I lavoratori dello stabilimento Volkswagen del Tennessee hanno votato per entrare a far parte della United Auto Workers, ha dichiarato venerdì il sindacato, definendo la vittoria dopo che un conteggio non ufficiale ha mostrato che la maggioranza dei lavoratori aventi diritto ha votato a favore del sindacato.

La vittoria sismica, se confermata, renderà lo stabilimento di Chattanooga il primo impianto automobilistico del Sud a sindacalizzarsi tramite elezioni dagli anni '40 e il primo impianto automobilistico di proprietà straniera del Sud a farlo.

Il sindacato ha fatto questa scelta dopo che sono state contate circa 2.200 schede elettorali a favore della sindacalizzazione. L'impianto ha circa 4.300 elettori idonei.

La vittoria è un'enorme iniezione di fiducia per la campagna del Presidente dell'UAW Shawn Fain, volta a sindacalizzare gli stabilimenti di proprietà di oltre una dozzina di case automobilistiche negli Stati Uniti, tra cui Tesla. Fain e il suo team si sono impegnati a spendere 40 milioni di dollari fino al 2026 per questo sforzo.

Sebbene l'UAW abbia perso per poco le votazioni nello stesso stabilimento nel 2014 e nel 2019, il voto di quest'anno è stato preceduto da un'impennata del sostegno pubblico ai sindacati e dal successo delle trattative contrattuali dello scorso anno con le tre grandi case automobilistiche.

VW ha assunto una posizione neutrale sul voto presso il suo unico stabilimento non sindacale a livello globale. L'UAW ha rappresentato in precedenza i lavoratori VW in uno stabilimento della Pennsylvania che costruiva automobili Rabbit prima di chiudere nel 1988.

Per decenni, il sindacato ha colpito gli stabilimenti automobilistici del sud. Oltre alle due sconfitte di stretta misura subite in precedenza da VW, ha subito altre tre sconfitte significative in fabbriche del sud di proprietà di Nissan, l'ultima nel 2017 in Mississippi.

Da allora, il movimento sindacale in generale ha vissuto una sorta di rinascita, con un numero record di lavoratori di vari settori che hanno scioperato lo scorso anno.

Lo scorso autunno, il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha partecipato ai picchetti fuori Detroit, dove il sindacato ha ottenuto aumenti percentuali a due cifre e aumenti del costo della vita da General Motors , Ford Motor e Stellantis. Questo ha scatenato un'ondata di aumenti da parte delle case automobilistiche non sindacalizzate, che secondo alcuni analisti sono stati progettati per tenere lontani i sindacati.

Uno stabilimento Mercedes in Alabama, in cui la maggioranza dei lavoratori ha firmato carte che indicano il loro sostegno alla sindacalizzazione, sarà il prossimo stabilimento in cui si terranno le elezioni dell'UAW, nella settimana del 13 maggio.

L'UAW ha anche dichiarato che più del 30% dei dipendenti di uno stabilimento Hyundai in Alabama e di una fabbrica di ricambi auto Toyota del Missouri hanno firmato dei cartoncini che indicano la loro volontà di aderire all'UAW.