Thyssenkrupp si limitera a contribuire al finanziamento della sua divisione acciaio nel caso in cui il conglomerato tedesco dovesse concordare una joint venture 50:50 per l'unita con il miliardario ceco Daniel Kretinsky, ha dichiarato mercoledi.

Il gruppo tedesco prevede di chiudere la vendita del 20% della divisione a Kretinsky entro la fine di settembre, mentre proseguono le trattative per la vendita di un ulteriore 30% di Thyssenkrupp Steel Europe.

Thyssenkrupp ha dichiarato che continuera a finanziare la divisione acciaio "per il momento" dopo che la vendita del 20% della divisione acciaio a Kretinsky sara stata completata entro la fine di settembre.

Tuttavia, nel caso di una joint venture 50:50, questo sarebbe ridotto a "contributi di supporto da parte di entrambi i partner" a quella che Thyssenkrupp ha detto essere una struttura di finanziamento indipendente.

I commenti sono arrivati in risposta alle accuse del sindacato IG Metall, secondo cui Thyssenkrupp potrebbe abbandonare la responsabilita finanziaria per l'attivita siderurgica come parte di una vendita parziale che comporterebbe la cancellazione di un accordo di dominio.

L'IG Metall, uno dei principali azionisti dell'attivita siderurgica di Thyssenkrupp, ha affermato che l'unita ha bisogno di 4 miliardi di euro (4,3 miliardi di dollari) di fondi per un futuro indipendente, aggiungendo che la mancanza di tali fondi significherebbe "morte certa" per l'attivita.

(1 dollaro = 0,9217 euro)