Il dollaro canadese si è rafforzato fino a raggiungere un massimo di quasi tre settimane nei confronti della controparte statunitense, lunedì, mentre gli investitori hanno fatto il punto sui recenti guadagni su larga scala del biglietto verde e la Banca del Canada ha dichiarato che l'economia potrebbe crescere con il rallentamento dell'inflazione.

Il loonie era scambiato in rialzo dello 0,3% a 1,3651 per il dollaro americano, o 73,25 centesimi di dollaro, il livello più forte dal 4 giugno.

"Stiamo assistendo ad un po' di riequilibrio delle posizioni", ha detto Michael Goshko, analista di mercato senior presso Convera Canada. "I trader sono molto lunghi di dollari americani".

Il dollaro americano si è ritirato da un livello di sette settimane contro un paniere di valute principali, mentre il prezzo del petrolio, una delle principali esportazioni canadesi, si è assestato su un aumento dell'1,1% a 81,63 dollari al barile.

Il mercato del lavoro canadese è sufficientemente allentato da consentire la crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro, anche se il tasso di inflazione continua a diminuire, ha dichiarato il Governatore della Banca del Canada, Tiff Macklem.

"Il Governatore Macklem ritiene che un atterraggio morbido sia ancora nelle carte", ha dichiarato in una nota Tiago Figueiredo, stratega macro di Desjardins.

Il rapporto sull'indice dei prezzi al consumo del Canada, previsto per martedì, dovrebbe mostrare un'inflazione in calo ad un tasso annuale del 2,6% a maggio, dal 2,7% di aprile.

Dati in linea con le aspettative potrebbero rendere un taglio dei tassi il mese prossimo "una certezza virtuale", ha detto Goshko di Convera Canada.

Gli investitori vedono una probabilità del 72% che la Banca d'Inghilterra tagli ulteriormente i tassi d'interesse in occasione della prossima decisione politica del 24 luglio, secondo i dati del mercato swaps.

All'inizio di questo mese, la Banca d'Inghilterra è diventata la prima banca centrale del G7 ad allentare la politica, tagliando il suo tasso di riferimento di 25 punti base al 4,75%.

I rendimenti dei titoli di Stato canadesi sono stati misti su una curva più profondamente invertita. Il tasso a 2 anni è salito di 1,8 punti base al 3,941%. (Servizio di Fergal Smith, a cura di Marguerita Choy)