partecipazioni consolidate

a) differenza tra valore di carico e valore pro-quota del patrimonio

netto

(19.596)

-

(3.018)

-

b) risultati pro-quota conseguiti dalle partecipate

-

-

-

-

c) valore contabile e plus/minusvalori attribuiti alla data di

acquisizione delle partecipate

19.532

-

2.962

-

Eliminazione degli effetti di operazioni compiute tra società

consolidate

(44)

-

(9)

-

Effetto delle variazioni nei tassi di cambio delle valute estere

126

-

107

-

Altri movimenti

(18)

-

(10)

(39)

Patrimonio netto e risultato d'esercizio di pertinenza del

gruppo

29.649

505

29.328

5.363

Patrimonio netto e risultato d'esercizio di pertinenza di terzi

460

59

399

(56)

Patrimonio sociale e risultato netto consolidati

30.109

564

29.727

5.307

6 Ai sensi della comunicazione Consob n. 6064293 del 28 luglio 2006.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

30 | P a g i n a

10. GERARCHIA DEL FAIR VALUE SECONDO L'IFRS 13

Nella seguente tabella vengono esposte le attività e passività misurate al "fair value" classificati in base ad una gerarchia di tre livelli che tiene in considerazione le diverse variabili utilizzate ai fini della valutazione.

Livello 1

Livello 2

Livello 3

Totale

ATTIVITA' E PASSIVITA'

Partecipazioni e altri titoli immobilizzati

-

-

137

137

Altri debiti non correnti

-

-

14.650

14.650

Totale Attività e Passività

-

-

14.787

14.787

La classificazione degli strumenti finanziari al fair value prevista dall'IFRS 13, determinata in base alla qualità delle fonti degli input utilizzati nella valutazione, comporta la seguente gerarchia:

Livello 1: determinazione del fair value in base a prezzi quotati (unadjusted) in mercati attivi per identici assets o liabilities. Al momento non risultano esserci strumenti rientranti in questa categoria;

Livello 2: determinazione del fair value in base a input diversi da prezzi quotati inclusi nel "Livello 1" ma che sono osservabili direttamente o indirettamente. Al momento non risultano esserci strumenti rientranti in questa categoria;

Livello 3: determinazione del fair value in base a modelli di valutazione i cui input non sono basati su dati di mercato osservabili (unobservable inputs). Rientrano in questa categoria:

  • gli strumenti di equity relativi a società non quotate non rappresentanti partecipazioni di collegamento o di controllo classificati nella categoria fair value througth profit and loss. Il saldo pari ad Euro 137 mila si riferisce alla partecipazione nella società SIA S.p.A.;
  • la passività connessa all'opzione put&call da esercitarsi in caso di cambio di controllo di TAS prevista nel patto parasociale stipulato dalla Società ed i venditori del Gruppo Infraxis relativo alla partecipazione del 28% del capitale sociale di TAS International, pari ad Euro 14.650 mila.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

31 | P a g i n a

11. ATTIVITÀ E PASSIVITÀ FINANZIARIE PER CATEGORIA

Si riporta nella tabella che segue il dettaglio delle "Attività e Passività finanziarie" secondo quanto previsto dall'IFRS 9:

Attività

Attività finanziarie al

Attività

finanziarie al

finanziarie al

FV imputato al conto

30.06.2020

costo

FV imputato ad

economico

ammortizzato

OCI

Attività finanziarie non correnti

533

137

-

670

Partecipazioni e altri titoli immobilizzati

-

137

137

Crediti finanziari immobilizzati

488

488

Altri crediti

45

45

Attività finanziarie correnti

22.552

-

-

22.552

Crediti commerciali (6)

22.117

22.117

Altri crediti

410

410

Crediti finanziari

25

25

Totale

23.085

137

-

23.222

Passività

Passività finanziarie

Passività

finanziarie al

finanziarie al

al FV imputato al

30.06.2020

costo

FV imputato ad

conto economico

ammortizzato

OCI

Passività finanziarie non correnti

12.089

14.650

-

26.739

Altri debiti (13)

-

14.650

14.650

Debiti finanziari - Finanziamenti (11)

4.478

4.478

Debiti finanziari - Altri (11)

7.611

7.611

Passività finanziarie correnti

27.084

-

-

27.084

Debiti commerciali (12)

7.248

7.248

Altri debiti (13)

10.645

10.645

Debiti finanziari - Finanziamenti (14)

6.565

6.565

Debiti finanziari - Altri (14)

2.626

2.626

Totale

39.173

14.650

-

53.823

12. CORPORATE GOVERNANCE E SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO

Il sistema di controllo interno della Società è formato da un sistema organizzato di norme interne, procedure e strutture organizzative avente lo scopo di favorire il raggiungimento degli obiettivi aziendali attraverso l'efficacia e l'efficienza delle attività operative e nel rispetto delle leggi e dei regolamenti.

La governance di TAS prevede che, ai fini della valutazione sull'efficacia del sistema di controllo interno intervengano, secondo le rispettive competenze, i seguenti enti:

  • Consiglio di amministrazione
  • Collegio sindacale
  • Amministratore esecutivo incaricato del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi
  • Comitato per il Controllo e Rischi
  • Comitato per la remunerazione e nomine
  • Comitato per le operazioni con parti correlate

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

32 | P a g i n a

  • Responsabile di Internal Audit
  • Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari ex L. n. 262/05
  • Organismo di vigilanza istituito in attuazione del D. Lgs. 231/2001

La funzionalità del sistema è garantita da frequenti incontri tra gli organi di cui sopra, prevalentemente attraverso il presidio e il coordinamento del Comitato Controllo e Rischi e il Collegio sindacale, in modo da fornire una visione con il maggior grado possibile di completezza dei rischi aziendali e conseguentemente dei meccanismi posti in essere per presidiarli.

In ottemperanza agli obblighi normativi viene annualmente redatta la "Relazione sulla Corporate Governance" che contiene una descrizione generale del sistema di governo societario adottato dal Gruppo e riporta le informazioni sugli assetti proprietari e sull'adesione al Codice di Autodisciplina, ivi incluse le principali pratiche di governance applicate e le caratteristiche del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi anche in relazione al processo di informativa finanziaria.

La relazione annuale sulla Corporate Governance redatta ai sensi dell'art. 123-bis del TUF, è consultabile anche sul sito di TAS all'indirizzo http://www.tasgroup.it/investors, nella sezione "Bilanci e Documentazione finanziaria", i successivi eventuali comunicati di aggiornamento nella sezione "Comunicati". Si rimanda a tale documento per maggiori dettagli sulla governance ed il Sistema di Controllo Interno di TAS e del Gruppo. Il Codice di Autodisciplina è accessibile al pubblico sul sito web di Borsa Italiana (www.borsaitaliana.it).

13. GESTIONE DEI RISCHI

Come noto a partire dal mese di gennaio 2020, lo scenario nazionale e internazionale è stato caratterizzato dalla diffusione del COVID-19 (c.d Coronavirus) e dalle conseguenti misure restrittive per il suo contenimento, poste in essere da parte delle autorità pubbliche dei Paesi interessati. Si rimanda, per un maggior approfondimento, a quanto già illustrato al paragrafo 1 della relazione intermedia sulla gestione in ottemperanza agli obblighi previsti dal richiamo di attenzione n. 8/20 emanato da Consob il 16 luglio 2020.

Il Gruppo inoltre è esposto a rischi finanziari connessi alla sua operatività: rischio di credito, rischio di liquidità, rischi di mercato (principalmente relativi ai tassi di cambio e di interesse). Il presente Bilancio semestrale abbreviato non include tutte le informazioni e note esplicative sulla gestione dei rischi finanziari richieste nella redazione del bilancio annuale. Per una dettagliata descrizione di tali informazioni per il Gruppo si rimanda a quanto descritto nel Bilancio consolidato del Gruppo al 31 dicembre 2019, capitolo della Relazione sulla gestione "Principali rischi ed incertezze cui TAS S.p.A. ed il Gruppo sono esposti", nonché nella nota 8 della Nota Integrativa Consolidata.

14. EVENTI SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL SEMESTRE E PROSPETTIVE PER L'ANNO IN CORSO

Dalla chiusura del semestre si segnala in particolare che:

  • In data 1 luglio 2020 la Capogruppo ha proceduto, con BANCOBPM, stesso istituto di credito in cui è stato acceso il finanziamento di cui alla nota di commento 11, alla stipulazione di un contratto di Interest Rate Swap di seguito dettagliato:

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

33 | P a g i n a

Tipo di

Data

Scadenza

Tasso

Tasso

Nozionale in

Banca di

operazione

iniziale

parametro

parametro

Euro

riferimento

finanziaria

Banca

Cliente

Euribor 3m +

IRS

01/07/2020

30/06/2023

Euribor 3m

Spread 1,25%

4.000.000

BANCOBPM

Trattasi di operazioni di copertura gestionale del rischio del tasso di interesse derivante dal finanziamento acceso con BANCOBPM.

• In data 7 luglio 2020 la Capogruppo ha acceso, presso Intesa San Paolo S.p.A., un nuovo finanziamento bancario Euro 2.500 mila che prevede n. 12 rate mensili di pre- ammortamento a partire dal 7 agosto 2020 e n. 36 rate mensili di rimborso. Il finanziamento è garantito dallo Stato ed è stato acceso per avere una ulteriore riserva di liquidità immediata per poter far fronte ad eventuali necessità, ad oggi non prevedibili, dovuta alla pandemia in corso.

Contestualmente è stato stipulato un contratto di Interest Rate Swap di seguito dettagliato:

Tipo di

Data

Scadenza

Tasso

Tasso

Nozionale in

Banca di

operazione

iniziale

parametro

parametro

Euro

riferimento

finanziaria

Banca

Cliente

Euribor 1m +

IRS

07/07/2020

07/06/2024

Euribor 1m

Spread 1,30%

2.500.000

INTESA

Trattasi di operazioni di copertura gestionale del rischio del tasso di interesse derivante dal finanziamento acceso con Intesa.

• In data 20 luglio 2020 è stato perfezionato l'accordo tra TAS Group e Otik srl, società di Bologna specializzata nella consulenza e progettazione in ambito Finance e Banking, per l'integrazione delle competenze Otik in TAS. L'operazione è volta a rafforzare ulteriormente la leadership di TAS sul mercato Bancario Italiano ed Europeo nel segmento del Liquidity & Collateral Management. Ad oggi sono quasi una ventina gli istituti finanziari e i centri servizi interbancari ad aver già scelto la soluzione Aquarius di TAS per la migrazione a Target2/T2-Securities Consolidation. L'iniziativa intrapresa da TAS è anche mirata ad affrontare l'avvio dell'ECMS (European Collateral Management System), ultimo tassello tra i Consolidated Target Services dell'Eurosistema, sul quale TAS sta già portando avanti analisi e sviluppi in modalità cooperativa con lo User Group Aquarius e la collaborazione dei Partner KPMG ed Accenture.

• In data 5 agosto 2020 il Consorzio Bonifica di Paestum ha attivato, tra i primi enti pubblici, il sistema pagoPA attraverso la tecnologia offerta dal Gruppo Iccrea in sinergia con la BCC Capaccio Paestum e Serino nell'ambito del progetto di digitalizzazione del sistema Paese.

Componente chiave della soluzione applicativa messa a punto dal Gruppo Bancario Cooperativo è rappresentato dalla suite modulare PayTAS, sulla quale l'Istituto ha costruito i propri servizi a valore aggiunto destinati alle 136 BCC aderenti e ai relativi enti pubblici serviti.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

34 | P a g i n a

Il Gruppo Tas ha garantito la totale operatività e continuità del supporto e dei progetti per i propri clienti in modalità smartworking totale. Ha incrementato nei primi mesi del 2020 gli investimenti relativi alla realizzazione del nuovo HUB dei pagamenti, ampliando la piattaforma della PSD2 (scelta dalla maggior parte dei principali clienti italiani), del "Progetto Consolidation" che riguarda oltre l'80% del mercato italiano.

Lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi cloud in corso di realizzazione (incremento degli investimenti), abbinato ad un importante backlog di ordini per prodotti e progetti risultante dalle vendite degli ultimi mesi, ed il consolidamento delle principali partnership strategiche per il mercato internazionale, garantiscono, malgrado la criticità del periodo, buone prospettive di crescita del business e dei risultai per i prossimi mesi.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

35 | P a g i n a

PROSPETTI CONTABILI

Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata

Note

30.06.2020

31.12.2019

Immobilizzazioni immateriali

2

40.397

22.997

- Goodwill

34.925

18.355

- Altre immobilizzazioni immateriali

5.472

4.642

Immobilizzazioni materiali

3

10.378

11.313

- Diritti di utilizzo IFRS 16

7.649

8.559

- Altre immobilizzazioni materiali

2.729

2.754

Partecipazioni e altri titoli immobilizzati

137

137

Crediti finanziari immobilizzati

488

489

Imposte differite attive

4

1.785

1.172

Altri crediti

45

45

Totale attivo non corrente

53.229

36.153

Attività da contratti con i clienti

5

8.586

6.798

Crediti commerciali

6

23.655

24.462

(di cui ratei e risconti commerciali)

1.538

1.176

Altri crediti

410

200

Crediti per imposte correnti sul reddito

542

486

Crediti finanziari

25

22

Disponibilità liquide

7

16.045

7.247

Totale attivo corrente

49.262

39.214

TOTALE ATTIVITA'

102.490

75.367

Capitale sociale

24.331

24.331

Altre riserve

6.331

6.245

Utili / (perdite) degli esercizi precedenti

(1.518)

(6.611)

Utile / (perdita) di periodo

505

5.363

Patrimonio netto di gruppo

29.649

29.328

Capitale e riserve di terzi

401

455

Utile / (perdita) di terzi

59

(56)

Patrimonio netto di terzi

460

399

Patrimonio netto consolidato

8

30.109

29.727

Fondo trattamento di fine rapporto

9

4.927

4.801

Fondi per rischi ed oneri

10

211

323

Fondi per imposte differite

57

63

Altri debiti

11

14.650

-

Debiti finanziari

12

12.089

10.321

Totale passivo non corrente

31.934

15.508

Debiti commerciali

13

19.334

13.851

(di cui passività da contratti con i clienti)

12.067

8.168

(di cui ratei passivi commerciali)

19

22

(di cui verso correlate)

28

69

Altri debiti

14

10.645

8.804

(di cui verso correlate)

13

-

Debiti per imposte correnti sul reddito

1.277

495

(di cui verso correlate)

832

140

Debiti finanziari

15

9.191

6.982

(di cui verso correlate)

4.939

4.879

Totale passivo corrente

40.448

30.132

TOTALE PASSIVITA' E PATRIMONIO NETTO

102.490

75.367

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

36 | P a g i n a

Conto economico consolidato

Note

30.06.2020

30.06.20197

Ricavi

23.954

21.501

Variazione delle commesse in corso di esecuzione

1.925

3.295

Altri ricavi

417

355

(di cui verso correlate)

8

-

Totale ricavi

26.296

25.151

Materie prime di consumo

(386)

(1.390)

Costi del personale

(14.932)

(14.225)

Costi per servizi

(6.081)

(5.412)

(di cui non ricorrenti)

(369)

-

(di cui verso correlate)

(161)

(162)

Altri costi

(701)

(441)

Totale costi

(22.100)

(21.468)

Ammortamenti

(2.988)

(3.072)

Svalutazioni

-

(78)

Risultato operativo

16

1.207

533

Proventi finanziari

155

132

Oneri finanziari

(522)

(446)

(di cui verso correlate)

(97)

(94)

Risultato della gestione finanziaria

17

(367)

(313)

Risultato ante imposte

841

220

Imposte correnti e differite

18

(277)

16

Risultato delle attività continuative

564

235

Risultato delle attività discontinuative

-

(400)

Risultato di periodo

564

(165)

Risultato netto di competenza di terzi

59

17

Risultato netto di competenza del gruppo

505

(181)

Risultato per azione

19

- base

0,01

(0,00)

- diluito

0,01

(0,00)

7 Il conto economico al 30 giugno 2019 è stato modificato, rispetto a quello approvato dal Consiglio in data 10 settembre 2019, a seguito del completamento della contabilizzazione dell'aggregazione aziendale avvenuta nel 2018. In particolare il risultato operativo era pari ad Euro 575 mila ed il risultato netto pari ad Euro 163 mila.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

37 | P a g i n a

Conto economico complessivo consolidato

Note

30.06.2020

30.06.20198

Risultato netto di periodo (A)

564

(165)

Altri utili / (perdite) complessivi che non saranno successivamente

riclassificati nell'utile / (perdita)

d'esercizio:

Utili / (perdite) attuariali su piani a benefici definiti

(152)

(253)

Effetto fiscale

-

-

Totale Altri utili / (perdite), al netto dell'effetto fiscale, che non

saranno successivamente riclassificati nell'utile / (perdite)

dell'esercizio (B1)

8

(152)

(253)

Altri utili / (perdite) complessivi che saranno successivamente

riclassificati nell'utile / (perdita)

d'esercizio:

Utili / (perdite) derivanti dalla conversione dei bilanci di imprese estere

(31)

17

Effetto fiscale

-

-

Totale Altri utili / (perdite), al netto dell'effetto fiscale, che saranno

successivamente riclassificati nell'utile / (perdite) dell'esercizio

(B2)

8

(31)

17

Totale Altri utili / (perdite), al netto dell'effetto fiscale (B1+B2=B)

(182)

(235)

Totale Utile / (perdita) complessiva (A)+(B)

382

(400)

Totale Utile / (perdita) complessiva attribuibile a:

Soci della controllante

321

(418)

Interessenze di pertinenza di terzi

60

18

8 Il conto economico complessivo al 30 giugno 2019 è stato modificato, rispetto a quello approvato dal consiglio di amministrazione in data 14 maggio 2019, a seguito del completamento della contabilizzazione dell'aggregazione aziendale avvenuta nel 2018. In particolare il risultato economico complessivo era negativo e pari ad Euro 364 mila.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

38 | P a g i n a

Rendiconto Finanziario Consolidato

Note

30/06/2020

30/06/20199

Risultato di periodo

564

(165)

Ammortamenti e svalutazioni

2.988

3.150

Variazione del fondo trattamento fine rapporto

9

(43)

(23)

Variazione dei fondi per rischi e oneri

10

(145)

(60)

Pagamento imposte sul reddito

(89)

(4)

Interessi passivi / (interessi attivi)

305

243

Altre variazioni non monetarie

91

499

Diminuzione /(aumento) delle attività da contratti con i clienti

e delle altre voci dell'attivo circolante

(1.411)

(399)

Aumento /(diminuzione) dei debiti e delle altre voci del passivo

6.840

4.454

Cash flow da attività operative

9.100

7.696

Variazione delle immobilizzazioni immateriali

2

(2.756)

(2.026)

Variazione delle immobilizzazioni materiali

3

(242)

(128)

Operazione di aggregazione (Gruppo Infraxis)

2

(427)

-

Cash flow da attività di investimento

(3.425)

(2.154)

Finanziamento BANCOBPM

12/15

4.000

-

Variazione crediti finanziari correnti

(3)

-

Variazione crediti finanziari immobilizzati

1

13

Variazione altri debiti finanziari

12/15

104

(147)

Oneri finanziari pagati

(305)

(243)

Variazione debiti finanziari leasing IFRS 16

12/15

(674)

(527)

Cash flow da attività di finanziamento

3.123

(903)

Variazione delle disponibilità liquide

8.798

4.639

Disponibilità liquide iniziali

7.247

5.315

DISPONIBILITA' LIQUIDE FINALI

7

16.044

9.954

  1. Il Rendiconto finanziario al 30 giugno 2019 è stato modificato, rispetto a quello approvato dal consiglio di amministrazione in data
  1. maggio 2019, a seguito del completamento della contabilizzazione dell'aggregazione aziendale avvenuta nel 2018.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

39 | P a g i n a

Prospetto delle variazioni intervenute nel patrimonio netto consolidato

Cap.e

Tot.

Cap.

Ris.

Ris. IAS

Ris.

Utili/(perd.)

Utile/(perd.)

Tot. P.N.

Ris. di

Utile di

P.N.

k€

soc.

Ris. conv.

legale

Ris. Str.

19

c/capitale

a nuovo

di periodo

gruppo

Terzi

Terzi

terzi

P.N. tot.

Saldi al 31 dicembre 2018

24.331

1.594

-

(1.533)

(920)

20.000

(19.282)

200

24.390

556

(1)

555

24.945

destinazione risultato 2018

360

(160)

(200)

-

(1)

1

-

-

risultato del conto ec. complessivo

16

(253)

(181)

(418)

2

17

18

(400)

copertura perdite

7.240

(20.000)

12.760

-

-

-

-

-

-

variazione area di consolidamento

-

(18)

(18)

(18)

Saldi al 30 giugno 201910

24.331

1.609

360

5.707

(1.173)

-

(6.682)

(181)

23.972

539

17

555

24.527

risultato del conto ec. complessivo

1

(260)

5.545

5.286

2

(72)

(71)

5.215

impatto AUCAP TAS EE su allocazione goodwill

71

71

(71)

(71)

-

variazione area di consolidamento

-

(14)

-

(14)

(14)

Saldi al 31 dicembre 2019

24.331

1.610

360

5.707

(1.433)

-

(6.611)

5.363

29.328

455

(56)

399

29.728

destinazione risultato 2019

270

5.093

(5.363)

-

(56)

56

-

-

risultato del conto ec. complessivo

(32)

(152)

505

321

2

59

60

382

variazione area di consolidamento

-

-

-

-

-

Saldi al 30 giugno 2020

24.331

1.578

630

5.707

(1.584)

-

(1.518)

505

29.650

401

59

460

30.109

10 Lo stato patrimoniale al 30 giugno 2019 è stato modificato, rispetto a quello approvato dal consiglio di amministrazione in data 14 maggio 2019, a seguito del completamento della contabilizzazione dell'aggregazione aziendale avvenuta nel 2018.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

40 | P a g i n a

NOTE DI COMMENTO

TAS S.p.A. (di seguito "TAS", la "Società" o la "Capogruppo") è una società per azioni quotata a Milano presso Borsa Italiana S.p.A. nel mercato MTA segmento standard posseduta al 73,166% (valore alla data di approvazione della presente relazione) da OWL S.p.A. che ne esercita l'attività di direzione e coordinamento (di seguito "OWL").

La sede legale è a Roma in Via Cristoforo Colombo 149 mentre quella amministrativa è a Casalecchio di Reno (Bologna) in Via del Lavoro 47.

La presente relazione semestrale è stata approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 15 settembre 2020.

1)

PRINCIPI CONTABILI E SCHEMI DI BILANCIO

La presente relazione è stata predisposta in conformità ai principi contabili internazionali ("IFRS") emessi dall'International Accounting Standards Board ("IASB") applicabili nella Comunità europea ai sensi del regolamento (CE) n. 1606/2002. Con "IFRS" si intendono anche gli International Accounting Standards ("IAS") tuttora in vigore, nonché tutti i documenti interpretativi emessi dall'International Financial Reporting Interpretations Committee ("IFRIC") e ancor prima Standing Interpretations Committee ("SIC").

La presente relazione è redatta in forma consolidata essendo TAS obbligata a redigere il bilancio consolidato.

