Musk ha chiesto ai giudici di ascoltare il suo appello contro la decisione di un tribunale di grado inferiore che, a maggio, ha confermato il decreto, nato dal suo post dell'agosto 2018 sulla piattaforma di social media allora chiamata Twitter, ora chiamata X, in cui affermava di avere "finanziamenti assicurati" per rendere privata la sua azienda di auto elettriche Tesla.