Tesla ha tagliato la produzione della sua auto elettrica più venduta, la Model Y, di una percentuale a due cifre nello stabilimento di Shanghai da marzo, secondo i dati del settore e una fonte.

La mossa è volta ad affrontare l'indebolimento della domanda del modello invecchiato della casa automobilistica statunitense in Cina, il suo secondo mercato più grande, in cui viene venduta la maggior parte delle auto prodotte nello stabilimento di Shanghai e dove è scoppiata una brutale guerra dei prezzi tra i produttori di veicoli elettrici in un contesto di rallentamento economico.

L'impianto di Shanghai, il più grande hub di produzione di Tesla a livello globale, ha pianificato di tagliare la produzione del Modello Y di almeno il 20% nel periodo da marzo a giugno, ha detto la persona, che ha rifiutato di essere nominata in quanto la questione è privata.

I dati della China Association of Automobile Manufacturers (CAAM) hanno mostrato che la produzione di Model Y in Cina si è attestata a 49.498 unità a marzo e a 36.610 ad aprile, rispettivamente il 17,7% e il 33% in meno rispetto ad un anno fa.

In totale, Tesla ha prodotto 287.359 unità di auto Model Y e Model 3 in Cina nei primi quattro mesi, il 5% in meno rispetto allo stesso periodo del 2023, con una produzione di Model 3 superiore del 10%, secondo i dati CAAM.

Non è stato immediatamente chiaro se il taglio della produzione sarà esteso alla seconda metà di quest'anno o al Model 3 e se anche gli stabilimenti di Tesla negli Stati Uniti e in Germania adotteranno tagli di produzione simili.

Tesla non ha risposto alle richieste di commento.

Tesla ha tralasciato il suo obiettivo di consegnare 20 milioni di veicoli all'anno entro il 2030 nella sua ultima relazione d'impatto pubblicata giovedì, un altro segno che l'azienda si sta allontanando dalle auto elettriche, mentre sposta l'attenzione sui robotaxi. L'azienda ha accelerato la sua svolta per scommettere su una svolta nell'intelligenza artificiale per portare una nuova crescita dei ricavi.

Nonostante i tagli alla produzione e i recenti licenziamenti nei team di vendita e di servizio di ricarica di Tesla in Cina, l'azienda punta ancora a vendere 600.000-700.000 auto in Cina nel 2024 su 2 milioni di veicoli elettrici che intende vendere a livello globale, invariati rispetto agli obiettivi di inizio anno, ha detto una fonte separata. La fonte non ha voluto essere identificata perché non autorizzata a parlare con i media.

Tesla ad aprile ha tagliato i prezzi della Model Y in Cina ai livelli più bassi da quando il modello è stato lanciato per la prima volta nel Paese nel 2021, offrendo allo stesso tempo uno schema di finanziamento a tasso zero per gli acquirenti della Model 3, per incrementare le vendite.

La quota di Tesla nel mercato complessivo cinese delle auto elettriche e ibride plug-in è scesa al 6,8% nei primi quattro mesi di quest'anno, rispetto al 7,8% di tutto il 2023, quando aveva venduto 603.664 auto nel Paese, secondo la China Passenger Car Association.

La casa automobilistica BYD ha guidato il segmento in Cina con una quota del 34,3% nei primi quattro mesi, in calo rispetto al 35% dell'intero 2023.