È probabile che altri inserzionisti fuggano dalla piattaforma di social media X di Elon Musk, dopo che il miliardario si è scagliato contro alcuni dei più grandi nomi dell'industria dei media durante un evento del New York Times DealBook per aver abbandonato la piattaforma, hanno detto gli analisti giovedì.

Walt Disney e Warner Bros. Discovery

hanno sospeso la pubblicità

su X all'inizio del mese, in seguito alla sua approvazione di un post antisemita che sosteneva falsamente che i membri della comunità ebraica fomentavano l'odio contro i bianchi.

Dopo essersi scusato per il suo post durante l'evento di mercoledì, Musk ha scatenato un'imprecazione

filippica

contro alcuni inserzionisti per aver abbandonato la piattaforma.

Il capo di Tesla ha riconosciuto che un boicottaggio prolungato da parte degli inserzionisti potrebbe mandare in bancarotta X, ex Twitter, ma ha suggerito che il pubblico incolperebbe i marchi e non lui per un potenziale collasso.

L'azienda ha subito critiche per la moderazione lassista dei contenuti, soprattutto da parte degli inserzionisti che non vogliono che i loro annunci appaiano accanto a contenuti inappropriati.

"Crediamo che ci sia il rischio che altre aziende smettano di fare pubblicità su X; almeno a breve termine", ha detto Tom Forte, analista di D.A. Davidson & Co.

"È giusto dire che questo rende più importanti gli sforzi dell'azienda in materia di abbonamenti e potenzialmente significa che potrebbe aver bisogno di più della metà delle sue entrate provenienti dagli abbonamenti", ha detto.

Le entrate pubblicitarie mensili negli Stati Uniti di X sono diminuite di almeno il 55% anno su anno ogni mese da quando Musk ha acquistato l'azienda nell'ottobre del 2022, come ha riferito Reuters il mese scorso.

"Musk ha dichiarato che Twitter vale molto meno dei 44 miliardi di dollari che aveva pagato. È difficile sostenere che questo cambierà rapidamente se gli inserzionisti si sentiranno profondamente offesi da ciò che ha detto ieri", ha dichiarato Russ Mould, direttore degli investimenti di AJ Bell. (Relazioni di Chavi Mehta e Jaspreet Singh a Bengaluru; Relazioni aggiuntive di Aby Jose Koilparambil; Redazione di Anil D'Silva)