Uno sguardo alla giornata in corso nei mercati statunitensi e globali da parte di Mike Dolan

L'ennesima vittoria degli utili trimestrali del colosso dell'intelligenza artificiale Nvidia ha catapultato i futures azionari di Wall Street in rialzo giovedì, respingendo i verbali della riunione della Federal Reserve, le tensioni militari a Taiwan e le notizie sulle elezioni di luglio nel Regno Unito.

Lo straordinario boom di Nvidia nella corsa all'intelligenza artificiale non ha mostrato alcun segno di vacillamento e il suo titolo - che ora rappresenta oltre il 5% dell'intera capitalizzazione dello S&P500 - è salito del 7% fuori orario dopo il suo ultimo aggiornamento.

L'azienda ha previsto un fatturato del secondo trimestre di circa 28 miliardi di dollari, quasi 2 miliardi di dollari in più rispetto alle stime degli analisti, e ha annunciato un frazionamento azionario 10 per 1. Le sue azioni, che sono triplicate nel corso dell'ultimo anno, sono balzate sopra i 1.000 dollari negli scambi prolungati e hanno aggiunto altri 140 miliardi di dollari al valore del mercato azionario.

La notizia è stata sufficiente a sollevare i futures dell'S&P500 dal lieve malessere di mercoledì e sono saliti di circa lo 0,5% prima della campanella di giovedì. I futures del Nasdaq 100 sono in rialzo di quasi l'1%.

La continua ascesa di Wall Street verso record sempre più alti ha visto la volatilità azionaria implicita crollare, con l'"indice di paura" VIX che giovedì ha toccato il minimo da novembre 2019, a soli 11,54 dollari.

Forse ancora più notevole, visti i rumori ostinati della Fed, anche gli indicatori di volatilità del mercato dei Treasury equivalenti si stanno abbassando e l'indice MOVE è sceso al minimo da febbraio 2022 - prima dell'inizio della campagna di inasprimento della Fed.

Ciò potrebbe essere in parte dovuto al fatto che la banca centrale statunitense sembra essere pronta a lasciare i tassi d'interesse invariati ancora per diversi mesi. Infatti, alcuni banchieri del settore privato, come il capo di Goldman Sachs David Solomon, ora non vedono alcun taglio dei tassi quest'anno.

Sebbene dai verbali dell'ultima riunione di mercoledì siano emersi segnali che indicano che alcuni politici falchi sono disposti ad alzare nuovamente i tassi se necessario, non da ultimo a causa di un allentamento delle condizioni finanziarie evidente nell'impennata dei titoli azionari, l'impatto è stato attenuato in quanto la riunione si è svolta prima dei dati più morbidi sull'inflazione di aprile.

Di conseguenza, i rendimenti dei Treasury statunitensi sono saliti solo modestamente, con i mercati dei tassi che ora si concentreranno sui numeri settimanali dei disoccupati e sulle indagini aziendali di maggio, più tardi, giovedì, per avere una guida.

La debolezza dei dati sulle abitazioni di mercoledì ha inoltre mantenuto le speranze di un raffreddamento dell'economia, e i mercati dei futures continuano a ritenere 40 punti base di allentamento della Fed per il 2024 - molto più dei 34 punti base che i mercati monetari vedono ora da parte della Banca d'Inghilterra.

ELEZIONI NEL REGNO UNITO

Le letture sull'inflazione 'core' del Regno Unito di aprile, mercoledì, hanno cancellato le speranze di un taglio dei tassi della BoE a giugno, lasciando in bilico anche una mossa ad agosto - complicata forse dall'annuncio a sorpresa di un'elezione britannica per il 4 luglio.

Sebbene sia ampiamente prevista una vittoria del Partito Laburista all'opposizione - con i sondaggi che lo danno in vantaggio di oltre 20 punti rispetto ai Conservatori al potere e i mercati delle scommesse che attribuiscono una probabilità del 90% al leader laburista Keir Starmer di diventare Primo Ministro - la volatilità della sterlina ha registrato una certa accelerazione.

La volatilità implicita a due mesi della coppia euro/sterlina è salita di mezzo punto, superando il 4% per la prima volta in un mese.

Ma le notizie sull'inflazione e il ripensamento della BoE sono stati più dominanti nei prezzi dei tassi, con i rendimenti dei gilt che hanno fatto marcia indietro e la sterlina che è salita ai massimi degli ultimi due mesi.

Il mercato azionario britannico è sceso solo dello 0,5% dopo l'annuncio delle elezioni di mercoledì, anche se un indice delle azioni delle utility britanniche è sceso di quasi il 6% oggi a causa di un possibile rischio politico nel settore.

Sul fronte dei dati, le indagini congiunturali di maggio della zona euro hanno mostrato che l'attività si è espansa al ritmo più veloce in un anno questo mese - mentre gli equivalenti del Regno Unito hanno rallentato.

In Asia, le azioni cinesi hanno sottoperformato con perdite superiori all'1% nelle azioni della Cina continentale e di Hong Kong.

Le tensioni geopolitiche hanno reso nervosi gli investitori, in quanto l'esercito cinese ha iniziato due giorni di esercitazioni "punitive" in cinque aree intorno a Taiwan, pochi giorni dopo l'insediamento del Presidente di Taiwan Lai Ching-te.

Il Segretario del Tesoro statunitense Janet Yellen ha detto giovedì che i ministri delle finanze del G7 discuteranno le loro preoccupazioni sulla capacità industriale in eccesso della Cina e le potenziali risposte, aggiungendo che senza cambiamenti politici a Pechino le loro economie saranno colpite da un'ondata di beni cinesi a basso costo.

"Questa settimana sarà un'opportunità fondamentale per discutere di come gli squilibri macroeconomici e la sovraccapacità industriale della Cina possano influire sulle nostre economie", ha dichiarato la Yellen in una conferenza stampa in vista della riunione finanziaria del Gruppo dei Sette a Stresa, in Italia.

I punti chiave dell'agenda che potrebbero fornire una direzione ai mercati statunitensi nel corso della giornata di giovedì:

* Richieste settimanali di disoccupazione negli Stati Uniti ad aprile, sondaggi flash sulle imprese di maggio negli Stati Uniti e nel mondo da parte di S&P Global, vendite di case nuove negli Stati Uniti ad aprile.

* I Ministri delle Finanze e i Governatori delle Banche Centrali del G7 si incontrano a Stresa, in Italia.

* Presidente della Federal Reserve di Atlanta Raphael Bostic

* Guadagni societari degli Stati Uniti: Intuit, Medtronic, Ross Stores, Deckers Outdoor

* Il Tesoro degli Stati Uniti mette all'asta titoli protetti dall'inflazione a 10 anni e buoni a 4 settimane.