La sterlina è salita rispetto al dollaro e all'euro mercoledì, in vista dei dati economici chiave degli Stati Uniti, mentre gli operatori di mercato riflettono sull'impatto di una potenziale vittoria del Partito Laburista alle elezioni generali del mese prossimo.

Il calendario dei dati del Regno Unito è leggero questa settimana, a parte la pubblicazione di giovedì del Decision Maker Panel della Banca d'Inghilterra (BoE) sulle aspettative di inflazione.

Gli analisti di ING hanno recentemente affermato di aspettarsi un calo delle aspettative di inflazione a un anno e ricordano ai mercati che sono troppo prudenti nel prevedere meno di due tagli dei tassi della BoE quest'anno.

ING prevede che la BoE allenterà la sua politica tre volte nel 2024.

Gli investitori stanno attualmente valutando più del 50% di possibilità di tagli dei tassi della BoE di 25 punti base entro settembre, mentre scontano 35 punti base entro la fine dell'anno, il che significa un taglio e il 40% di possibilità di una seconda mossa nel 2024.

I dati sull'occupazione statunitense nel corso della settimana domineranno il calendario macro, dopo i dati sui servizi statunitensi di mercoledì.

La sterlina era in rialzo dello 0,1% a 1,2776 dollari. Il giorno prima aveva raggiunto 1,2817 dollari, il massimo dal 14 marzo.

Il 22 maggio, il Primo Ministro Sunak ha annunciato che le prossime elezioni generali nel Regno Unito si terranno il 4 luglio.

Il principale partito di opposizione britannico è destinato a vincere con un margine più ampio rispetto al 1997, sotto l'ex Primo Ministro Tony Blair, come ha dichiarato lunedì il sondaggista YouGov.

"L'attenzione dei laburisti inizierà probabilmente con politiche ambiziose dal lato dell'offerta, dalla riforma della pianificazione al potenziamento dell'occupazione e dell'istruzione", ha detto Sanjay Raja, economista senior della Deutsche Bank, sostenendo che si aspetta che un governo laburista paghi gli aumenti di spesa con aumenti delle tasse.

"Un'integrazione più profonda con l'Europa potrebbe anche aumentare la crescita potenziale, consentendo una maggiore spesa più avanti nel periodo parlamentare", ha aggiunto.

Secondo un sondaggio Nomura, "molti clienti pensano che i laburisti perseguiranno relazioni più strette con l'UE; quasi il 90% dei clienti lo ritiene probabile o molto probabile".

L'euro è sceso dello 0,1% a 85,11 pence per sterlina.

"La sterlina ha continuato a sovraperformare comodamente l'euro nell'ultimo mese, in quanto i mercati considerano una maggioranza laburista come l'esito forse più favorevole al mercato delle elezioni generali in corso", ha dichiarato Matthew Ryan, responsabile della strategia di mercato presso la società di servizi finanziari globali Ebury.

Keir Starmer, un ex avvocato di 61 anni, ha riportato la politica del Labour al centro dopo un periodo di leadership di sinistra senza successo elettorale.