STOCCOLMA (Reuters) - Giugno potrebbe essere il momento giusto perché la Banca centrale europea inizi a tagliare i tassi d'interesse.

Lo ha detto il consigliere Bce e governatore della Banca di Finlandia Olli Rehn.

"Se siamo fiduciosi che l'inflazione continuerà a tendere verso il nostro obiettivo di 2% in modo sostenuto, in giugno i tempi saranno maturi per iniziare ad allentare l'orientamento di politica monetaria e tagliare i tassi", ha detto.

"Questo ovviamente presuppone che non ci siano ulteriori contraccolpi nella situazione geopolitica e quindi nei prezzi dell'energia", ha aggiunto in un intervento pubblicato sul sito web della banca centrale finlandese.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Alessia Pé)