La rupia indiana si è indebolita lunedì, seguendo i suoi colleghi asiatici, a causa di un calo delle speranze di allentamento della politica da parte della Federal Reserve statunitense, che ha anche provocato un calo dei premi a termine tra dollaro e rupia.

La rupia si trovava a 83,4925 contro il dollaro USA alle 09:50 a.m. IST, in calo dello 0,1% rispetto alla chiusura a 83,3725 di venerdì.

I dati sul mercato del lavoro degli Stati Uniti, più forti del previsto, hanno fatto salire il dollaro e i rendimenti obbligazionari statunitensi, mentre le probabilità di un taglio dei tassi a settembre sono scese sotto il 50%, secondo lo strumento FedWatch del CME.

L'indice del dollaro è salito dello 0,2% a 105,3, aggiungendo i guadagni di venerdì, mentre il won coreano ha guidato le perdite delle valute asiatiche con un calo dello 0,9%.

Ci si aspetta che la coppia dollaro-rupa sia "complessivamente contrastata a causa della riduzione delle aspettative sui tassi", ma il range continua ad essere 83,35-83,60, ha detto un addetto alle vendite di valuta estera di una grande banca privata.

Anche i premi a termine lontani dollaro-rupe sono scesi, con il rendimento implicito a 1 anno in calo di 3 punti base all'1,58%, il più basso da oltre due mesi, pressato dall'aumento dei rendimenti obbligazionari statunitensi.

Il rendimento del Tesoro americano a 1 anno è salito al 5,20% nelle ore asiatiche, dopo l'aumento di 9 punti base di venerdì.

"L'Asia FX potrebbe essere soggetta a volatilità a causa dell'aumento dei rendimenti statunitensi", ha dichiarato in una nota Lloyd Chan, analista valutario senior di MUFG Bank.

Nel frattempo, gli indici azionari indiani di riferimento, il BSE Sensex e il Nifty 50, hanno toccato i massimi storici all'inizio delle contrattazioni, prima di ridurre i guadagni e di registrare poche variazioni nella giornata.

Questa settimana l'attenzione sarà rivolta ai dati sull'inflazione locale e statunitense, oltre alla decisione politica della Fed di mercoledì. Poiché si prevede che la banca centrale statunitense manterrà i tassi invariati, gli investitori presteranno attenzione al commento del Presidente Jerome Powell e a qualsiasi aggiornamento del diagramma a punti dei tassi d'interesse. (Relazione di Jaspreet Kalra; Redazione di Eileen Soreng)