Worldline ha annunciato oggi di aver pubblicato uno studio di benchmark condotto in Belgio, basato su analisi del ciclo di vita che mostrano l'elevato potenziale dei pagamenti elettronici per ridurre le emissioni di CO2 nell'ecosistema dei pagamenti. Secondo il rapporto, i pagamenti elettronici in negozio producono livelli significativamente inferiori di emissioni di CO2e rispetto ai pagamenti in contanti.





Il rapporto identifica anche le leve a livello di settore per decarbonizzare ulteriormente i pagamenti elettronici, iniziando con la riduzione delle emissioni a meno di 1g di CO2e per transazione. Secondo lo studio, un pagamento in contanti in negozio genera 2,8g di emissioni di CO2e, rispetto a 2,45g di CO2e per un pagamento elettronico, anche senza considerare l'impatto del trasporto per prelevare contanti da un ATM. Copyright (c) 2024 CercleFinance.com. Tutti i diritti riservati.