Il sindacato svedese Seko ha dichiarato mercoledì che i suoi membri potrebbero interrompere l'installazione e la manutenzione delle stazioni di ricarica di Tesla nel Paese, a sostegno del conflitto del sindacato IF Metall con la casa automobilistica statunitense sui contratti collettivi.

Tesla sta affrontando le pressioni nei Paesi nordici da parte dei potenti sindacati dei dipendenti che sostengono i meccanici svedesi dell'IF Metall, che hanno scioperato nell'ottobre dello scorso anno chiedendo un accordo collettivo con l'azienda.

"La lotta che IF Metall sta portando avanti è importante per l'intero modello di contratto collettivo svedese", ha dichiarato la presidente di Seko Gabriella Lavecchia in un comunicato.

"Per questo motivo abbiamo scelto di emettere un altro avviso di solidarietà e di aumentare la pressione su Tesla", ha aggiunto.

Seko prevede di lanciare l'azione a partire dal 4 marzo, a meno che il gruppo dei veicoli elettrici non abbia raggiunto un accordo collettivo con IF Metall entro tale data. (Servizio di Anna Ringstrom; Redazione di Jan Harvey)