1. Home
  2. Azioni
  3. Italia
  4. Borsa Italiana
  5. Webuild S.p.A.
  6. Notizie
  7. Riassunto
    WBD   IT0003865570

WEBUILD S.P.A.

(WBD)
  Rapporto
Tempo differito Borsa Italiana  -  26/05 17:35:42
1.731 EUR   +5.74%
18:38TOP STORIES ITALIA: Webuild, Salini spinge su progetto manutenzione
DJ
15:36BORSA: Milano +0,58% dopo dati Usa, apertura WS
DJ
15:29WEBUILD: Salini, spero manchi poco per progetto manutenzione
DJ
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingCalendarioSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivati 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Webuild S p A : Collocato con successo un nuovo Bond “Sustainability Linked” per Ç400 milioni. Durata media del debito finanziario corporate estesa a 3,7 anni con oltre l'85% a tasso fisso

19-01-2022 | 19:15

Milano, 19 gennaio 2022 - Webuild S.p.A. ("Webuild" o la "Società ") annuncia le condizioni delle obbligazioni senior non garantite a tasso fisso legate a performance di sostenibilità (le "Obbligazioni"), i cui proventi netti saranno utilizzati per rifinanziare parte dell'indebitamento esistente e per scopi generali della Società.

Massimo Ferrari General Manager del Gruppo ha commentato: "Il successo del collocamento del sustainability linked bond di Webuild conferma il significativo apprezzamento, da parte della comunità finanziaria internazionale e nazionale, della strategia di Webuild perseguita negli ultimi anni e rappresenta inoltre un segnale di fiducia sull'Italia e sulla sua capacità di realizzare gli obiettivi del PNRR per le infrastrutture.

La nuova emissione obbligazionaria, di €400 milioni con maturity nel 2026, segue gli straordinari risultati finanziari preliminari del 2021 del Gruppo, che ha visto una posizione finanziaria netta positiva e una forte riduzione del debito lordo, nonostante la persistente incertezza sull'economia globale legata all'andamento epidemiologico. Ciò a conferma della correttezza delle scelte strategiche recentemente implementate, quali la realizzazione di Progetto Italia e il riposizionamento in paesi a basso rischio. Continueremo a mobilitare tutte le risorse e le energie per garantire salute e sicurezza sul lavoro, sostenibilità delle infrastrutture e generazione di cassa a beneficio di tutti gli stakeholder, quali presupposti fondamentali per continuare il processo di crescita e contribuire alla stabilizzazione del settore con tutta la filiera".

L'importo complessivo in linea capitale delle Obbligazioni è pari a €400 milioni. La data di scadenza delle Obbligazioni è il 28 luglio 2026 e la relativa cedola annuale è del 3,875%.

L'emissione, la prima per la Società nel mercato "Sustainability-Linked", dimostra l'impegno di Webuild a integrare pienamente la sostenibilità nella propria strategia di business, inclusa quella finanziaria. La nuova emissione è legata al raggiungimento dell'obiettivo di riduzione del 50%, entro il 2025, della carbon intensity emissions (Scope 1 & 2), contribuendo all'avanzamento degli obiettivi di sviluppo sostenibile ("SDG") fissati dalle Nazioni Unite - SDG 9 (Industry, Innovation and Infrastructure) e 13 (Climate Action), in linea con il Sustainability Linked Financing Framework di Webuild.

Questa operazione contribuisce ad ottimizzare ulteriormente il profilo del debito corporate, estendendo la durata media a 3,7 anni, con oltre il 90% delle scadenze a partire dal 2024 e incrementando la componente a tasso fisso a oltre l'85%.

Durante il collocamento sono stati raccolti ordini per circa Euro 900 milioni, in esubero per oltre 2,2 volte, con una domanda rilevante da parte di investitori nazionali e internazionali, provenienti soprattutto da Gran Bretagna, Germania e Francia.

Le Obbligazioni saranno riservate esclusivamente a investitori qualificati, con esclusione di collocamento negli Stati Uniti d'America ed altri paesi selezionati, e saranno quotate presso il Global Exchange Market della Borsa di Dublino (Euronext Dublino).

