(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 29 mag - Borse europee deboli a metà giornata, complici i future Usa negativi (perdono tutti attorno allo 0,6%). Gli investitori sono cauti nell'attesa dei dati sull'inflazione europea e americana che saranno diffusi venerdì e che influenzeranno le decisioni della Banca centrale europea e della Federal Reserve. Gli analisti, comunque, danno per scontato che la prossima settimana l'Eurotower annuncerà un taglio del costo del denaro, sebbene non sia chiaro se da 0,25 o 0,50 punti base. Francoforte cede lo 0,63%, Parigi l'1%, Amsterdam lo 0,3%, Madrid lo 0,62% e Londra dello 0,29%. Milano accusa una flessione dell'1%, mentre lo spread naviga a 129 punti.

A Piazza Affari Mps tracolla dell'8,3%, sulla notizia che la gip di Milano ha deciso di aprire le indagini sui bilanci del 2016 e 2017 con l'accusa di false comunicazioni sociali e manipolazione del mercato. E' comunque debole il settore finanziario in tutta Europa (-1,1% il sottoindice stoxx 600) e a Milano Intesa Sanpaolo segna un calo dell'1,5%, Unicredit dello 0,9%. Telecom Italia, dopo un avvio volatile, ha imboccato la strada del ribasso (-1,3%), nel giorno in cui il cda si riunisce per esaminare i conti del primo trimestre. Vanno male Leonardo, Iveco e Campari, tutte in ribasso di oltre il 2%, mentre sono in controtendenza Nexi (+0,2%), Pirelli (+0,3%) ed Eni (+0,27%).

Sul fronte dei cambi, l'euro vale 1,085 dollari (ieri a 1,0875) e passa di mano a 170,6 yen (170,67), mentre il biglietto verde scambia a 157,23 yen (156,93). Il gas, dopo un avvio in rialzo, ha invertito la rotta: perde l'1% attestandosi a 33,17 euro. Infine è in rialzo il valore del greggio: il Wti di luglio scambia a 80,48 dollari al barile (+0,8%).

emi-

(RADIOCOR) 29-05-24 13:08:54 (0342)NEWS 3 NNNN


(END) Dow Jones Newswires

May 29, 2024 07:09 ET (11:09 GMT)