Nella predisposizione del presente bilancio consolidato semestrale abbreviato, redatto in forma sintetica in conformità allo IAS 34 - Bilanci intermedi, come previsto dall'art. 154 ter del TUF, sono stati applicati gli stessi principi contabili adottati nella redazione del Bilancio consolidato al 31 dicembre 2019 ad eccezione di quanto descritto nel successivo paragrafo - Principi contabili, emendamenti ed interpretazioni IFRS applicati dal 1° gennaio 2020.

I principi sono stati applicati in modo omogeneo in tutti i periodi presentati ed in tutte le società del Gruppo.

La redazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato richiede da parte della direzione l'effettuazione di stime e di assunzioni che hanno effetto sui valori dei ricavi, dei costi, delle attività e delle passività di bilancio e sull'informativa relativa ad attività e passività potenziali alla data del bilancio intermedio. Se nel futuro tali stime e assunzioni, che sono basate sulla miglior valutazione da parte del management, dovessero differire dalle circostanze effettive, sarebbero modificate in modo appropriato nel periodo in cui le circostanze stesse variassero.

Si segnala, inoltre, che taluni processi valutativi, in particolare quelli più complessi quali la determinazione di eventuali perdite di valore di attività non correnti, sono generalmente effettuati in modo completo solo in sede di redazione del bilancio annuale, allorquando sono disponibili tutte le informazioni eventualmente necessarie, salvo i casi in cui vi siano indicatori di impairment che richiedano un'immediata valutazione di eventuali perdite di valore.

Come noto a partire dal mese di gennaio 2020, lo scenario nazionale e internazionale è stato caratterizzato dalla diffusione del Coronavirus e dalle conseguenti misure restrittive per il suo contenimento, poste in essere da parte delle autorità dei Paesi interessati.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

41 | P a g i n a

Si rimanda, in ottemperanza agli obblighi previsti dal Richiamo di attenzione n. 8/20 emanato da Consob il 16 luglio 2020, relativo all'informativa finanziaria che gli emittenti devono fornire in relazione ai possibili impatti da Covid-19 (in linea con le raccomandazioni pubblicate dall'ESMA nel public statement del 20 maggio 2020 "Implication of the COVID-19outbreak on the half-yearlyfinancial reports"), a quanto già illustrato al paragrafo 1 della relazione intermedia sulla gestione.

Principi contabili, emendamenti ed interpretazioni IFRS applicabili dal 1 gennaio 2020

I seguenti principi contabili, emendamenti e interpretazioni IFRS sono stati applicati per la prima volta dal Gruppo a partire dal 1° gennaio 2020:

  • In data 31 ottobre 2018 lo IASB ha pubblicato il documento "Definition of Material (Amendments to IAS 1 and IAS 8)". Il documento ha introdotto una modifica nella definizione di "rilevante" contenuta nei principi IAS 1 - Presentation of Financial Statements e IAS 8 - Accounting Policies, Changes in Accounting Estimates and Errors. Tale emendamento ha l'obiettivo di rendere più specifica la definizione di "rilevante" e introdotto il concetto di "obscured information" accanto ai concetti di informazione omessa o errata già presenti nei due principi oggetto di modifica.
    L'emendamento chiarisce che un'informazione è "obscured" qualora sia stata descritta in modo tale da produrre per i primari lettori di un bilancio un effetto simile a quello che si sarebbe prodotto qualora tale informazione fosse stata omessa o errata.
    L'adozione di tale emendamento non ha comportato effetti sul bilancio consolidato del
    Gruppo.
  • In data 29 marzo 2018, lo IASB ha pubblicato un emendamento al "References to the Conceptual Framework in IFRS Standards". L'emendamento è efficace per i periodi che iniziano il 1° gennaio 2020 o successivamente. Il Conceptual Framework definisce i concetti fondamentali per l'informativa finanziaria e guida il Consiglio nello sviluppo degli standard IFRS. Il documento aiuta a garantire che gli Standard siano concettualmente coerenti e che transazioni simili siano trattate allo stesso modo, in modo da fornire informazioni utili a investitori, finanziatori e altri creditori. Il Conceptual Framework supporta le aziende nello sviluppo di principi contabili quando nessuno standard IFRS è applicabile ad una particolare transazione e, più in generale, aiuta le parti interessate a comprendere ed interpretare gli Standard.
  • Lo IASB, in data 26 settembre 2019, ha pubblicato l'emendamento denominato "Amendments to IFRS 9, IAS 39 and IFRS 7: Interest Rate Benchmark Reform". Lo stesso modifica l'IFRS 9 - Financial Instruments e lo IAS 39 - Financial Instruments: Recognition and Measurement oltre che l'IFRS 7 - Financial Instruments: Disclosures.
    In particolare, l'emendamento modifica alcuni dei requisiti richiesti per l'applicazione dell'hedge accounting, prevedendo deroghe temporanee agli stessi, al fine di mitigare l'impatto derivante dall'incertezza della riforma dell'IBOR (tuttora in corso) sui flussi di cassa futuri nel periodo precedente il suo completamento. L'emendamento impone inoltre alle società di fornire in bilancio ulteriori informazioni in merito alle loro relazioni di copertura che sono direttamente interessate dalle incertezze generate dalla riforma e a cui applicano le suddette deroghe.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

42 | P a g i n a

L'adozione di tale emendamento non ha comportato effetti sul bilancio consolidato del Gruppo.

  • In data 22 ottobre 2018 lo IASB ha pubblicato il documento "Definition of a Business (Amendments to IFRS 3)". Il documento fornisce alcuni chiarimenti in merito alla definizione di business ai fini della corretta applicazione del principio IFRS 3. In particolare, l'emendamento chiarisce che mentre un business solitamente produce un output, la presenza di un output non è strettamente necessaria per individuare un business in presenza di un insieme integrato di attività/processi e beni. Tuttavia, per soddisfare la definizione di business, un insieme integrato di attività/processi e beni deve includere, come minimo, un input e un processo sostanziale che assieme contribuiscono in modo significativo alla capacità di creare un output. A tal fine, lo IASB ha sostituito il termine "capacità di creare output" con "capacità di contribuire alla creazione di output" per chiarire che un business può esistere anche senza la presenza di tutti gli input e processi necessari per creare un output.
    L'emendamento ha inoltre introdotto un test ("concentration test"), opzionale, che permette di escludere la presenza di un business se il prezzo corrisposto è sostanzialmente riferibile ad una singola attività o gruppo di attività. Le modifiche si applicano a tutte le business combination e acquisizioni di attività successive al 1° gennaio 2020.
    L'adozione di tale emendamento non ha comportato effetti sul bilancio consolidato del
    Gruppo.

Principi contabili, emendamenti ed interpretazioni IFRS non ancora omologati dall'Unione Europea

Alla data di riferimento della presente Relazione semestrale, gli organi competenti dell'Unione Europea non hanno ancora concluso il processo di omologazione necessario per l'adozione degli emendamenti e dei principi sotto descritti.

  • In data 18 maggio 2017 lo IASB ha pubblicato il principio IFRS 17 - Insurance Contracts che è destinato a sostituire il principio IFRS 4 - Insurance Contracts.
    L'obiettivo del nuovo principio è quello di garantire che un'entità fornisca informazioni pertinenti che rappresentano fedelmente i diritti e gli obblighi derivanti dai contratti assicurativi emessi. Lo IASB ha sviluppato lo standard per eliminare incongruenze e debolezze delle politiche contabili esistenti, fornendo un quadro unico principle-based per tenere conto di tutti i tipi di contratti di assicurazione, inclusi i contratti di riassicurazione che un assicuratore detiene.
    Il principio si applica a partire dal 1° gennaio 2023 ma è consentita un'applicazione anticipata, solo per le entità che applicano l'IFRS 9 - Financial Instruments e l'IFRS 15
    • Revenue from Contracts with Customers. Visto i contenuti di tale principio gli Amministratori non si attendono alcun effetto nel bilancio consolidato del Gruppo dall'adozione del medesimo.
  • In data 23 gennaio 2020 lo IASB ha pubblicato un emendamento denominato

  • "Amendments to IAS 1 Presentation of Financial Statements: Classification of

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

43 | P a g i n a

Liabilities as Current or Non-current". Il documento ha l'obiettivo di chiarire come classificare i debiti e le altre passività a breve o lungo termine. Le modifiche entrano in vigore dal 1° gennaio 2022 ma lo IASB ha emesso un exposure draft per rinviarne l'entrata in vigore al 1° gennaio 2023; è comunque consentita un'applicazione anticipata. Gli Amministratori non si attendono un effetto significativo nel bilancio consolidato del Gruppo dall'adozione di tale emendamento.

  • In data 14 maggio 2020 lo IASB ha pubblicato i seguenti emendamenti denominati:
  1. Amendments a IFRS 3 Business Combinations: le modifiche hanno lo scopo di aggiornare il riferimento presente nell'IFRS 3 al Conceptual Framework nella versione rivista, senza che ciò comporti modifiche alle disposizioni del principio IFRS 3.
  1. Amendments a IAS 16 Property, Plant and Equipment: le modifiche hanno lo scopo di non consentire di dedurre dal costo delle attività materiali l'importo ricevuto dalla vendita di beni prodotti nella fase di test dell'attività stessa. Tali ricavi di vendita e i relativi costi saranno pertanto rilevati nel conto economico.
  1. Amendments a IAS 37 Provisions, Contingent Liabilities and Contingent Assets: l'emendamento chiarisce che nella stima sull'eventuale onerosità di un contratto si devono considerare tutti i costi direttamente imputabili al contratto. Di conseguenza, la valutazione sull'eventuale onerosità di un contratto include non solo i costi incrementali (come ad esempio, il costo del materiale diretto impiegato nella lavorazione), ma anche tutti i costi che l'impresa non può evitare in quanto ha stipulato il contratto (come ad esempio, la quota del costo del personale e dell'ammortamento dei macchinari impiegati per l'adempimento del

contratto).

  1. Annual Improvements 2018-2020: le modifiche sono state apportate all'IFRS 1 First-time Adoption of International Financial Reporting Standards, all'IFRS 9
    Financial Instruments, allo IAS 41 Agriculture e agli Illustrative Examples dell'IFRS 16 Leases.

Tutte le modifiche entreranno in vigore il 1° gennaio 2022. Gli Amministratori non si attendono un effetto significativo nel bilancio consolidato del Gruppo dall'adozione di tali emendamenti.

  • In data 28 maggio 2020 lo IASB ha pubblicato un emendamento denominato "Covid-19Related Rent Concessions (Amendment to IFRS 16)". Il documento prevede per i locatari la facoltà di contabilizzare le riduzioni dei canoni connesse al Covid-19 senza dover valutare, tramite l'analisi dei contratti, se è rispettata la definizione di lease modification dell'IFRS 16. Pertanto i locatari che applicano tale facoltà potranno contabilizzare gli effetti delle riduzioni dei canoni di affitto direttamente a conto economico alla data di efficacia della riduzione. Tale modifica, pur essendo applicabile ai bilanci aventi inizio al 1° giugno 2020 salvo la possibilità da parte di una società di applicazione anticipata ai bilanci aventi inizio al 1° gennaio 2020, non è stata ancora omologata dall'Unione Europea, e pertanto non è stata applicata dal Gruppo al 30 giugno 2020. Gli Amministratori non si attendono un effetto significativo nel bilancio consolidato del Gruppo dall'adozione di tale emendamento.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

44 | P a g i n a

  • In data 28 maggio 2020 lo IASB ha pubblicato un emendamento denominato "Extension of the Temporary Exemption from Applying IFRS 9 (Amendments to IFRS 4)". Le modifiche permettono di estendere l'esenzione temporanea dall'applicazione IFRS 9 fino al 1° gennaio 2023. Tali modifiche entreranno in vigore il 1° gennaio 2021. Gli Amministratori non si attendono un effetto significativo nel bilancio consolidato del
    Gruppo dall'adozione di tale emendamento.

