(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Trento, 24 mag - "Il 25 giugno noi banchieri siamo tutti invitati a Francoforte ad ascoltare Christine Lagarde che ci dirà che cosa si aspetta da noi" in tema "di transizioni e dei rischi connessi". Lo ha rivelato il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, intervenendo al Festival dell'Economia di Trento. "Non è un'audizione, non è una comunicazione two-way, è one-way del tipo "io dico, voi ascoltate" - ha aggiunto a margine dell'incontro -. Sarà una cosa molto concreta, quello che io mi aspetto è di ascoltare un elenco di expectations". "E' una cosa fatta collettivamente, non solo per risparmio di tempo ma per dimostrare che il messaggio è uguale per tutti - ha spiegato ancora -. Poi faranno seguire le ispezioni, gli Srep in cui faranno le analisi e daranno i giudizi su ogni aspetto". In particolare, ha chiarito ancora Gros-Pietro, la Bce si aspetta "una fotografia molto dettagliata, molto profonda nel tempo di quelle che saranno le emissioni dei nostri clienti. Non solo quelle di chi abbiamo finanziato, ma di tutta la filiera che hanno alle spalle". "È lavoro enorme e noi abbiamo già iniziato a farlo: abbiamo già i dati di 220mila imprese", ha concluso.

Ppa-

(RADIOCOR) 24-05-24 10:52:22 (0247)NEWS,TNT 3 NNNN


(END) Dow Jones Newswires

May 24, 2024 04:52 ET (08:52 GMT)