Il Presidente Joe Biden incontrerà i leader musulmani, poi terrà una piccola cena con gli alti funzionari musulmani della sua amministrazione, la First Lady Jill Biden e la Vice Presidente Kamala Harris e suo marito.

"Il Presidente Biden ospiterà un incontro con i leader della comunità musulmana per discutere questioni importanti per la comunità", ha dichiarato martedì ai giornalisti l'addetta stampa della Casa Bianca Karine Jean-Pierre, spiegando che questi leader preferirebbero avere un incontro piuttosto che una cena.

La Casa Bianca ha "adattato il formato per essere reattiva", ha detto.

L'evento è in netto contrasto con lo scorso maggio, quando Biden ha ospitato un ricevimento in occasione dell'Eid per celebrare la fine del Ramadan. Decine di partecipanti hanno applaudito Biden alla Casa Bianca mentre diceva alla folla: "È la vostra casa".

I membri musulmani del Congresso che hanno partecipato a quell'evento, tra cui le rappresentanti Ilhan Omar e Rashida Tlaib, che è palestinese americana, sono ora tra i maggiori critici della sua politica di Gaza.

Emgage Action, un gruppo di difesa dei musulmani americani, ha dichiarato di aver rifiutato l'invito alla cena di martedì, citando il "continuo aiuto militare incondizionato di Biden a Israele", che secondo loro ha portato a una "catastrofe umanitaria di proporzioni epiche".

Molti musulmani, arabi e attivisti contro la guerra si sono arrabbiati con il sostegno dell'amministrazione a Israele e alla sua offensiva militare a Gaza, che ha ucciso decine di migliaia di persone e ha causato una crisi di fame nella stretta enclave costiera di circa 2,3 milioni di persone.

Israele è il principale beneficiario degli aiuti esteri statunitensi e gli Stati Uniti hanno posto il veto a più votazioni alle Nazioni Unite che chiedevano un cessate il fuoco nell'assalto a Gaza, iniziato dopo l'attacco del gruppo islamista palestinese Hamas a Israele il 7 ottobre. Gli Stati Uniti si sono astenuti da un voto a fine marzo.

L'attacco di Hamas del 7 ottobre contro Israele ha ucciso 1.200 persone, secondo i calcoli israeliani. Il successivo assalto militare di Israele a Gaza, governata da Hamas, ha ucciso più di 32.000 persone, secondo il Ministero della Sanità locale, ha sfollato quasi tutta la popolazione e ha portato ad accuse di genocidio che Israele nega.

I gruppi musulmani e anti-guerra hanno in programma un iftar di protesta a Lafayette Park, vicino alla Casa Bianca. Hanno detto che distribuiranno datteri e bottiglie d'acqua per rompere il digiuno al tramonto.