Il CEO di UBS martedì ha attaccato i critici che chiedono alla Svizzera di regolamentare la sua banca in modo più aggressivo dopo l'acquisizione del Credit Suisse nel 2023, affermando che la "paura" e i critici "populisti" stanno danneggiando l'attività e le prospettive del Paese.

Parlando mentre il Governo e le autorità di regolamentazione stanno valutando i piani per far sì che la banca detenga più capitale, il CEO di UBS Sergio Ermotti ha detto ad un evento dell'Istituto per la Politica Economica Svizzera a Lucerna che UBS non è solo un'importante fonte di entrate fiscali per le casse pubbliche, ma anche un "faro" per l'industria finanziaria svizzera. (Servizio di Noele Illien)