Principi contabili, emendamenti ed interpretazioni IFRS e IFRIC omologati dall'Unione Europea, non ancora obbligatoriamente applicabili e non adottati in via anticipata dal Gruppo al 30 giugno 2020

Al 30 giugno 2020 non stati emessi principi contabili, emendamenti ed interpretazioni IFRS e IFRIC omologati dall'Unione Europea ma non ancora obbligatoriamente applicabili al 30 giugno 2020.

Schemi di bilancio

Gli schemi di bilancio adottati dal Gruppo hanno le seguenti caratteristiche:

  • nella Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata le attività e le passività sono analizzate per scadenza, separando le poste correnti e non correnti con scadenza, rispettivamente, entro e oltre 12 mesi dalla data di bilancio. Le imposte anticipate e differite sono compensate per paese ed esposte nell'attivo o nel passivo di bilancio a seconda delle imposte differite nette risultanti per ogni paese;
  • il Conto Economico consolidato ed il Conto economico consolidato complessivo sono scalari con le singole poste analizzate per natura;
  • il Prospetto dei movimenti di patrimonio netto consolidato è stato predisposto secondo le disposizioni dello IAS 1;
  • il Rendiconto Finanziario consolidato è predisposto esponendo i flussi finanziari secondo il "metodo indiretto", come consentito dallo IAS 7.

Si precisa, infine, che con riferimento alla Delibera Consob n. 15519 del 27 luglio 2006 negli schemi di bilancio è stata data evidenza dei rapporti con parti correlate e nel prospetto di conto economico dei componenti di reddito (positivi e/o negativi) non ricorrenti.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

45 | P a g i n a

INFORMAZIONI SULLA SITUAZIONE PATRIMONIALE - FINANZIARIA

Vengono di seguito commentati i prospetti dei dati contabili patrimoniali. Essi sono confrontati con i dati relativi al 31 dicembre 2019.

ATTIVITA' NON CORRENTI

2)

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

Goodwill

Goodwill

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Goodwill

34.925

18.355

16.570

TOTALE

34.925

18.355

16.570

Nella seguente tabella si riporta il dettaglio per singola CGU:

Descrizione

30/06/2020

31/12/2019

Var.

TAS Ramo Pagamenti

15.976

15.976

-

Gruppo Infraxis

16.570

-

16.570

TAS Iberia

1.345

1.345

-

TAS France

91

91

-

TAS EE

943

943

-

Totale

34.925

18.355

16.570

Si evidenzia che in merito al neo acquisito Gruppo Infraxis, secondo quanto consentito dall'IFRS 3 al paragrafo 62, in attesa di una puntuale determinazione dei fair value di tutte le attività e passività acquisite, la differenza tra prezzo pagato ed il fair value delle attività e passività acquisite è stata, in via provvisoria, interamente allocata a goodwill.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

46 | P a g i n a

Si riporta di seguito la tabella del calcolo relativamente all'eliminazione della partecipazione acquisita del Gruppo Infraxis:

Importi come da

Aggiustamenti al fair

GRUPPO INFRAXIS

value provvisori ed ai

Valore di carico /000

situazione patrimoniale

principi di gruppo

Immobilizzazioni materiali

19

108

127

Crediti commerciali ed altri crediti

448

-

448

Debiti commerciali ed altri debiti

-1.356

-

-1.356

Altri fondi

-3

-

-3

Attività nette a valori correnti

-892

108

-784

Posizione finanziaria netta

2.214

Patrimonio netto

1.430

% pertinenza del Gruppo

100%

Patrimonio netto pro-quota

1.430

Prezzo di carico in TAS International

18.000

Goodwill di pertinenza

16.570

La variazione riportata nel rendiconto finanziario, negativa per Euro 427 mila è rappresentata dall'esborso di cassa correlato all'operazione (Euro 3,35 milioni al netto della quota ancora da versare ai precedenti soci del Gruppo Infraxis pari a 0,6 milioni) meno le disponibilità liquide del Gruppo Infraxis alla data di primo consolidamento, pari ad Euro 2,3 milioni.

Per la CGU Gruppo Infraxis non è stato condotto il test di impairment in quanto il prezzo di acquisto è ritenuto rappresentativo del fair value, tenuto conto del fatto che l'acquisizione è avvenuta a fine giugno 2020, successivamente pertanto il diffondersi della pandemia COVID-19.

Al 30 giugno 2020 gli Amministratori hanno ritenuto ancora valide le assunzioni sottostanti gli impairment test realizzati con riferimento alle CGU al 31 dicembre 2019 ed i connessi piani pluriennali. Tuttavia, per tener conto degli effetti legati alla diffusione del COVID-19 e dell'attuale contesto di incertezza economica, la Direzione Aziendale ha operato alcuni aggiornamenti di stime sui risultati attesi per l'intero esercizio 2020. Pertanto, sulla base dello scenario macroeconomico venutosi a creare e valutando le possibili ripercussioni sul settore e sulle attività del Gruppo, nonché in considerazione dell'incertezza sui tempi e modalità di ripresa, si è ritenuto opportuno provvedere allo svolgimento di un impairment test sulla recuperabilità degli asset iscritti alla data del 30 giugno 2020 con orizzonte esplicito di due anni e mezzo. Il test è stato effettuato in un'ottica di multi-scenario; nel management case si è proceduto ad aggiornare i risultati attesi del secondo semestre 2020 mantenendo invariate le proiezioni per gli esercizi 2021 e 2022. Nello scenario alternativo le marginalità attese per gli

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

47 | P a g i n a

anni 2021 e 2022 sono state riviste al fine di riflettere eventuali ritardi sul piano assimilabili a quelli attesi per l'esercizio 2020.

I criteri adottati nell'individuazione delle Cash Generating Unit (CGU) e nell'esecuzione della verifica di recuperabilità dei valori d'iscrizione delle attività fisse sono analoghi rispetto alla Relazione Finanziaria Annuale 2019 alla quale si rinvia.

Le principali assunzioni utilizzate ai fini del calcolo del valore in uso sono di seguito indicate:

  • Tasso di sconto (Weighted Average Cost of Capital - WACC) post tax:
    • 7,3% per la CGU Ramo Pagamenti (7,2% al 31 dicembre 2019)
    • 6,1% per la CGU TAS France (5,9% al 31 dicembre 2019)
    • 6,4% per la CGU TAS Iberia (6,4% al 31 dicembre 2019)
    • 7,7% per la CGU TAS EE (7,8% al 31 dicembre 2019)

Il WACC è stato a sua volta determinato utilizzando i seguenti valori:

    1. Struttura finanziaria di settore (rapporto Debito/Mezzi propri + mezzi di terzi = 10,5%)
    2. Tasso risk free:
      • 2,66% per la CGU Ramo Pagamenti (3,05% al 31 dicembre 2019)
      • 1,48% per la CGU TAS France (1,76% al 31 dicembre 2019)
      • 1,78% per la CGU TAS Iberia (2,25% al 31 dicembre 2019)
      • 3,23% per la CGU TAS EE (3,73% al 31 dicembre 2019)
    3. Beta unlevered di settore: 0,86 (0,81 al 31 dicembre 2019)
    4. Premio per il rischio: 5,5% per tutte le CGU (5,2% al 31 dicembre 2019)
  • Criteri di stima dei flussi finanziari futuri: sono stati presi a riferimento i flussi finanziari
    • al netto delle imposte - stimati dal management per il secondo semestre 2020 e come da Piano Industriale, approvato dal consiglio in data 12 marzo 2020, per gli anni 2021 e 2022 per il management case. Nello scenario alternativo le marginalità attese per gli anni 2021 e 2022 sono state riviste al fine di riflettere eventuali ritardi sul piano assimilabili a quelli attesi per l'esercizio 2020.
  • Sono stati quindi sommati i valori attualizzati (utilizzando il WACC sopra menzionato) dei cash flows attesi successivi all'ultimo anno di piano estrapolati sulla base di un tasso di crescita costante pari al 2%.

Si evidenzia che il tasso di sconto utilizzato riflette il rischio specifico del settore in cui operano le società del Gruppo TAS.

Come consentito dallo IAS 36, al paragrafo 55, il tasso di attualizzazione utilizzato è stato stimato al netto dell'effetto fiscale (post tax) in quanto i flussi di cassa operativi (unlevered) di ciascuna Cash Generating Unit sono stati anch'essi stimati al netto dell'effetto fiscale, calcolato sulla base del tax rate specifico di ciascuna Cash Generating Unit.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

48 | P a g i n a

RISULTATI CGU RAMO PAGAMENTI

Il criterio di stima del valore in uso ha condotto alla rilevazione di valori recuperabili superiori al valore contabile del Capitale Investito netto (CIN) della CGU Ramo Pagamenti al 30 giugno del 2020, inclusivo del goodwill. Alla luce dei risultati dell'impairment test non sono state pertanto rilevate perdite di valore.

Si riportano di seguito le risultanze del management case e dello scenario alternativo.

Valori in Euro /000

Management case

Scenario alternativo

Valore in uso CGU Ramo Pagamenti

286.146

177.674

Valore contabile CIN al 30 giugno 2020

21.675

21.675

Eccedenza del Valore in uso sul valore contabile

264.471

155.999

Inoltre, è stata predisposta una analisi di sensitività atta a rappresentare il punto di break-even delle risultanze del test di impairment che si raggiungerebbe attraverso la riduzione dei flussi di cassa attesi lungo tutto il periodo di piano dell'80%.

RISULTATI CGU TAS FRANCE

Il criterio di stima del valore in uso ha condotto alla rilevazione di valori recuperabili superiori al valore contabile del Capitale Investito netto (CIN) della CGU TAS France al 30 giugno del 2020, inclusivo del goodwill. Alla luce dei risultati dell'impairment test, non sono state pertanto rilevate perdite di valore.

Si riportano di seguito le risultanze del management case e dello scenario alternativo.

Valori in Euro /000

Management case

Scenario alternativo

Valore in uso CGU TAS France

15.225

11.111

Valore contabile CIN al 30 giugno 2020

4.187

4.187

Eccedenza del Valore in uso sul valore contabile

11.038

6.924

Inoltre, è stata predisposta una analisi di sensitività atta a rappresentare il punto di break-even delle risultanze del test di impairment che si raggiungerebbe attraverso la riduzione dei flussi di cassa attesi lungo tutto il periodo di piano del 44%.

RISULTATI CGU TAS IBERIA

Il criterio di stima del valore in uso ha condotto alla rilevazione di valori recuperabili superiori al valore contabile del Capitale Investito netto (CIN) della CGU TAS Iberia al 30 giugno del 2020, inclusivo del goodwill. Alla luce dei risultati dell'impairment test non sono state pertanto rilevate perdite di valore.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

49 | P a g i n a

Si riportano di seguito le risultanze del management case e dello scenario alternativo.

Valori in Euro /000

Management case

Scenario alternativo

Valore in uso CGU TAS Iberia

4.645

4.491

Valore contabile CIN al 30 giugno 2020

1.175

1.175

Eccedenza del Valore in uso sul valore contabile

3.470

3.316

Inoltre, è stata predisposta una analisi di sensitività atta a rappresentare il punto di break-even delle risultanze del test di impairment che si raggiungerebbe attraverso la riduzione dei flussi di cassa attesi lungo tutto il periodo di piano del 54%.

RISULTATI CGU TAS EE

Il criterio di stima del valore in uso ha condotto alla rilevazione di valori recuperabili superiori al valore contabile del Capitale Investito netto (CIN) della CGU TAS EE al 30 giugno del 2020, inclusivo del goodwill. Alla luce dei risultati dell'impairment test non sono state pertanto rilevate perdite di valore.

