Il Paese centroamericano guidato dal Presidente populista Nayib Bukele sta vendendo una nuova obbligazione che includerà una clausola, prima al mondo, che prevede di pagare di più agli investitori se non riuscirà ad ottenere un nuovo programma del FMI o un significativo innalzamento del rating del credito da parte di due delle tre principali agenzie nei prossimi 18 mesi.

"Penso che sia più probabile che si ottenga un programma del FMI piuttosto che l'aggiornamento del rating", ha detto l'analista di Moody's per il Paese Jaime Reusche in un'intervista.

"Il nostro livello di rating è Caa3, quindi (raggiungere il rating target di B2) sarebbe un upgrade di quattro tacche, che è molto ambizioso".

Mentre il punteggio B- di S&P si trova a un solo tacca di distanza dall'obiettivo, l'altra grande società di rating, Fitch, si trova attualmente a 2 tacche di distanza, a CCC+, il che significa che il raggiungimento dell'obiettivo sembra improbabile.

"Si tratta di una struttura simile a un mandato, ma è strana", ha aggiunto Reusche a proposito della clausola dell'obbligazione che aumenta il tasso d'interesse al 4% dallo 0,25% se non vengono raggiunti gli obiettivi del FMI e del rating. "Si paga una penalità piuttosto che ricevere un bonus".

L'obiettivo alternativo di un programma del FMI sembra più possibile, ha detto, anche se c'è l'ostacolo chiave della decisione di Bukele di rendere il bitcoin una valuta ufficiale in El Salvador, cosa che il FMI ha criticato molto.

"Il periodo di tempo di 18 mesi per un programma del FMI è piuttosto lungo, quindi si stanno dando un cuscinetto", ha detto Reusche.

"Probabilmente c'è un certo grado di calcolo politico, in quanto li porta oltre le elezioni americane", ha aggiunto, indicando Donald Trump - visto come politicamente più vicino a Bukele - che potrebbe riconquistare la Casa Bianca a novembre e forse ammorbidire la posizione del FMI.

Ha detto che, sebbene la nuova obbligazione sia la prima volta che i punteggi delle agenzie di rating determineranno direttamente il costo del debito di un Paese, non influirà sulle loro decisioni.

"Le autorità possono sempre inserire qualsiasi clausola vogliano", ha aggiunto. "Non influisce sulla nostra indipendenza".

Reusche ha anche ipotizzato che la pionieristica caratteristica "step-up" dell'obbligazione potrebbe essere stata la cosa che ha reso possibile l'intera vendita per El Salvador, che è stato bloccato dai mercati obbligazionari internazionali per diversi anni.

"Erano molto vicini a raggiungere nuovamente l'accesso al mercato, ma sarebbe stato un po' un test, quindi penso che questo funzioni come un po' di addolcitore", ha detto Reusche.

"Potrebbe essere un modello che altri Paesi senza accesso al mercato iniziano a prendere in considerazione - ma dobbiamo aspettare di vedere quanto successo avrà".