Sono necessarie ulteriori analisi sui campioni mineralizzati della pegmatite Han, ma in base alla fluorescenza UV e al modello di esplorazione aggiornato della Società, è probabile che l'area direttamente a nord della pegmatite di tantalio centrale di Tabba Tabba (Han) rispecchi l'area direttamente a sud (Leia). Pertanto, sembra che la pegmatite Han sia potenzialmente ospitata in una posizione equivalente alla pegmatite Leia. Con il potenziale di un'altra pegmatite impilata, a dominanza di spodumene, e la lunga estensione non perforata immediatamente adiacente alle intercettazioni di alto grado esistenti, la priorità della pegmatite Han è stata aumentata e Wildcat prevede di perforarla presto.

Il modello di esplorazione iniziale di Wildcat interpretava tre suite di pegmatiti definite dalla loro mineralogia superficiale. Queste consistevano in: La pegmatite centrale Tabba Tabba (stagno/tantalio), Una fase interpretata come "pegmatite di transizione", che si verifica in un raggio di circa 500 metri dalla pegmatite Tabba Tabba. Ci si aspettava che questa fase si allontanasse dallo stagno/tantalio verso il litio, ma con percentuali più elevate di mica.

Pegmatite di albite-spodumene che rappresenta tutte le altre pegmatiti sul contratto di locazione e precedentemente classificate come "semplici pegmatiti di albite". Prima dell'inizio della perforazione, è stato effettuato un sondaggio con un drone e sono state identificate ulteriori pegmatiti affioranti. Le perforazioni successive si sono concentrate sulle aree prioritarie e hanno portato alla scoperta delle Prospettive Hutt, Han, Leia, Chewy e Boba.

La XRD ricevuta di recente ha migliorato la comprensione del team geologico della mineralogia e delle sue relazioni spaziali. Il driver del cambiamento di mineralogia dallo spodumene a sud alla petalite mista e allo spodumene a The Hutt, a nord, è interpretato come un cambiamento di pressione al momento della cristallizzazione della fusione pegmatitica. La petalite si verifica in genere in ambienti a bassa pressione, mentre lo spodumene si forma in genere in ambienti a pressione più elevata.

Sebbene si basi su dati limitati, l'apparente transizione spaziale dalla pegmatite mineralizzata mista petalite-spodumene nelle estremità settentrionali del sistema pegmatitico di Tabba Tabba, a un deposito di pegmatite di tantalio e poi alla pegmatite Leia, molto grande e dominata dallo spodumene, suggerisce un aumento della pressione verso sud. Questo ha implicazioni per la prioritizzazione dell'esplorazione dei cluster di pegmatiti centrali e meridionali lungo la loro estensione e in profondità, in quanto le pegmatiti che possono essere sottili o geochimicamente deboli in superficie possono trasformarsi in obiettivi interessanti a causa di cambiamenti nel contesto geologico (roccia ospite, pressione litostatica, ecc.). Il successo della perforazione esplorativa nel deposito Leia è un esempio della necessità di una campagna di perforazione esplorativa significativa e mantenuta nel campo delle pegmatiti di Tabba Tabba.

L'espressione superficiale del gruppo centrale di pegmatiti (dove è stata scoperta Leia) era sottile e generalmente restituiva risposte geochimiche basse. Con il proseguimento dell'esplorazione, è stato dimostrato che lo spessore e il grado miglioravano significativamente con la profondità. L'esplorazione è ripresa a Tabba Tabba all'inizio di gennaio, dopo una breve pausa a dicembre per aggiornare le strutture.

Le attività di esplorazione continueranno a crescere con la mobilitazione di altri impianti di perforazione e di personale sul campo. I programmi di mappatura geologica e di campionamento sono ripresi a gennaio e le indagini geofisiche, tra cui la magnetica terrestre e la gravità terrestre, dovrebbero iniziare nel primo trimestre. Sono stati pianificati circa 100.000 metri di perforazione per la prima metà del 2024, con l'intento di continuare ad ampliare Leia e aumentare la fiducia nel giacimento.

Le perforazioni di esplorazione continueranno anche su altri sistemi di pegmatiti per definire un'ulteriore e significativa scoperta. BHM Process Consultants Pty Ltd. ("BHM") assisterà Wildcat nella pianificazione e nella gestione del programma di test metallurgici della mineralizzazione di litio ospitata dalle pegmatiti del deposito Leia. BHM ha lavorato a stretto contatto con alcuni dei più grandi depositi di litio australiani, tra cui Pilgangoora, Altura /Ngungaju, Mount Holland e Bald Hill, e possiede un'esperienza che aiuterà a comprendere i requisiti di trattamento minerale a Tabba Tabba.

Circa 250 kg di campioni di carotaggi diamantati provenienti da Leia saranno sottoposti a test metallurgici di primo passaggio a Nagrom, sotto la guida di BHM. Nagrom è il più grande laboratorio metallurgico privato in Australia ed è riconosciuto come leader nel settore dei test sul litio. Wildcat fornirà aggiornamenti sui test metallurgici man mano che il lavoro procede.

Prossime tappe: Mobilitare altri impianti di trivellazione a Tabba Tabba, con sei impianti previsti in loco nel 2024, esplorare i limiti di Leia iniziando le trivellazioni di riempimento, riprendere l'esplorazione di Han e Boba in profondità, iniziare le prime trivellazioni di altre pegmatiti, ampliare il programma di campionamento mineralogico utilizzando il metodo di analisi FTIR, più rapido ed economico, per informare gli obiettivi e perfezionare il modello di esplorazione e progredire negli studi di autorizzazione e di valutazione per Tabba Tabba.