Il divieto di attività di Al Jazeera in Israele è stato prorogato per altri 45 giorni dal regolatore israeliano delle telecomunicazioni, domenica, dopo che il gabinetto ha deciso che le sue trasmissioni rappresentano una minaccia per la sicurezza.

La scorsa settimana, un tribunale di Tel Aviv ha confermato un divieto iniziale di 35 giorni sulle operazioni di Al Jazeera in Israele, imposto dal governo per motivi di sicurezza nazionale, che è terminato sabato.

In una sentenza separata su una petizione di Al Jazeera contro la chiusura, la Corte Suprema di Israele ha definito la misura contro il canale dell'emittente sostenuta dal Qatar come "precedente".

Ha dato al governo israeliano tempo fino all'8 agosto per offrire argomentazioni sul "perché non si debba stabilire che la Legge che impedisce a un'emittente straniera di danneggiare la sicurezza nazionale" sia nulla.

Al Jazeera aveva dichiarato al tribunale di non incitare alla violenza o al terrorismo e che il divieto era sproporzionato, come risulta dai documenti del tribunale. Il canale, che ha criticato le operazioni militari di Israele a Gaza, non è stato immediatamente disponibile per un commento.

Le trasmissioni della rete via cavo e via satellite e l'accesso ai suoi siti web rimarranno bloccati, ha dichiarato il Ministero delle Comunicazioni israeliano.

"Non permetteremo al canale terroristico Al Jazeera di trasmettere da Israele e di mettere in pericolo i nostri combattenti", ha dichiarato Shlomo Karhi, aggiungendo che la legge lo autorizza, in qualità di Ministro delle Comunicazioni, a intraprendere tali azioni contro le emittenti straniere.

"Alla luce della gravità del danno alla sicurezza dello Stato, sono convinto che gli ordini di chiusura saranno estesi anche in futuro", ha detto.

Il giudice Shai Yaniv aveva detto che gli erano state fornite prove, che non ha specificato, di una relazione stretta e di lunga data tra il gruppo islamista palestinese Hamas e Al Jazeera, accusando il canale di promuovere gli obiettivi di Hamas.

Le autorità israeliane hanno fatto irruzione in una stanza d'albergo di Gerusalemme utilizzata da Al Jazeera come ufficio il 5 maggio e hanno dichiarato che avrebbero chiuso l'operazione per tutta la durata della guerra di Gaza. (Servizio di Steven Scheer; Servizio aggiuntivo di Dan Williams; Redazione di Alexander Smith)