L'indebitamento globale degli hedge fund è salito ad un massimo di cinque anni nella settimana al 19 aprile, come mostra una nota di Goldman Sachs, in quanto gli hedge fund hanno incrementato il trading per approfittare del primo forte calo delle azioni statunitensi ed europee di quest'anno.

Le banche concedono agli hedge fund una leva finanziaria, in sostanza un prestito per finanziare gli investimenti, che amplifica i rendimenti degli hedge fund ma può anche aumentare le perdite.

La leva lorda, o il prestito totale, ha raggiunto il 270% dopo un aumento di 2,6 punti rispetto alla settimana precedente, ha dichiarato Goldman in una nota pubblicata venerdì e vista da Reuters lunedì.

La leva netta complessiva degli hedge fund, che misura le attività totali di un fondo, compresi i prestiti, rispetto a ciò che effettivamente possiede, è aumentata di 0,5 punti al 73% la scorsa settimana, secondo Goldman Sachs.

I fondi hedge di stock picking che non utilizzano algoritmi per fare trading sono stati il tipo di hedge fund che ha aumentato i livelli di leva, ha aggiunto la nota. Non ha fornito un numero per la leva sistematica degli hedge fund.

La leva finanziaria può essere utilizzata per scommettere contro le azioni, ma anche per finanziare le operazioni sui derivati che scommettono che il loro valore aumenterà. Un'operazione short scommette che un'attività scenderà di valore.

Gli hedge fund hanno invertito le scommesse sulle azioni mercoledì e giovedì della scorsa settimana, dopo tre settimane consecutive di vendite, e hanno comprato il calo delle azioni globali, in particolare negli Stati Uniti e in Europa, ha detto la banca.

La scorsa settimana, l'indice S&P 500 è sceso di oltre il 5% dal suo massimo di chiusura del 28 marzo, registrando la maggiore flessione da ottobre, mentre il più ampio indice europeo di azioni è sceso dell'1,2%, registrando il maggiore calo settimanale da metà gennaio.

Sebbene rari, i bruschi cali e recuperi non sono infrequenti: l'S&P 500 ha registrato una media di tre cali del 5% o più ogni anno dal 1929, secondo un'analisi di Bank of America.

Gli hedge fund hanno concentrato le operazioni rialziste sulle società tecnologiche, che hanno registrato il livello più alto di acquisti netti in due mesi. Ma i trader sono rimasti corti sui titoli del consumo discrezionale, come quelli del lusso e dei viaggi, secondo la nota di Goldman.

Gli hedge fund hanno acquistato azioni nella maggior parte dei settori, tra cui sanità, tecnologia, immobiliare e industriale, ha aggiunto.

I singoli titoli hanno registrato il più grande acquisto nozionale lungo in oltre un anno, mentre i prodotti macro sono stati venduti in modo netto per la terza settimana consecutiva, guidati dalle vendite allo scoperto, ha detto Goldman.

Il Nord America e l'Europa hanno registrato acquisti netti nella settimana, mentre l'Asia ha registrato vendite nette. (Relazione di Nell Mackenzie; Redazione di Dhara Ranasinghe e Mark Potter)