ESSEN (dpa-AFX) - Il Consiglio di vigilanza del gruppo industriale Thyssenkrupp ha aggiunto due nuove posizioni al Comitato esecutivo contro il voto di tutti i rappresentanti dei lavoratori. La decisione del Consiglio di vigilanza di mercoledì è stata aspramente criticata dai dipendenti. "Per la prima volta nella storia dell'azienda, vengono nominati membri del consiglio di amministrazione nonostante il rifiuto unanime dei dipendenti", si legge in una dichiarazione pubblicata dall'IG Metall mercoledì sera.

Il Consiglio di sorveglianza del gruppo industriale ha nominato i due nuovi membri del Consiglio di amministrazione mercoledì con i voti dei rappresentanti degli azionisti. Essi ampliano il Consiglio di amministrazione, che in precedenza era composto da tre membri. Volkmar Dinstuhl, recentemente a capo del segmento Multi Tracks, ora sciolto, e responsabile dei progetti di sourcing e vendita, sarà nominato anche lui nel Consiglio di Amministrazione il 1° gennaio, così come Ilse Henne. La manager fa attualmente parte del Consiglio di amministrazione della divisione commerciale.

La parte dei dipendenti è particolarmente critica sul fatto che l'ampliamento del Consiglio di amministrazione sia in contrasto con i programmi di risparmio in corso. "Nemmeno una dozzina di membri del consiglio di amministrazione sarà in grado di gestire l'azienda contro i suoi stessi dipendenti. Predicare acqua e bere vino non porterà al successo", hanno dichiarato. Nella stessa riunione, l'elezione del direttore finanziario di Schott Jens Schulte come successore del direttore finanziario uscente Klaus Keysberg è avvenuta all'unanimità. Il cambio è previsto per la seconda metà dell'esercizio finanziario 2023/24 (30 settembre).

Nel suo annuncio, la banca dei dipendenti ha parlato di una "rottura culturale nella co-determinazione" e di un "punto di svolta". Gli azionisti e il nuovo amministratore delegato López hanno rotto con la collaudata prassi di co-determinazione di thyssenkrupp. Questo lascerà il segno e danneggerà in modo permanente il dialogo equilibrato e costruttivo che si era instaurato in precedenza all'interno del Consiglio di sorveglianza.

Secondo Thyssenkrupp, la nomina ha lo scopo di focalizzare maggiormente il Comitato esecutivo sulle prestazioni operative e sull'ulteriore sviluppo del portafoglio. La riorganizzazione significa anche che in futuro le divisioni di Thyssenkrupp saranno assegnate a singoli membri del Comitato esecutivo.

Il maggiore azionista singolo di Thyssenkrupp è la Fondazione Krupp, con una quota del 21%. La presidente del Consiglio di fondazione, Ursula Gather, è membro del Consiglio di sorveglianza, composto da 20 membri. La Fondazione ha accolto con favore l'ampliamento del Consiglio di amministrazione annunciato giovedì. La fondazione ha annunciato a Essen che la nuova struttura consentirà al consiglio complementare di affrontare al meglio il difficile contesto. L'attuale programma di performance può quindi essere portato avanti in modo mirato./nas/DP/jha