Chemours, Dupont De Nemours e Corteva hanno raggiunto un accordo di transazione con lo Stato americano dell'Ohio per 110 milioni di dollari per risolvere le richieste di risarcimento associate alle "sostanze chimiche per sempre" tossiche, hanno dichiarato le aziende mercoledì.

Chemours ha dichiarato che sarà responsabile della metà dei costi dell'accordo, mentre DuPont fornirà circa 39 milioni di dollari.

L'accordo risolve le richieste di risarcimento dell'Ohio relative al rilascio di sostanze per- e polifluoroalchiliche, o PFAS, dagli impianti delle aziende, compreso l'impianto di Washington Works situato lungo il confine tra Ohio e West Virginia, ha detto Chemours in un comunicato.

I produttori di sostanze chimiche hanno affrontato migliaia di cause legali negli ultimi anni per la presunta contaminazione da PFAS.

A giugno, 3M ha accettato di pagare 10,3 miliardi di dollari per risolvere centinaia di denunce secondo cui l'azienda avrebbe inquinato l'acqua potabile pubblica con le sostanze chimiche, mentre Chemours, DuPont e Corteva hanno raggiunto un accordo simile con i fornitori di acqua degli Stati Uniti per 1,19 miliardi di dollari.