Si riportano di seguito le risultanze del management case e dello scenario alternativo.

Valori in Euro /000

Management case

Scenario alternativo

Valore in uso CGU TAS EE

36.986

6.864

Valore contabile CIN al 30 giugno 2020

4.083

4.083

Eccedenza del Valore in uso sul valore contabile

32.903

2.781

Inoltre, è stata predisposta una analisi di sensitività atta a rappresentare il punto di break-even delle risultanze del test di impairment che si raggiungerebbe attraverso la riduzione dei flussi di cassa attesi lungo tutto il periodo di piano del 79%.

Altre immobilizzazioni immateriali

Le Altre immobilizzazioni immateriali sono cresciute di Euro 830 mila rispetto al 31 dicembre

2019. Il valore netto, pari ad Euro 5.472 mila, è così costituito:

Altre immobilizzazioni immateriali

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Software sviluppato internamente

4.844

3.958

886

Diritti di brevetto ind.li e opere dell'ingegno

65

90

(25)

Customer List

379

421

(42)

Altre immobilizzazioni immateriali

184

173

11

TOTALE

5.472

4.642

830

Viene di seguito riportata la movimentazione del periodo:

Descrizione

Valore

Incrementi

Decrementi

Amm.to

Valore

31/12/2019

esercizio

esercizio

esercizio

30/06/2020

- Software sviluppato intern.

3.958

2.697

-

(1.811)

4.844

- Diritto di brev.to Ind.li

90

-

(5)

(20)

65

- Customer List

421

-

-

(42)

379

- Altre

173

64

-

(53)

184

TOTALE

4.642

2.761

(5)

(1.926)

5.472

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

50 | P a g i n a

Il saldo della voce Software sviluppato internamente, che ammonta a Euro 4.844 mila è costituito dai progetti di sviluppo che sono stati capitalizzati in quanto rispondono ai requisiti richiesti dallo IAS 38 e si riferiscono principalmente alla Capogruppo.

Nel corso del periodo sono proseguiti gli investimenti del Gruppo nelle diverse aree e si è rafforzata l'azione di mercato nei paesi europei nonché la definizione di partnership strategiche per lo sviluppo del business del Gruppo. In particolare:

  • per l'area Mercati Finanziari e Tesoreria: il proseguimento dei progetti di sviluppo della piattaforma Aquarius, per gestire la liquidità, secondo i principi di Basilea 3, in modo integrato per titoli, cash e collateral. Aquarius è concepito in particolare per il mercato Europeo e integrato alle piattaforme Target2 e Target 2 Securities oltre che ai sistemi di triparty collateral management. Grazie all'operato del gruppo di lavoro interbancario per il progetto dell'eurosistema Consolidation T2/T2S, creato e coordinato da TAS con il supporto dei Partner KPMG e Accenture, la soluzione Aquarius si qualifica come la piattaforma più flessibile, completa ed aggiornata a disposizione delle Banche impegnate negli sfidanti impatti di compliance generati dalla nuova infrastruttura di regolamento della Banca Centrale Europea che sostituirà in modalità big bang i sistemi attuali;
  • per l'area Monetica: il proseguimento degli sviluppi evolutivi sulla piattaforma CashLess 3.0® per il mercato Italia e della suite Card 3.0 I.E. (International Edition) per il mercato estero e il rafforzamento della soluzione ACS con l'introduzione della Risk Based Authentication per l'autenticazione sicura dei cardholder secondo il protocollo EMVCo 3DSecure2.0; anche la soluzione Fraud Protect, corredata di modelli predittivi riguardanti transazioni di pagamento basati su carte ma anche su bonifici e pagamenti istantanei, è stata rafforzata con particolare attenzione alle implicazioni della normativa PSD2 in tema di Strong Customer Authentication exemption e Transaction Risk Analysis; predisposti inoltre i componenti Payment Intelligence e Harmonizer Hub pensati per semplificare le analisi comportamentali sui Big data delle transazioni della clientela;
  • per l'area dei Sistemi di Pagamento: il proseguimento delle attività di sviluppo e ampiamento della soluzione TAS TPP Enabler a seguito dell'interesse dimostrato dalle
    Banche e Terze Parti candidate ad operare come PISP/AISP/CISP in risposta alle sollecitazioni e opportunità introdotte dalla PSD2; proseguono anche gli sviluppi della piattaforma Network Gateway3.0 riferiti alle evoluzioni dell'interfaccia di accesso ESMIG ai nuovi Target Services dell'Eurosistema (T2/T2S/TIPS);
  • per l'area Financial Value Chain: il rafforzamento dell'offerta della suite PayTAS per l'eGovernment in linea con le specifiche via via emanate da AgID su pagoPA per l'accesso al Nodo dei Pagamenti da parte di PSP (Payment Service Providers) ed Enti della Pubblica Amministrazione centrale e locale. Prosegue inoltre la rivisitazione funzionale e tecnologica della soluzione di e-Banking e Corporate Banking per clientela business, anche in ottica PSD2 e consumer;
  • per l'area 2ESolutions: il proseguimento del progetto di riposizionamento dell'offerta di
    TAS da soluzione proprietaria a proposizione di mercato, con focus sul Cloud, la Customer eXperience e la Social business collaboration, con prospettiva di respiro internazionale, costruita a partire dalle Oracle Cloud Applications.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

51 | P a g i n a

A livello geografico prosegue l'azione di mercato nel Nord America dove l'offerta di Card 3.0 IE coniugata con la proposizione in Cloud sta riscuotendo successo, così come la proposizione delle nuove soluzioni verticali sulla sicurezza nel mercato latino americano e in Brasile.

Infine, da rilevare: l'accordo di partnership raggiunto con Temenos, leader mondiale di soluzioni di core banking, per l'inclusione delle soluzioni carte di TAS Group nel proprio marketplace; la scelta di NEXI di basarsi sulla tecnologia TAS TPP Enabler per l'implementazione della soluzione oggetto della gara vinta in sede CBI; la scelta del Centro Servizi CABEL di adottare la piattaforma Network Gateway3.0 e la componente Fraud Protect per realizzare il proprio Payment Hub; l'affermazione della piattaforma Aquarius leader sul mercato italiano per il progetto "Consolidation T2/T2S".

3)

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI

Sono passate da Euro 11.313 mila del 2019 ad Euro 10.378 mila al 30 giugno 2020. Il valore netto è così costituito:

Immobilizzazioni materiali

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Impianti e macchinari

2.066

2.102

(36)

Altri beni

663

652

11

Diritti di utilizzo

7.649

8.559

(910)

TOTALE

10.378

11.313

(935)

Di seguito si riporta il dettaglio delle movimentazioni avvenute nel periodo:

Descrizione

Valore

Operazione di

Incrementi

Decrementi

Amm.to

Valore

31/12/2019

aggregazione

esercizio

esercizio

esercizio

30/06/2020

Impianti e macchinari

2.102

-

91

-

(127)

2.066

Altri beni

652

19

181

(30)

(159)

663

Diritti di utilizzo

8.559

108

561

(803)

(776)

7.649

- fabbricati

7.715

108

276

(664)

(532)

6.903

- automezzi

383

-

267

(139)

(129)

382

- altri beni

461

-

18

-

(115)

364

TOTALE

11.313

127

833

(833)

(1.062)

10.378

La voce Impianti e macchinari si riferisce in particolare al data center presso la controllata TAS France.

La voce Diritti di utilizzo si riferisce principalmente ai contratti di affitto delle sedi della Capogruppo. Gli incrementi hanno riguardato i nuovi contratti stipulati o rinnovi di contratti in scadenza mentre i decrementi si riferiscono principalmente alla disdetta anticipata di due contratti di affitto di sedi.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

52 | P a g i n a

4)

IMPOSTE ANTICIPATE E DIFFERITE

Le imposte anticipate e differite, esposte nell'attivo o nel passivo a seconda delle imposte nette risultanti per ogni paese, al 30 giugno 2020 sono così dettagliate:

Imposte differite

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Italia

1.417

814

603

Usa

129

129

-

Svizzera

239

229

10

TOTALE

1.785

1.172

613

La voce ha lo scopo di rilevare le

imposte sostenute in

periodi

anteriori

a quello

di competenza.

In merito alla Capogruppo, l'iscrizione delle imposte anticipate risulta supportato dai risultati attesi da piano industriale approvato dal Consiglio in data 12 marzo 2020. Tale importo, riferito esclusivamente ad una parte dei costi con deducibilità differita contabilizzati nell'esercizio ed in esercizi precedenti, è stato determinato puntualmente applicando agli esercizi di previsione esplicita del piano industriale 2020-2022 un'analisi di sensitività conservativa di termini di marginalità realizzata. Per una migliore comprensione dell'incremento del periodo si rimanda al successivo paragrafo 17).

Le imposte anticipate della controllata svizzera TAS International si riferiscono principalmente agli effetti della contabilizzazione dei piani pensionistici.

L'ammontare complessivo non iscritto delle anticipate sulle perdite fiscali pregresse è di circa 10,3 milioni di Euro (di cui 9 milioni di Euro relativi alla Capogruppo e 1,3 milioni di Euro relativi alla controllata spagnola TAS Iberia). Si ricorda, tuttavia, che alla luce dell'eliminazione del vincolo per il riporto delle stesse, il Gruppo non perderà la possibilità di iscriverle in futuro.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

53 | P a g i n a

ATTIVITA' CORRENTI

5)

ATTIVITÀ DA CONTRATTI CON I CLIENTI

Ammontano ad Euro 8.586 mila. Il valore delle commesse in corso di esecuzione si riferisce principalmente alle attività di installazione, prestazione di servizi, in via di ultimazione della Capogruppo. Tale voce è costituita da:

Fondo rischi su

Valore lordo

commesse in

Valore netto

Valore netto

Attività da contratti con i clienti

30/06/2020

corso

30/06/2020

31/12/2019

Commesse in corso di esecuzione

9.077

(500)

8.577

6.786

Acconti a fornitori

9

-

9

12

TOTALE

9.086

(500)

8.586

6.798

Nel corso del 2020 sono state avviate un maggior numero di attività rispetto al precedente esercizio, da cui deriva in parte l'incremento dei ricavi descritto in precedenza, che hanno determinato l'incremento della voce in analisi.

6)

CREDITI COMMERCIALI

Il valore dei crediti commerciali, che ammonta ad Euro 23.655 mila, include anche i ratei e risconti attivi di natura commerciale ed è così costituito:

Crediti commerciali e ratei e risconti attivi

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Crediti commerciali

22.117

23.286

(1.169)

Ratei e risconti attivi commerciali

1.538

1.176

362

TOTALE

23.655

24.462

(807)

Entro l'esercizio successivo

23.655

24.462

(807)

Da 1 a 5 anni

-

-

-

Oltre i 5 anni

-

-

-

TOTALE

23.655

24.462

(807)

Scaduto inferiore ad un 1 mese

1.001

1.136

(135)

Scaduto oltre 1 mese

1.924

1.277

647

TOTALE

2.925

2.413

512

Il fondo svalutazione crediti non ha subito variazioni nel periodo:

F.do svalutazione

31/12/2019

Acc.ti

Utilizzi

30/06/2020

Fondo svalutazione crediti comm.li

4.051

-

-

4.051

TOTALE

4.051

-

-

4.051

I Crediti commerciali, pari ad Euro 22.117 mila, sono (al netto del fondo svalutazione crediti pari ad Euro 4.051 mila) in diminuzione del 5% rispetto al dato comparativo del 31 dicembre 2019. La ciclicità del business determina un incremento del saldo dei crediti commerciali in prossimità della chiusura dell'esercizio.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

54 | P a g i n a

7)

DISPONIBILITÀ LIQUIDE

Le disponibilità liquide ammontano ad Euro 16.045 mila e sono così dettagliate:

Disponibilità liquide

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Denaro e valori in cassa

5

7

(2)

Depositi bancari e postali

16.040

7.240

8.800

TOTALE

16.045

7.247

8.798

Il saldo rappresenta le disponibilità liquide e l'esistenza di numerario e di valori alla data di chiusura del semestre.