L'emissione delle Obbligazioni è prevista per il 28 gennaio 2022.

BofA Securities Europe SA, Goldman Sachs International, Intesa Sanpaolo S.p.A. - Divisione IMI Corporate & Investment Banking, Natixis e UniCredit Bank AG agiscono in qualità di Joint Lead Managers, e Banca Akros S.p.A. - Gruppo Banco BPM, Banco Bilbao Vizcaya Argentaria S.A. e BNP Paribas agiscono in qualità di Co-Managers.

***

Non è stata intrapresa alcuna azione dalla Società, dalle banche sopra menzionate o da società da esse controllate o ad esse collegate, finalizzata a consentire l'offerta di strumenti finanziari, il possesso o la distribuzione del presente comunicato stampa o di materiale pubblicitario relativo agli strumenti finanziari in qualsiasi giurisdizione ove sia richiesto l'espletamento di qualsiasi adempimento a tal fine. I soggetti che abbiano accesso al presente comunicato sono tenuti a informarsi su e a osservare tali restrizioni. Il presente comunicato non può essere distribuito, direttamente o indirettamente, negli Stati Uniti d'America (come definiti nella Regulation S contenuta nello US Securities Act del 1933 e successive modifiche - "US Securities Act") o in qualsiasi altro Paese nel quale l'offerta o la vendita sarebbero vietate ai sensi di legge. Il presente comunicato non costituisce, né è parte di, un'offerta di vendita al pubblico di strumenti finanziari o una sollecitazione all'acquisto o alla vendita di strumenti finanziari, né vi sarà alcuna offerta di strumenti finanziari o sollecitazione all'acquisto o alla vendita in giurisdizioni nelle quali tale offerta o sollecitazione sia vietata ai sensi di legge. Gli strumenti finanziari menzionati nel presente comunicato non sono stati, e non saranno, oggetto di registrazione, ai sensi dello US Securities Act e non potranno essere offerti o venduti negli Stati Uniti d'America in mancanza di registrazione o di un'apposita esenzione dalla registrazione ai sensi dello US Securities Act. Non verrà effettuata alcuna offerta al pubblico, o sollecitazione a vendere o ad acquistare, strumenti finanziari negli Stati Uniti d'America ovvero in qualsiasi altro Paese.

Inoltre, nel Regno Unito, il presente comunicato è distribuito esclusivamente, nonché è diretto unicamente a persone che (i) si trovano al di fuori del Regno Unito o (ii) hanno esperienza professionale in materia di investimenti ai sensi dell'articolo 19(5) del Financial Services and Markets Act 2000 (Financial Promotion) Order 2005 (l'"Order") o (iii) sono soggetti che ricadono nell'articolo 49, secondo comma, lettere dalla a) alla d) ("società ad elevato patrimonio netto, associazioni prive di personalità giuridica, etc.") dell'Order; o (iv) sono soggetti ai quali un invito o un incentivo a impegnarsi in attività di investimento (ai sensi della sez. 21 del FSMA) in relazione all'emissione o alla vendita di eventuali titoli potrebbe essere altrimenti legittimamente comunicato o fatto comunicare (collettivamente, i "Soggetti Rilevanti"). Qualsiasi attività d'investimento cui questo comunicato possa riferirsi e qualsiasi invito, offerta o accordo finalizzato al coinvolgimento in tali attività, sono rivolti esclusivamente a Soggetti Rilevanti. Qualsiasi soggetto che non sia un Soggetto Rilevante non deve fare alcun affidamento sul presente comunicato o sul suo contenuto.

La documentazione relativa alle Obbligazioni non sarà sottoposta all'approvazione della CONSOB ai sensi della normativa applicabile. Pertanto, le Obbligazioni non potranno essere offerte, vendute o distribuite nel territorio della Repubblica Italiana, tranne che ad investitori qualificati, come definiti ai sensi dell'articolo 2(e) del Regolamento (UE) 2017/1129 (il "Regolamento Prospetti") e della legge italiana applicabile, e negli altri casi esenti dalla disciplina sulle offerte pubbliche ai sensi dell'articolo 1 del Regolamento Prospetti e della legge italiana applicabile.

