(Ripetizione della relazione del 7 giugno. Nel secondo paragrafo, la seconda frase è stata riformulata: "Questo sarebbe sufficiente a sostituire una centrale elettrica a gas" (invece di: "Questo corrisponderebbe all'incirca alla capacità di una centrale elettrica a gas"). La capacità delle centrali elettriche non si misura in megawattora e non è direttamente paragonabile alla capacità di un sistema di accumulo a batteria).

BERLINO (dpa-AFX) - Il Gruppo Volkswagen sta entrando nella gestione di grandi sistemi di accumulo di batterie per la rete elettrica. Il primo cosiddetto "Power Centre", che immagazzina temporaneamente l'elettricità verde, sarà collegato alla rete in Germania il prossimo anno, ha annunciato venerdì a Berlino il Chief Technology Officer Thomas Schmall. Il sito sarà nel nord della Germania e la cerimonia di apertura del terreno è prevista nelle prossime sei-otto settimane. "E andremo online all'inizio del prossimo anno", ha detto Schmall. "A quel punto saremo nella fase di implementazione concreta".

L'impianto sarà gestito dalla divisione Elli della rete di ricarica di VW. La capacità sarà inizialmente di 700 megawattora e potrà essere successivamente ampliata fino a un gigawattora, ha detto Schmall. Sarebbe sufficiente per sostituire una centrale elettrica a gas. Seguiranno altri "centri di energia". Il Gruppo sta quindi aprendo un nuovo segmento di business in un mercato in crescita.

Un cuscinetto per l'energia eolica e solare

I sistemi sono destinati a fungere da cuscinetto per l'energia eolica e solare, contribuendo così a stabilizzare la rete elettrica. "I nostri investimenti nei sistemi di accumulo a batteria stazionari rappresentano quindi un contributo significativo alla trasformazione sostenibile dell'approvvigionamento energetico", ha dichiarato Schmall. Questo perché le turbine eoliche e gli impianti solari devono ancora essere spenti di tanto in tanto quando c'è un eccesso di offerta. Questa situazione può essere modificata con grandi sistemi di accumulo a batteria.

VW ipotizza che la domanda di tali sistemi di accumulo di batterie in Germania aumenterà di dieci volte nei prossimi anni. Finora, in Germania è stato disponibile solo un gigawattora di accumulo. "Raddoppieremo questa cifra solo con questo centro elettrico", afferma Schmall.

Un secondo uso per le vecchie batterie delle auto elettriche

Il più grande produttore di automobili d'Europa sta anche aprendo un'altra area di applicazione per le batterie di auto elettriche usate, che non hanno più potenza sufficiente nell'auto ma possono ancora assorbire abbastanza elettricità per l'accumulo su larga scala. Schmall ha ammesso che il primo sistema dovrà inizialmente utilizzare batterie nuove di zecca, poiché non ci sono ancora abbastanza rendimenti dalle auto elettriche. "Ci stanno arrivando solo ora". In futuro, tuttavia, i "Power Center" utilizzeranno specificamente batterie di auto elettriche dismesse, prima di essere riciclate in una terza fase.

VW aveva già aperto un centro energetico più piccolo a Kassel l'anno scorso, con il quale la divisione Elli del Gruppo partecipa da allora al commercio sul mercato dell'elettricità. Il centro utilizza sistemi di batterie in disuso provenienti dalla piccola auto elettrica E-Up, ormai fuori produzione. Anche altre case automobilistiche, come BMW e Audi, utilizzano le batterie usate come unità di accumulo di energia stazionaria, ma finora solo per la propria fornitura di energia o nelle stazioni di ricarica./fjo/DP/men