Il Cancelliere tedesco Olaf Scholz martedì ha esortato le aziende private a investire il loro denaro nella ricostruzione dell'Ucraina, lanciando una conferenza a Berlino dedicata alla mobilitazione del sostegno internazionale per la ricostruzione post-bellica.

Citando le stime della Banca Mondiale, secondo cui l'Ucraina potrebbe aver bisogno di 500 miliardi di dollari in un decennio, Scholz ha detto che alle aziende deve essere offerto un caso commerciale per investire e ha parlato del potenziale dell'Ucraina in settori come le energie rinnovabili, l'informatica e i prodotti farmaceutici.

Ha anche detto che la Germania sta inviando più sistemi di difesa aerea, missili e munizioni per rafforzare le difese di Kyiv contro la raffica di attacchi russi alle città e alle infrastrutture critiche, più di due anni dopo che la Russia ha lanciato un'invasione su larga scala. (Servizio di Matthias Williams, editing di Andrey Sychev)