Ai soli fini del processo di approvazione del prodotto di ciascun "produttore" ai sensi della Direttiva 2014/65/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa ai mercati degli strumenti finanziari, come modificata ("MiFID II")), la valutazione del mercato di riferimento delle Obbligazioni ha portato alla conclusione che: (i) il mercato target delle Obbligazioni è composto soltanto da controparti qualificati e clienti professionali, ciascuno come definito nella MiFID II); e (ii) tutti i canali per la distribuzione delle Obbligazioni a controparti qualificate e clienti professionali sono appropriati. Qualsiasi persona che successivamente offra, venda o raccomandi le Obbligazioni (un "Distributore") dovrebbe prendere in considerazione la valutazione del mercato target dei "produttori"; tuttavia, un Distributore soggetto alla MiFID II è responsabile dell'effettuazione di una propria valutazione del mercato target delle Obbligazioni (adottando o perfezionando la valutazione del mercato di riferimento dei "produttori") e della determinazione dei canali di distribuzione appropriati.

Le Obbligazioni non sono destinate ad essere offerte e non dovrebbero essere offerte a qualsiasi investitore al dettaglio nello Spazio Economico Europeo ("SEE") o nel Regno Unito. A tal fine, per investitore al dettaglio si intende una persona che soddisfi uno (o più) dei seguenti requisiti: (i) essere un cliente al dettaglio come definito al punto (11) dell'articolo 4 (1) della MiFID II; o (ii) essere un cliente ai sensi della Direttiva (UE) 2016/97 (come modificata o sostituita), laddove il cliente non possa essere qualificato come cliente professionale come definito dal punto (10) dell'articolo 4 (1) della MiFID II; o (iii) non essere un investitore qualificato come definito nel Regolamento (UE) 2017/1129. Di conseguenza, nessun documento contenente le informazioni chiave richiesto dal Regolamento (UE) 1286/2014 (il "Regolamento PRIIPs") per l'offerta o la vendita di obbligazioni o per la loro messa a disposizione di investitori al dettaglio nello SEE o nel Regno Unito è stato preparato e, pertanto, l'offerta o la vendita delle Obbligazioni o la loro messa a disposizione di investitori al dettaglio nello SEE o nel Regno Unito può essere illegale ai sensi del Regolamento PRIIPs.

Nell'ambito dell'offerta delle Obbligazioni ciascuna delle banche sopra menzionate e le rispettive società da esse controllate o ad esse collegate, in qualità di investitori per proprio conto, potranno sottoscrivere le Obbligazioni e a tale titolo detenere nel loro portafoglio, acquistare o vendere tali strumenti finanziari ovvero qualsivoglia strumento finanziario della Società o porre in essere qualsiasi investimento correlato. Ciascuna delle banche sopra menzionate non intendono divulgare l'entità di tali investimenti o operazioni se non nei limiti di quanto richiesto dalle leggi e dai regolamenti applicabili.

Con riferimento all'emissione delle Obbligazioni, le banche sopra menzionate agiscono unicamente ed esclusivamente in nome e per conto della Società e non saranno tenuti a fornire a terzi il sostegno dato ai propri clienti o a prestare alcuna consulenza in relazione agli strumenti finanziari.

Né BofA Securities, Goldman Sachs International, IMI - Intesa Sanpaolo, Natixis e UniCredit Bank, né ciascuna delle relative affiliate ovvero amministratori, dirigenti, dipendenti, consulenti o agenti, accettano alcuna responsabilità di qualsiasi sorta o rendono qualsiasi dichiarazione o garanzia, espressa o implicita, circa la correttezza, accuratezza e/o completezza delle informazioni contenute nel presente comunicato (o circa l'omissione di informazioni dal presente comunicato) o circa qualsiasi altra informazione relativa alla Società, che sia stata fornita per iscritto, in forma verbale o in forma elettronica, e in qualsiasi modo trasmessa o resa disponibile nonché per qualsiasi perdita che dovesse in qualsiasi modo derivare dall'uso del presente comunicato o dei suoi contenuti o comunque diversamente emergere in relazione allo stesso.