L'incremento è dovuto sia alla stagionalità degli incassi storicamente per la maggior parte concentrata nei primi mesi dell'anno per effetto della fatturazione annuale delle manutenzioni e canoni di utilizzo sui prodotti software installati, sia per il costante incremento della marginalità consuntivata. Le disponibilità liquide, inoltre, includono 2,3 milioni di Euro relativi al neo acquisito Gruppo Infraxis.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

55 | P a g i n a

INFORMAZIONI SULLO STATO PATRIMONIALE PASSIVO

8)

PATRIMONIO NETTO

Il dettaglio dei conti di patrimonio netto è riportato di seguito, mentre la relativa movimentazione è riportata nei prospetti documento del bilancio:

Patrimonio Netto

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Capitale sociale

24.331

24.331

-

Riserva legale

630

360

270

Riserva straordinaria

5.707

5.707

-

Riserva di conversione

1.578

1.611

(33)

Riserva valutazione attuariale IAS 19

(1.584)

(1.433)

(151)

Utile (perdita) a nuovo

(1.518)

(6.611)

5.093

Utile (perdita) dell'esercizio di Gruppo

505

5.363

(4.858)

TOTALE PATRIMONIO NETTO DI GRUPPO

29.649

29.328

321

Il Capitale sociale è così composto.

Azioni/Quote

Numero

Valore nominale in Euro

Azioni Ordinarie

83.536.898

Prive di valore nominale

Totale

83.536.898

Durante il periodo non sono state sottoscritte nuove azioni.

Pertanto alla data di chiusura del periodo i titoli in circolazione sono n. 83.536.898 di azioni ordinarie prive di valore nominale ed il capitale sociale ammonta ad Euro 24.330.645,50.

Si evidenzia che l'Assemblea, in data 28 aprile 2020, ha approvato un piano di stock option ai sensi dell'articolo 114-bis TUF e dell'articolo 84-bis, comma 1 del Regolamento Emittenti, a favore dei dipendenti (ivi inclusi i dirigenti con responsabilità strategiche) di TAS e delle società dalla stessa controllate, per il periodo 2020-2022 fino ad un massimo di nominali euro 482.299,58, per l'emissione, anche a più riprese, di massime n. 1.663.102 Azioni, corrispondenti al 1,99% del capitale sociale. Si precisa come non sia ancora stata data esecuzione a tale piano alla data di approvazione della presente Relazione finanziaria.

La Riserva di conversione si genera dai processi di conversione del bilancio delle controllate estere.

La Riserva da valutazione attuariale si genera dalla rilevazione degli utili e perdite attuariali nel conto economico complessivo. La variazione si riferisce all'adeguamento della valutazione attuariale al 30 giugno 2020.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

56 | P a g i n a

Altri utili/(perdite)

Il valore degli Altri utili/(perdite) è così composto:

Altri utili / (perdite)

30/06/2020

30/06/2019

Utili / (perdite) derivanti dalla conversione dei bilanci di imprese estere

(31)

17

Utili / (perdite) derivanti dall'adeguamento del goodwill di imprese estere

-

-

Utili / (perdite) derivanti dalla conversione dei bilanci di imprese estere

(31)

17

Utili / (perdite) attuariali su piani a benefici definiti

(152)

(253)

Effetto fiscale relativo agli Altri utili / (perdite)

-

-

Totale Altri utili / (perdite), al netto dell'effetto fiscale

(183)

(236)

Non risultano effetti fiscali relativi agli Altri utili/(perdite).

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

57 | P a g i n a

PASSIVITA' NON CORRENTI

9)

FONDO TRATTAMENTI DI FINE RAPPORTO

Il fondo rappresenta il debito per il trattamento di fine rapporto da corrispondere ai dipendenti in caso di cessazione del rapporto ed è rappresentato al netto delle anticipazioni erogate. La variazione rispetto all'esercizio precedente è la seguente:

Fondo TFR

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Fondo trattamento di fine rapporto

4.927

4.801

126

TOTALE

4.927

4.801

126

La movimentazione è la seguente:

Movimentazione Fondo TFR

30.06.2020

Fondo trattamento di fine rapporto 1.1.2020

4.801

Accantonamento del periodo

648

Interest costs

17

Quota versata al fondo tesoreria INPS e altri fondi complementari

(628)

Indennità ed anticipi liquidati nell'esercizio

(63)

Risultato attuariale

152

Fondo trattamento di fine rapporto 30.06.2020

4.927

I movimenti della passività nel periodo comprendono Euro 648 mila di accantonamenti di cui Euro 628 mila versati al fondo tesoreria INPS, utilizzi per indennità liquidate nel periodo per complessivi Euro 63 mila, un effetto negativo attuariale pari ad Euro 152 mila ed interest costs per Euro 17 mila.

Il modello attuariale di riferimento per la valutazione del TFR poggia su diverse ipotesi sia di tipo demografico che economico - finanziario.

Per alcune delle ipotesi utilizzate, ove possibile, si è fatto esplicito riferimento all'esperienza diretta della Società, per le altre, si è tenuto conto della best practice di riferimento.

Si riporta di seguito l'analisi di sensitivity del TFR italiano:

Analisi di sensitività dei principali parametri valutativi sui dati al 30.06.2020

TFR

Delta

%

+ 1% sul tasso di turnover

3.673

-

103,76

-2,8%

- 1% sul tasso di turnover

3.743

-

33,71

-0,9%

+ 1/4% sul tasso annuo di inflazione

3.757

-

19,87

-0,5%

- 1/4% sul tasso annuo di inflazione

3.657

-

120,19

-3,3%

+ 1/4% sul tasso annuo di attualizzazione

3.626

-

150,64

-4,2%

- 1/4% sul tasso annuo di attualizzazione

3.789

12,49

0,3%

Si evidenzia che il tasso annuo di attualizzazione, utilizzato per la determinazione del valore attuale dell'obbligazione italiana, è stato determinato, coerentemente con il par. 78 dello IAS 19, con riferimento all'indice IBoxx Eurozone Corporate AA 7-10 alla data di valutazione, pari a 0,30% (al 31 dicembre 2019 era pari a 0,77%).

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

58 | P a g i n a

10)

FONDO RISCHI ED ONERI

Ammontano ad Euro 211 mila e si riferiscono ad accantonamenti operati principalmente dalla Capogruppo per controversie nei confronti di ex dipendenti, al pari dei decrementi del periodo.

Fondo rischi

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Accantonamento per rischi

211

323

(112)

Altri accantonamenti

-

-

-

TOTALE

211

323

(112)

La movimentazione è di seguito riportata:

Movimentazione Fondo rischi

30.06.2020

Saldo di apertura 1.1.2020

323

Incrementi

33

Utilizzi

(145)

Fondo rischi al 30.06.2020

211

11)

ALTRI DEBITI NON CORRENTI

Altri debiti non correnti

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Opzione Put&Call

14.650

-

14.650

TOTALE

14.650

-

14.650

Il saldo della voce è rappresentato dal fair value dell'opzione put&call da esercitarsi entro il 2024 in caso di cambio di controllo di TAS prevista nel patto parasociale stipulato dalla Società ed i venditori del Gruppo Infraxis relativo alla partecipazione del 28% del capitale sociale di TAS International. Sulla base dello IAS 32.23 in considerazione del fatto che il change of control dipende dalle decisioni della controllante OWL S.p.A. e non della Società, il fair value della passività, pari a 14,65 milioni di Euro, è stato iscritto nel bilancio consolidato appunto come un debito.

12)

DEBITI FINANZIARI NON CORRENTI

I debiti finanziari non correnti, pari ad Euro 12.089 mila, sono di seguito dettagliati:

Debiti finanziari non correnti

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Debiti per finanziamenti

4.478

1.661

2.817

Debiti finanziari per leasing IFRS 16 di cui:

7.027

8.052

(1.025)

- Diritti di utilizzo Fabbricati

6.671

7.593

(922)

- Diritti di utilizzo Automezzi

183

190

(7)

- Diritti di utilizzo Altri beni

173

270

(97)

Altri debiti finanziari

628

629

(1)

Effetto contab. al costo ammortizzato dei debiti finanziari

(44)

(21)

(23)

TOTALE

12.089

10.321

1.768

Entro l'esercizio successivo

-

-

-

Da 1 a 5 anni

7.031

7.341

(310)

Oltre i 5 anni

5.058

2.980

2.078

TOTALE

12.089

10.321

1.768

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

59 | P a g i n a

Scaduto inferiore ad un 1 mese

-

-

-

Scaduto oltre 1 mese

-

-

-

TOTALE

-

-

-

Il calo dei Debiti finanziari per leasing IFRS 16 si riferisce oltre alle quote capitali pagate anche alla disdetta anticipata di due contratti di affitto di sedi riferite alla Capogruppo al netto dei nuovi contratti sottoscritti nel periodo.

La variazione della voce Debiti per finanziamenti si riferisce principalmente al finanziamento acceso dalla Capogruppo per sostenere l'operazione di aggregazione del Gruppo Infraxis, la cui quota a lungo è pari ad Euro 2.683 mila.

Nella tabella seguente è riportato il dettaglio del finanziamento.

Delta V.

Data di

Nom. e Fair

Residuo da

Data di

scadenza

Tasso

Value al

amm.re

accensione

del

d'interesse

Spread

Valore

24.06.2020

al 30.06.2020

Saldo al

(Migliaia di Euro)

del debito

debito (1)

base (2)

(2)

nominale

(3)

(4)

30.06.2020

Finanziamento

24/06/20

30/06/23

Euribor 3 mesi

1,25%

4.000

-

(49)

3.951

Finanziamento

4.000

-

(49)

3.951

  1. L'Accordo prevede n. 1 rata di pre-ammortamento con scadenza il 30/06/2020 e n. 36 rate di ammortamento, con periodicità mensile, di cui la prima con scadenza il 31/07/2020 e l'ultima il 30/06/2023.
  2. L'Accordo prevede un tasso percentuale Euribor di durata pari a 3 mesi ed uno Spread di 125 basis point.
  3. Minor fair value rispetto al valore nominale alla data di validità dell'Accordo
  4. Costo residuo da ammortizzare

Il finanziamento bancario è garantito da una fidejussione di pari importo concessa da OWL S.p.A. (società controllante della Capogruppo).

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

60 | P a g i n a

PASSIVITA' CORRENTI

13)

DEBITI COMMERCIALI

Il valore dei debiti commerciali, che ammonta ad Euro 19.334 mila, include le passività da contratti con i clienti ed i ratei passivi di natura commerciale ed è così costituito:

Debiti commerciali

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Acconti

1.550

668

882

Debiti verso fornitori

5.670

4.924

746

Debiti verso correlate

28

69

(41)

Passività da contratti con i clienti

12.067

8.168

3.899

Ratei passivi commerciali

19

22

(3)

TOTALE

19.334

13.851

5.483

Entro l'esercizio successivo

19.334

13.851

5.483

Da 1 a 5 anni

-

-

-

Oltre i 5 anni

-

-

-

TOTALE

19.334

13.851

5.483

Scaduto inferiore ad un 1 mese

921

763

158

Scaduto oltre 1 mese

453

209

244

TOTALE

1.374

972

402

I Debiti verso fornitori sono pari ad Euro 5.670 mila con un incremento del 15% rispetto al 31 dicembre 2019. L'incremento è legato in gran parte al maggior utilizzo di fornitori terzi su progetti e commesse della Capogruppo e di Global Payments.

