La Russia sta rendendo più difficili i viaggi all'estero per alcuni funzionari a causa dei timori che le potenze straniere possano cercare di accedere a segreti di Stato durante la peggiore crisi nelle relazioni con l'Occidente da oltre 60 anni, hanno detto nove fonti a Reuters.

Il Servizio di Sicurezza Federale (FSB) sta esercitando pressioni sui dipendenti dei ministeri governativi affinché non lascino mai la Russia, nemmeno per visitare i Paesi cosiddetti 'amici' che non hanno imposto sanzioni contro Mosca, hanno detto le fonti.

I viaggi all'estero erano altamente limitati durante l'epoca sovietica e anche prima della guerra in Ucraina a coloro che avevano accesso a determinate informazioni segrete era vietato lasciare la Russia. Anche le principali potenze occidentali hanno regole di viaggio molto rigide per coloro che hanno accesso a segreti di alto livello.

Gli attuali limiti russi, tuttavia, sono piuttosto caotici, con regole diverse tra gli enti statali, secondo le fonti, che hanno chiesto di non essere nominate a causa della sensibilità della questione.

"Non si può andare da nessuna parte, nemmeno in Uzbekistan o in Bielorussia per le vacanze di maggio", ha detto una fonte. "Si può andare solo se si ha il permesso".

Sotto la pressione dell'FSB, il principale successore del KGB di epoca sovietica, il governo sta vietando ai dipendenti di vari dipartimenti di viaggiare ovunque senza un permesso speciale, ha detto la persona. I singoli dipartimenti non vogliono essere visti come una quinta colonna.

L'FSB non ha risposto a una richiesta di commento.

La guerra in Ucraina ha innescato la crisi più profonda nei rapporti tra Mosca e l'Occidente dalla Crisi dei Missili di Cuba del 1962, e il Presidente Vladimir Putin afferma che gli Stati Uniti e i suoi alleati stanno essenzialmente combattendo una guerra ibrida contro la Russia.

SEGRETI

Il timore che i funzionari russi possano essere intrappolati e costretti a rivelare segreti che riguardano la sicurezza nazionale è la ragione principale che spinge a inasprire le regole, secondo le fonti.

Un'altra preoccupazione è che i funzionari vengano semplicemente arrestati e poi estradati in Occidente - o che venga loro offerto un accordo per rivelare i loro segreti.

Una fonte ha detto che ai membri del governo è stato vietato informalmente di viaggiare nel 2022, una misura che è stata adottata formalmente a metà del 2023. Ora sono state introdotte restrizioni simili per le persone a conoscenza di segreti di Stato in tutti i ministeri.

Un'altra persona ha detto che le regole variano a seconda dell'autorizzazione di sicurezza, con l'accesso a informazioni più segrete che riduce le opzioni di viaggio disponibili.

La definizione di "segreto di Stato" è ampia in Russia ed è stata ulteriormente ampliata dopo la guerra.

Include tutto ciò che potrebbe danneggiare lo Stato russo, non solo l'intelligence militare, nucleare o di sicurezza, ma anche i dati sulle riserve, la produzione e il consumo di risorse naturali, i dati sulle esportazioni, alcune politiche economiche, alcune scoperte scientifiche e qualsiasi dettaglio sulle modalità di protezione dei segreti.

La detenzione a Londra a gennaio di Dmitry Ovsyannikov, ex governatore di Sebastopoli in Crimea, la penisola ucraina annessa illegalmente dalla Russia nel 2014, è stata una delle cause scatenanti delle regole più severe, ha detto un funzionario. Ovsyannikov è ora in libertà provvisoria in Gran Bretagna, in attesa del processo.

La Russia si lamenta da tempo che i suoi cittadini, in particolare i diplomatici e i funzionari, sono seguiti e molestati dai servizi di sicurezza quando si recano in Occidente. I diplomatici occidentali subiscono un trattamento simile in Russia, ha detto a Reuters una fonte diplomatica occidentale.

DIVIETO DEI PAESI 'AMICI

Le regole russe differiscono tra gli organi statali. Le due camere del Parlamento russo decidono caso per caso, mentre c'è più libertà all'interno dell'amministrazione presidenziale.

Per alcuni, anche i Paesi 'amici' sono off limits.

Una fonte in parlamento ha detto che al personale della Camera bassa della Duma di Stato russa sono vietati tutti i viaggi all'estero, con la regola non detta che qualsiasi richiesta sarà respinta.

"Non posso nemmeno andare a Minsk", ha detto la persona.

Per i dipendenti del Ministero degli Interni, dell'FSB e della Guardia Nazionale Rosgvardiya, ci sono realisticamente solo 14 opzioni di vacanza all'estero, una volta che le sanzioni e i trattati di estradizione vengono presi in considerazione, ha detto un funzionario.

La maggior parte sono Stati dell'ex Unione Sovietica, ma ci sono anche Cuba, Iran, Corea del Nord e Siria. Rosgvardiya e il Ministero degli Interni non hanno risposto alle richieste di commento.

Anche i viaggi in Cina, il cui commercio con la Russia è aumentato a dismisura negli ultimi due anni, sono in discussione per problemi di estradizione, ha detto il funzionario.

Un'altra persona ha detto che i detentori di segreti di Stato sono stati limitati dai viaggi all'estero per mesi, sia per i Paesi amici che per quelli non amici, a meno che non ci sia un motivo impellente, come una malattia o la partecipazione a un funerale.

Un'altra persona ha detto che ai funzionari del Ministero delle Finanze sono stati vietati tutti i viaggi all'estero, ad eccezione dei viaggi di lavoro.

Un funzionario statale, ha aggiunto, è stato costretto a lasciare l'incarico dopo che si è saputo che il figlio studiava negli Stati Uniti.

Il Ministero delle Finanze non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Un dipendente di un'azienda statale ha detto che il personale che ha accesso ai segreti di Stato ha il passaporto bloccato in un reparto interno speciale.

Per i funzionari del Ministero dell'Energia, la libertà di viaggiare è a discrezione del supervisore, ha detto un'altra fonte. Il Ministero non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.