I futures sul mais del Chicago Board of Trade sono diminuiti venerdì dopo aver toccato un massimo di due settimane il giorno prima, in quanto le previsioni meteorologiche sui raccolti globali sono state contrastanti e la forza del dollaro ha reso i prodotti agricoli statunitensi meno interessanti per gli importatori, hanno detto gli analisti.

Anche i futures del grano e della soia sono diminuiti. I commercianti stanno monitorando il clima degli Stati Uniti, mentre i raccolti di mais si avvicinano ad un periodo di sviluppo chiave nel mese di luglio, mentre la raccolta del grano invernale sta prendendo piede. Le previsioni che indicano un aumento delle temperature e piogge limitate in alcune zone del Midwest la prossima settimana hanno suscitato preoccupazioni per il potenziale stress delle piante di mais, sebbene il raccolto sia attualmente in buone condizioni, così come la soia.

I modelli meteorologici variano nelle loro previsioni di condizioni calde e secche, ha detto Don Roose, presidente del brokeraggio U.S. Commodities.

"Questa settimana ha probabilmente segnato l'inizio dell'osservazione meteorologica, e questo può avvenire in entrambi i sensi", ha detto. "Si tratta di una corsa a piedi per vedere come sarà il tempo in futuro".

I futures sul mais CBOT più attivi erano in calo di 4-1/4 centesimi a $4,54-1/4 al bushel alle 10.55 CDT (1555 GMT).

Il grano CBOT era in calo di 3-1/2 centesimi a $6,16-1/2 al bushel, vicino al livello più basso dall'inizio di maggio. I semi di soia sono scesi di 4-1/4 centesimi a $11,85-1/4 al bushel, per essere anch'essi vicini al minimo di un mese.

Il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti pubblicherà lunedì le valutazioni settimanali delle condizioni dei raccolti di mais e soia negli Stati Uniti e gli analisti hanno detto di aspettarsi un leggero calo. Gli operatori attendono anche che l'USDA pubblichi i dati sulle piantagioni statunitensi e sulle scorte trimestrali il 28 giugno.

Nella regione del Mar Nero, il ritorno della pioggia nelle zone asciutte della Russia e dell'Ucraina ha dato sollievo al mais, anche se i benefici per il grano potrebbero essere limitati con l'avvicinarsi del raccolto, hanno detto gli analisti.

"Siamo in un mercato meteorologico mondiale, mentre ci dirigiamo verso i rapporti sulle superfici e sulle scorte di fine mese", ha detto in una nota Phyllis Nystrom, broker di CHS Hedging. (Relazioni di Tom Polansek a Chicago, Gus Trompiz e Mei Mei Chu a Pechino; editing di Jason Neely e Rod Nickel)