Il capo della filiale Thyssenkrupp per l'idrogeno Nucera, Werner Ponikwar, si aspetta una rapida ripresa del mercato delle attrezzature dopo l'indebolimento della domanda.

"Dal punto di vista attuale, non vediamo questo mercato in pausa", ha detto Ponikwar in un'intervista con l'agenzia di stampa Reuters a margine del "Handelsblatt Hydrogen Summit" a Essen. Anche se c'è un atteggiamento di attesa, questo è solo temporaneo. "Crediamo che il mercato crescerà in modo estremamente forte nei prossimi 10-20 anni e vogliamo continuare a svolgere un ruolo molto, molto importante".

Nucera sviluppa elettrolizzatori, sistemi che possono essere utilizzati per produrre idrogeno verde. Questo gioca un ruolo chiave nella transizione energetica. L'azienda è stata colpita da rinvii di ordini nel secondo trimestre dell'esercizio finanziario 2023/24 (alla fine di settembre). L'attività operativa di Nucera (EBIT) è scivolata in rosso. Gli investitori si sono trattenuti perché la regolamentazione dei progetti sull'idrogeno non era chiara, è stato detto. Secondo Ponikwar, da allora l'atmosfera è migliorata. "Abbiamo sentito che i tempi di approvazione per l'energia eolica e solare, in particolare, sono già stati notevolmente ridotti". L'idrogeno verde viene prodotto utilizzando elettricità priva di CO2. Nucera ha anche un volume di ordini di quasi un miliardo di euro.

NUCERA SI STA TRASFORMANDO IN UNA MACCHINA DA LAVORO

Thyssenkrupp ha quotato in borsa l'azienda di Dortmund un anno fa, ma detiene ancora la quota di maggioranza. "La partecipazione di maggioranza di Thyssenkrupp ha dei vantaggi, perché naturalmente ci dà anche un ottimo accesso a una potenziale base di clienti", ha detto Ponikwar.

Nucera sta diventando una macchina da lavoro. "Oggi abbiamo oltre 900 dipendenti", spiega il manager 54enne, che guida l'azienda dal 2022. Il numero continuerà a crescere. "L'anno prossimo saranno più di 1.000 e forse tra due o tre anni saranno 1.500 o 2.000. Per ora non ci poniamo limiti". Attualmente Nucera si sta concentrando sulla crescita soprattutto in Europa e negli Stati Uniti. "Inizieremo prima con queste due regioni". Poi forse seguiranno il Medio Oriente, l'Australia e altre regioni. Ci sono relativamente pochi progetti di grandi dimensioni in Germania. "I grandi progetti in Europa oggi tendono ad essere nel sud, in Portogallo e in Spagna".

Nucera ha recentemente subito una battuta d'arresto nel ricalcolo dell'indice delle piccole capitalizzazioni SDax, dal quale l'azienda dovrà uscire il 24 giugno. La retrocessione è ovviamente un peccato. "Purtroppo abbiamo un flottante molto piccolo, poco meno del 18%". E la capitalizzazione di mercato è calcolata su queste azioni liberamente negoziabili. "Vogliamo tornare il più rapidamente possibile".

(Relazione di Tom Käckenhoff, Vera Eckert, a cura di Ralf Banser. Per qualsiasi domanda, la preghiamo di contattare la nostra redazione all'indirizzo berlin.newsroom@thomsonreuters.com (per la politica e l'economia) o frankfurt.newsroom@thomsonreuters.com (per le aziende e i mercati).