Il grano di Chicago è sceso di nuovo lunedì, rimanendo vicino ai minimi di cinque settimane di venerdì, mentre il divieto di importazione da parte della Turchia ha scatenato le preoccupazioni per la riduzione della domanda e l'intensificazione della concorrenza con le forniture del Mar Nero nei mercati di esportazione.

Il mais è salito dopo le perdite di venerdì, mentre la soia è scesa.

Il grano più attivo del Chicago Board of Trade è sceso dello 0,4% a $6,24-1/2 al bushel alle 0925 GMT. Venerdì il grano ha toccato il minimo dal 6 maggio, a $6,18 al bushel, dopo che la Turchia ha dichiarato che bloccherà le importazioni di grano dal 21 giugno al 15 ottobre, in parte per proteggere gli agricoltori. La Turchia è il quinto importatore di grano al mondo e acquista principalmente dalla Russia.

Il mais è salito dello 0,2% a 4,49-3/4 dollari al bushel, mentre la soia è salita dello 0,02% a 11,79-1/2 dollari al bushel.

"Il grano è ancora indebolito oggi dalla notizia del divieto di importazione da parte della Turchia", ha detto Matt Ammermann, responsabile rischio materie prime di StoneX. "Questo significherebbe che il grano del Mar Nero, soprattutto quello russo, che sarebbe stato destinato alla Turchia, potrebbe ora essere venduto altrove, in concorrenza con gli Stati Uniti e altri esportatori".

"Il mercato sembra essere stanco delle notizie sui danni causati dal clima ai raccolti russi e cerca altri fattori da scambiare".

Il grano è stato indebolito anche dalle aspettative di un buon raccolto statunitense.

"Il clima del grano statunitense è positivo e ci si aspetta un rapporto positivo sulle condizioni dei raccolti statunitensi da parte dell'USDA più tardi, lunedì", ha detto Ammermann.

Il mais e la soia hanno subito una deriva all'inizio della settimana, in vista delle notizie che arriveranno nel corso della settimana dai rapporti sui raccolti del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), mercoledì, e della riunione della politica della Federal Reserve degli Stati Uniti.

Gli analisti in un sondaggio Reuters hanno stimato che il rapporto sulla produzione agricola dell'USDA del 12 giugno prevederà un raccolto di grano invernale statunitense più abbondante.

"Il mais sta riscontrando un certo interesse di acquisto dopo il calo di venerdì. In generale, il clima del Midwest statunitense sembra positivo e il dollaro forte sta indebolendo la soia", ha detto Ammermann. (Servizio di Michael Hogan ad Amburgo, ulteriori informazioni da parte di Naveen Thukral a Singapore; Redazione di Subhranshu Sahu, Mrigank Dhaniwala e David Evans)