Stabilizzazione

In relazione all'emissione delle Obbligazioni, Intesa Sanpaolo S.p.A. (lo "Stabilising Manager") (o qualsiasi altro soggetto che agisca per conto dello Stabilising Manager) potrà effettuare una sovrallocazione delle Obbligazioni ovvero eseguire operazioni per un tempo limitato al fine di mantenere il prezzo di mercato delle Obbligazioni a un livello superiore rispetto a quello che potrebbe altrimenti formarsi sul mercato. In ogni caso, non vi è certezza che venga effettuata un'azione di stabilizzazione. Qualsiasi azione di stabilizzazione, se avviata, può avere inizio alla data (o successivamente alla stessa) in cui viene data adeguata comunicazione al pubblico dei termini dell'offerta delle Obbligazioni e, se avviata, può cessare in qualsiasi momento, e deve essere portata a termine non oltre la prima fra la data che cade 30 giorni dopo la data di emissione delle Obbligazioni e quella che cade 60 giorni dopo la data di allocazione delle Obbligazioni. Qualsiasi azione di stabilizzazione o sovrallocazione deve essere condotta dallo Stabilising Manager (o da qualsiasi soggetto che agisca per conto dello Stabilising Manager) in conformità a tutte le leggi e norme applicabili.

Annuncio

Il prospetto relativo alle Obbligazioni, non appena pubblicato, sarà reperibile sul sito https://www.webuildgroup.com/.

Disclaimer

Webuild S.p.A. published this content on 19 January 2022 and is solely responsible for the information contained therein. Distributed by Public, unedited and unaltered, on 19 January 2022 18:14:33 UTC.


ę Publicnow 2022
Tutte le notizie su WEBUILD S.P.A.
18:38TOP STORIES ITALIA: Webuild, Salini spinge su progetto manutenzione
DJ
15:36BORSA: Milano +0,58% dopo dati Usa, apertura WS
DJ
15:29WEBUILD: Salini, spero manchi poco per progetto manutenzione
DJ
14:25UNIVERSITÀ DI GENOVA: laurea honoris causa in ingegneria civile a Pietro Salini, AD Webui..
PU
14:12WEBUILD: a Salini laurea honoris causa in Ingegneria civile da UniGe
DJ
12:58WEBUILD: Salini, Progetto Italia svolta per settore costruzioni italiano
DJ
12:58WEBUILD: Bucci, quando si lavora insieme risultati straordinari
DJ
12:37INFRASTRUTTURE: Salini (Webuild), Italia molto indietro rispetto a Paesi Ue
DJ
12:22Webuild in JV è stata nominata offerente preferenziale per un contratto da 1,6 miliardi..
MR
12:21INFRASTRUTTURE: Salini (Webuild), imprescindibili per competere a livello globale
DJ
Notizie esclusive
Dati finanziari
Fatturato 2022 7 175 M 7 697 M -
Risultato netto 2022 57,1 M 61,2 M -
Liqui. netta 2022 380 M 408 M -
P/E ratio 2022 24,4x
Rendimento 2022 3,67%
Capitalizzazione 1 724 M 1 849 M -
VS / Fatturato 2022 0,19x
VS / Fatturato 2023 0,18x
N. di dipendenti 25 254
Flottante 37,7%
Grafico WEBUILD S.P.A.
Durata : Periodo :
Webuild S.p.A.: grafico analisi tecnica Webuild S.p.A. | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica WEBUILD S.P.A.
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendNeutraleRibassistaRibassista
Evoluzione del Conto dei Risultati
Consensus
Vendita
Acquisto
Raccomandazione media HOLD
Numero di analisti 4
Ultimo prezzo di chiusura 1,64 €
Prezzo obiettivo medio 2,22 €
Differenza / Target Medio 35,4%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Pietro Salini Chief Executive Officer & Director
Massimo Ferrari Group CFO, General Manager-Corporate & Finance
Donato Iacovone Chairman
Claudio Lautizi Director
Ferdinando Parente Independent Director