La voce Acconti accoglie gli anticipi ricevuti dai clienti relativi a forniture di beni e servizi non ancora effettuate.

Le Passività da contratti con i clienti si riferiscono principalmente al risconto effettuato sulle commesse in corso di esecuzione già fatturate al cliente ma non ancora completate al 30 giugno 2020. L'incremento è principalmente connesso alle maggiori "attività da contratti con i clienti" al 30 giugno 2020, come commentato in precedenza.

Per i rapporti con le imprese correlate si rimanda al paragrafo 8 della relazione intermedia.

14)

ALTRI DEBITI

Gli altri debiti, che ammontano ad Euro 10.645 mila, sono riferiti a:

Altri debiti

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Debiti tributari

2.403

1.609

794

Debiti verso istituti di previdenza

2.486

2.450

36

Debiti diversi

5.756

4.745

1.011

TOTALE

10.645

8.804

1.841

Entro l'esercizio successivo

10.645

8.804

1.841

Da 1 a 5 anni

-

-

-

Oltre i 5 anni

-

-

-

TOTALE

10.645

8.804

1.841

Scaduto inferiore ad un 1 mese

-

-

-

Scaduto oltre 1 mese

-

-

-

TOTALE

-

-

-

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

61 | P a g i n a

I debiti diversi sono costituiti prevalentemente dai debiti verso il personale dipendente per retribuzioni, mensilità aggiuntive, rimborsi spese e ferie maturate e non godute al 30 giugno 2020.

15)

DEBITI FINANZIARI CORRENTI

I debiti finanziari correnti ammontano ad Euro 9.191 mila e sono così dettagliati:

Debiti finanziari correnti

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Debiti per finanziamenti

1.565

163

1.402

Debiti verso banche

240

302

(62)

Finanz.to verso la controllante OWL

5.000

5.000

-

Altri debiti finanziari

1.161

564

597

Debiti finanziari per leasing IFRS 16

1.335

1.116

219

- Diritti di utilizzo Fabbricati

949

723

226

- Diritti di utilizzo Automezzi

190

197

(7)

- Diritti di utilizzo Altri beni

157

155

2

Effetto contab. al costo ammortizzato dei debiti finanziari

(110)

(163)

53

TOTALE

9.191

6.982

2.209

Entro l'esercizio successivo

9.191

6.982

2.209

Da 1 a 5 anni

-

-

-

Oltre i 5 anni

-

-

-

TOTALE

9.191

6.982

2.209

Scaduto inferiore ad un 1 mese

-

-

-

Scaduto oltre 1 mese

-

-

-

TOTALE

-

-

-

La variazione della voce Debiti per finanziamenti si riferisce al finanziamento acceso dalla Capogruppo per sostenere l'operazione di aggregazione del Gruppo Infraxis già dettagliato alla precedente nota di commento 11.

L'incremento della voce Altri debiti finanziari si riferisce principalmente al residuo debito verso gli azionisti del Gruppo Infraxis pari ad Euro 600 mila.

Nella tabella sotto esposta viene riportata la movimentazione dei debiti finanziari del Gruppo:

Debiti finanziari

30/06/2020

31/12/2019

Var.

Non correnti

12.089

10.321

1.768

Correnti

9.191

6.981

2.210

TOTALE

21.280

17.302

3.978

Movimentazione

30.06.2020

Saldo di apertura 1.1.2020

17.302

Effetto contabilizzazione al costo ammortizzato

30

Accensione finanziamento bancario

4.000

Variazioni debiti finanziari IFRS 16

(806)

Residuo debito aggregazione Gruppo Infraxis

600

Variazione monetaria dei debiti bancari e finanziari

154

Saldo di chiusura al 30.06.2020

21.280

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

62 | P a g i n a

Al 30 giugno 2020, la riserva di liquidità è la seguente:

Affidamenti

Utilizzi

Disp. di fido

Disp. di fido

Linee Bancarie

30.06.2020

30.06.2020

30.06.2020

31.12.2019

Linee di Cassa

569

(201)

368

319

Linee Autoliquidanti

1.000

-

1.000

-

Altre Linee Finanziare

7.163

(6.121)

1.042

1.030

Linee Finanziare

5.000

(5.000)

-

-

Totale Affidamenti Bancari

13.732

(11.322)

2.410

1.349

Linee Factoring

3.813

(813)

3.000

3.000

Totale Affidamenti Factoring

3.813

(813)

3.000

3.000

Totale Linee Bancarie/Factoring

17.545

(12.135)

5.410

4.349

Disponibilità liquide

16.045

7.247

Totale

17.545

(12.135)

21.454

11.596

La riserva di liquidità del Gruppo pari ad Euro 16 milioni è ritenuta sufficiente a far fronte agli impegni in essere alla data di bilancio.

Si evidenzia che nel mese di luglio la Capogruppo ha acceso, presso Intesa San Paolo S.p.A., un nuovo finanziamento bancario Euro 2.500 mila che prevede n. 12 rate mensili di pre- ammortamento a partire dal 7 agosto 2020 e n. 36 rate mensili di rimborso.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

63 | P a g i n a

INFORMAZIONI SUL CONTO ECONOMICO

Vengono di seguito commentati i prospetti contabili di conto economico. Essi sono confrontati con i dati relativi al corrispondente periodo del 2019.

Il dettaglio dei rapporti verso parti correlate è riportato nella relazione intermedia sulla gestione.

16)

RICAVI E RISULTATO OPERATIVO

Al 30 giugno 2020 il Gruppo ha registrato Ricavi totali per Euro 26.296 mila, rispetto ad Euro

25.151 mila del corrispondente periodo dell'esercizio precedente, così dettagliati:

Ricavi

30/06/2020

30/06/2019

Var.

Var. %

Ricavi

23.954

21.501

2.453

11,4%

Variazione delle commesse in corso di esecuzione

1.925

3.295

(1.370)

(41,6%)

Totale Ricavi Caratteristici

25.879

24.796

1.083

4,4%

Altri ricavi

417

355

62

17,5%

TOTALE

26.296

25.151

1.145

4,6%

Il Risultato Operativo del periodo, influenzato da ammortamenti per Euro 2.988 mila, è positivo e pari ad Euro 1.207 mila rispetto ad Euro 533 mila del corrispondente periodo dell'esercizio precedente.

Per un maggior dettaglio si rinvia a quanto già contenuto nella relazione intermedia di gestione.

17)

PROVENTI ED ONERI FINANZIARI

Il saldo della gestione finanziaria è negativo per Euro 367 mila ed è così costituito:

Proventi / (Oneri) finanziari

30/06/2020

30/06/2019

Var.

Var. %

Proventi da crediti immobilizzati

-

11

(11)

(100,0%)

Proventi diversi

2

52

(50)

(96,2%)

Differenze attive su cambi

153

69

84

>100%

TOTALE PROVENTI FINANZIARI

155

132

23

17,4%

Interessi passivi e altri oneri finanziari

(277)

(318)

41

12,9%

Interessi passivi verso controllante OWL

(37)

(37)

-

0,0%

Differenze passive su cambi

(208)

(90)

(118)

>(100)%

TOTALE ONERI FINANZIARI

(522)

(445)

(77)

(17,3%)

TOTALE RISULTATO DELLA GESTIONE FINANZ.

(367)

(313)

(54)

(17,3%)

La voce interessi passivi ed altri oneri finanziari che passa da Euro 318 mila del 2019 ad Euro

277 mila al 30 giugno 2020 include:

  • interessi passivi su mutui, conti correnti bancari e factoring ed altre commissioni per Euro 21 (Euro 34 mila nel 2019)
  • l'effetto del periodo, pari ad Euro 158 mila, relativo all'IFRS 16 (Euro 181 mila nel 2019).
  • l'effetto del periodo, pari ad Euro 81 mila, relativo alla contabilizzazione al costo ammortizzato dei debiti finanziari (Euro 80 mila nel 2019);
  • l'effetto del periodo, pari ad Euro 21 mila (Euro 23 mila nel 2019) relativo alla

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

64 | P a g i n a

contabilizzazione dell'interest costs legato alla valutazione attuariale del fondo TFR.

18)

IMPOSTE

Le Imposte correnti ammontano ad Euro 943 mila e si riferiscono principalmente al carico IRES ed IRAP della controllata Global Payments S.p.A.

Imposte correnti e differite

30/06/2020

30/06/2019

Var.

Var. %

Imposte correnti

943

86

857

>100%

Imposte differite/anticipate

(666)

(102)

(564)

>(100)%

TOTALE

277

(16)

293

>100%

In merito alla Capogruppo, alla luce del nuovo piano industriale approvato dal Consiglio in data 12 marzo 2020 e considerando il risultato fiscale positivo dell'esercizio 2019, la Società aveva proceduto a contabilizzare, al 31 dicembre 2019, imposte anticipate per complessivi Euro 814 mila. Tale importo, riferito esclusivamente ad una parte dei costi con deducibilità differita contabilizzati nell'esercizio ed in esercizi precedenti, era stato determinato puntualmente applicando agli esercizi di previsione esplicita del piano industriale 2020-2022 un'analisi di sensitività conservativa di termini di marginalità realizzata. L'incremento dei crediti per imposte anticipate è correlato ad un aggiornamento di tale analisi al 30 giugno 2020, con particolare riferimento ai risultati positivi consuntivati dalla Global Payments S.p.A., società in consolidato fiscale con TAS S.p.A. e la controllante OWL S.p.A..

Si evidenzia che alla data della presente relazione l'ammontare delle imposte differite attive sulle perdite fiscali non stanziate ammonta a 10,2 milioni di Euro di cui 8,9 milioni di Euro della Capogruppo e 1,2 milioni di Euro della controllata TAS Iberia.

19)

RISULTATO PER AZIONE

Al 30 giugno 2020 si registra un utile di Euro 505 mila contro una perdita del 2019 di Euro 181 mila. Non significativo il risultato attribuito a ciascuna azione.

Risultato per Azione

30/06/2020

30/06/2019

Capitale Sociale

24.330.646

24.330.646

Risultato d'esercizio

505.274

(181.327)

Azioni ordinarie

83.536.898

83.536.898

Numero medio ponderato di azioni in circolazione nell'esercizio

83.536.898

83.536.898

RISULTATO PER AZIONE

0,01

(0,00)

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

65 | P a g i n a

20)

INFORMATIVA DI SEGMENTI OPERATIVI

Informazioni di segmenti operativi

Un segmento operativo è una componente di un'entità che intraprende attività imprenditoriali generatrici di ricavi e di costi, i cui risultati operativi sono rivisti periodicamente al più alto livello decisionale operativo ai fini dell'adozione di decisioni in merito alle risorse da allocare al settore e della valutazione dei risultati. Un segmento geografico fa riferimento ad un gruppo di attività che fornisce prodotti o servizi all'interno di un particolare ambiente economico che è soggetto a rischi e ritorni che sono diversi da quelli dei segmenti che operano in altri ambienti economici.

Si evidenzia che alla data del presente bilancio consolidato i segmenti operativi non soddisfano tutti i requisiti previsti dall'IFRS 8 per un'informativa separata.

Si riportano di seguito, ai sensi dell'IFRS 8, le informazioni relative ai segmenti geografici. In particolare:

  • i ricavi da clienti esterni attribuiti al paese in cui ha sede l'impresa, a tutti paesi esteri, in totale, da cui l'impresa ottiene ricavi;
  • le attività non correnti diverse da strumenti finanziari e attività fiscali differite nel paese in cui ha sede l'impresa ed in tutti i paesi esteri, in totale, in cui l'impresa detiene attività.

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

66 | P a g i n a

Settore secondario- geografico

Di seguito si riportano le altre informazioni per area geografica:

Conto Economico

30.06.2020

Altri

Sud

Eastern

Paesi

k€

Italia

Svizzera

Spagna

America

Francia

Europe

US

Estero

Cons.

Totale ricavi

21.693

702

326

384

1.449

1.435

52

255

26.296

Stato Patrimoniale

30.06.2020

Altri

Sud

Eastern

Paesi

K€

Italia

Svizzera

Spagna

America

Francia

Europe

US

Estero

Cons.

Immobilizzazioni immateriali

20.594

16.672

1.385

70

121

1.555

-

-

40.397

- Goodwill

15.915

16.570

1.345

61

91

943

-

-

34.925

- Altre immateriali

4.679

102

40

9

30

612

-

-

5.472

Immobilizzazioni materiali

6.622

-

117

14

3.183

315

-

127

10.378

Immobilizzazioni finanziarie

136

-

1

-

-

-

-

-

137

Imposte diff. e altri cred. Imm.

1.463

237

-

-

-

1

129

-

1.830

Capitale immobilizzato

28.813

16.909

1.503

84

3.304

1.871

129

127

52.740

30.06.2019

Altri

Sud

Eastern

Paesi

Italia

Svizzera

Spagna

America

Francia

Europe

US

Estero

Cons.

19.693

1.532

424

346

1.498

1.021

207

430

25.151

31.12.2019

Altri

Sud

Eastern

Paesi

Italia

Svizzera

Spagna

America

Francia

Europe

US

Estero

Cons.

19.809

-

1.370

76

124

1.618

-

-

22.997

15.915

-

1.345

61

91

943

-

-

18.355

3.894

-

25

15

33

675

-

-

4.642

7.773

-

133

20

3.355

32

-

-

11.313

136

-

1

-

-

-

-

-

137

860

229

-

-

-

1

128

-

1.218

28.577

229

1.504

96

3.479

1.651

128

-

35.664

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

67 | P a g i n a

21)

CONVERSIONE DEI BILANCI DI IMPRESE ESTERE

I tassi di cambio utilizzati per la conversione in euro dei valori delle società al di fuori dell'area Euro sono stati i seguenti:

Divisa

Medio

Chiusura

06.2020

06.2019

06.2020

06.2019

Franco svizzero

1,06

1,13

1,07

1,11

Real brasiliano

5,42

4,34

6,11

4,35

Dinaro serbo

117,57

118,06

117,24

117,96

Sterlina Britannica

0,87

-

0,91

-

Dollaro americano

1,10

1,13

1,12

1,14

22)

COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI, SINDACI, DIRETTORI GENERALI E DIRIGENTI CON RESPONSABILITÀ STRATEGICHE

Si evidenziano i compensi, in Euro, complessivi spettanti agli Amministratori, ai membri del Collegio Sindacale, ai Direttori Generali e ai Dirigenti con responsabilità strategiche al 30 giugno 2020.

30/06/2020

30/06/2019

Amministratori

532.622

394.334

Sindaci

52.142

52.000

Dirigenti strategici

277.448

207.851

TOTALE

862.211

654.184

* Include 4 dirigenti in carica al 30 giugno 2020 (erano 3 come nel 2019). I valori esposti rispettano l'allegato 3A del Regolamento Emittenti.

23)

NUMERO DIPENDENTI

Organico

30/06/2020

31/12/2019

Var.

TAS

175

386

(211)

GLOBAL PAYMENTS

241

-

241

TAS INTERNATIONAL

12

12

-

TAS FRANCE

7

7

-

TAS AMERICAS

3

3

-

TAS IBERIA

11

12

(1)

MANTICA

6

6

-

TAS EE

54

51

3

TAS GERMANY

-

-

-

TAS USA

-

-

-

INFRAXIS AG

3

-

3

INFRAXIS LTD

23

-

23

Numero dipendenti

535

477

58

Milano, 15 Settembre 2020

TAS Tecnologia Avanzata dei Sistemi S.p.A. Per conto del Consiglio di Amministrazione (Amministratore Delegato)

Valentino Bravi

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

68 | P a g i n a

DICHIARAZIONE AI SENSI DELL'ART. 154 BIS, COMMA 2, D.LGS. N. 58/1998

Oggetto: Resoconto intermedio di gestione al 30 giugno 2020

Il sottoscritto Paolo Colavecchio, quale Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari di TAS S.p.A.

attesta

in conformità a quanto previsto dal secondo comma dell'art. 154 bis, parte IV, titolo III, capo II, sezione V-bis, del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 che, sulla base della propria conoscenza, il resoconto intermedio di gestione al 30 giugno 2020 corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Milano, 15 Settembre 2020

TAS Tecnologia Avanzata dei Sistemi S.p.A.

(Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari)

Paolo Colavecchio

Tas SpA

Tas SpA

Capitale sociale € 24.330.645,50 i.v.

Sede Amministrativa

Sede Legale

N. R.E.A. RM 732344

Via del Lavoro 47

Via Cristoforo Colombo 149

Partita IVA 03984951008

40033 Casalecchio di Reno (BO)

00142 Roma

C.F. e N. Reg. Imprese di Roma

T [+39] 051 458011

T [+39] 06 7297141

05345750581

F [+39] 051 4580248

F [+39] 06 72971444

PEC: amministrazione@pec-tasgroup.it

www.tasgroup.it

Società soggetta a direzione e coordinamento di OWL S.p.A. con sede in Milano, via dell'Annunciata 23/4 - C.F. e N. Reg. Imprese di Milano 03222440160

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020

69 | P a g i n a

Deloitte & Touche S.p.A.

Piazza Malpighi, 4/2

40123 Bologna

Italia

Tel: +39 051 65811

Fax: +39 051 230874

www.deloitte.it

RELAZIONE DI REVISIONE CONTABILE LIMITATA

SUL BILANCIO CONSOLIDATO SEMESTRALE ABBREVIATO

Agli Azionisti della

TAS Tecnologia Avanzata dei Sistemi S.p.A.

Introduzione

Abbiamo svolto la revisione contabile limitata del bilancio consolidato semestrale abbreviato, costituito dal prospetto della situazione patrimoniale-finanziaria, dal prospetto di conto economico, dal prospetto di conto economico complessivo, dal prospetto delle variazioni intervenute nel patrimonio netto, dal rendiconto finanziario e dalle relative note di commento della TAS Tecnologia Avanzata dei Sistemi S.p.A. e sue controllate ("Gruppo TAS") al 30 giugno 2020. Gli Amministratori sono responsabili per la redazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato in conformità al principio contabile internazionale applicabile per l'informativa finanziaria infrannuale (IAS 34) adottato dall'Unione Europea. E' nostra la responsabilità di esprimere una conclusione sul bilancio consolidato semestrale abbreviato sulla base della revisione contabile limitata svolta.

Portata della revisione contabile limitata

Il nostro lavoro è stato svolto secondo i criteri per la revisione contabile limitata raccomandati dalla Consob con Delibera n. 10867 del 31 luglio 1997. La revisione contabile limitata del bilancio consolidato semestrale abbreviato consiste nell'effettuare colloqui, prevalentemente con il personale della società responsabile degli aspetti finanziari e contabili, analisi di bilancio ed altre procedure di revisione contabile limitata. La portata di una revisione contabile limitata è sostanzialmente inferiore rispetto a quella di una revisione contabile completa svolta in conformità ai principi di revisione internazionali (ISA Italia) e, conseguentemente, non ci consente di avere la sicurezza di essere venuti a conoscenza di tutti i fatti significativi che potrebbero essere identificati con lo svolgimento di una revisione contabile completa. Pertanto, non esprimiamo un giudizio sul bilancio consolidato semestrale abbreviato.

Conclusioni

Sulla base della revisione contabile limitata svolta, non sono pervenuti alla nostra attenzione elementi che ci facciano ritenere che il bilancio consolidato semestrale abbreviato del Gruppo TAS al 30 giugno 2020 non sia stato redatto, in tutti gli aspetti significativi, in conformità al principio contabile internazionale applicabile per l'informativa finanziaria infrannuale (IAS 34) adottato dall'Unione Europea.

DELOITTE & TOUCHE S.p.A.

Francesco Masetti

Socio

Bologna, 16 settembre 2020

Ancona Bari Bergamo Bologna Brescia Cagliari Firenze Genova Milano Napoli Padova Parma Roma Torino Treviso Udine Verona

Sede Legale: Via Tortona, 25 - 20144 Milano | Capitale Sociale: Euro 10.328.220.00 i.v.

Codice Fiscale/Registro delle Imprese Milano n. 03049560166 - R.E.A. Milano n. 172039 | Partita IVA IT 03049560166

Il nome Deloitte si riferisce a una o più delle seguenti entità: Deloitte Touche Tohmatsu Limited, una società inglese a responsabilità limitata ("DTTL"), le member firm aderenti al suo network e le entità a esse correlate. DTTL e ciascuna delle sue member firm sono entità giuridicamente separate e indipendenti tra loro. DTTL (denominata anche "Deloitte Global") non fornisce servizi ai clienti. Si invita a leggere l'informativa completa relativa alla descrizione della struttura legale di Deloitte Touche Tohmatsu Limited e delle sue member firm all'indirizzo www.deloitte.com/about.

© Deloitte & Touche S.p.A.

This is an excerpt of the original content. To continue reading it, access the original document here.

Disclaimer

TAS - Tecnologia Avanzata dei Sistemi S.p.A. published this content on 16 September 2020 and is solely responsible for the information contained therein. Distributed by Public, unedited and unaltered, on 06 October 2020 14:09:00 UTC


ę Publicnow 2020
Tutte le notizie su TAS TECNOLOGIA AVANZATA DEI SISTEMI S.P.A.
09/07TAS: intesa preliminare per partecipazione di maggioranza in Elidata
DJ
22/06FLYWALLET: chiuso con successo il secondo round di seed financing
PU
22/06TAS: investe in Flywallet (MF)
DJ
28/05TAS GROUP: acquisita la certificazione ISO 27001 anche per la capogruppo e la c..
PU
17/05RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE TAS: prosegue la netta crescita di tutti gli i..
PU
14/05TAS TECNOLOGIA AVANZATA DEI SISTEMI : Resoconto intermedio di gestione al 31 ma..
PU
14/05TAS TECNOLOGIA AVANZATA DEI SISTEMI : Interim financial report at 31 March 2010..
PU
14/05TAS TECNOLOGIA AVANZATA DEI SISTEMI : Approvati i risultati del primo trimestre..
PU
14/05TAS: utile netto 1* trim. pari a 0,8 mln (0,2 mln in 1* trim. 2020)
DJ
14/05L'agenda di oggi
DJ
Pi¨ notizie
Dati finanziari
Fatturato 2020 58,8 M 69,4 M -
Risultato netto 2020 8,82 M 10,4 M -
Indebitamento netto 2020 6,42 M 7,58 M -
P/E ratio 2020 14,9x
Rendimento 2020 -
Capitalizzazione 146 M 173 M -
VS / Fatturato 2019 3,33x
VS / Fatturato 2020 2,34x
N. di dipendenti -
Flottante 26,8%
Grafico TAS TECNOLOGIA AVANZATA DEI SISTEMI S.P.A.
Durata : Periodo :
TAS Tecnologia Avanzata dei Sistemi S.p.A.: grafico analisi tecnica TAS Tecnologia Avanzata dei Sistemi S.p.A. | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica TAS TECNOLOGIA AVANZATA DEI SISTEMI S.P.A.
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRibassistaNeutraleRialzista
Evoluzione del Conto di Risultati
Dirigenti e Amministratori
Valentino Bravi Chief Executive Officer & Director
Dario Pardi Chairman & Investor Relations Contact
Roberta Viglione Independent Non-Executive Director
Giancarlo Maria Albini Independent Non-Executive Director
Martino Maurizio Pimpinella Independent Non-Executive Director
Settore e Concorrenza